LifeStyle
Leave a comment

Come organizzarsi per la scuola e bonus pc

bonuns pc tablet

I nostri figli sono più di sei mesi che non vanno a scuola. È stato un periodo alquanto lungo, e mi spingo a dire alquanto tenebroso per la maggioranza dei genitori. La didattica a distanza ci ha messo a dura prova e ora, con il nuovo anno scolastico che si avvicina, dobbiamo organizzarci al meglio. La paura che ci potremmo trovare di nuovo nel turbine della DAD è sempre presente, come una nube minacciosa che ci sovrasta, ma questa volta abbiamo deciso, se fosse il caso, di arrivarci più preparati con la strumentazione adeguata, magari con un occhio anche al bonus pc (vedi sotto).


Il laptop per la scuola superiore

Per il ragazzo grande abbiamo optato per un laptop. Un computer portatile che sia facile da utilizzare e anche trasportare. Il fatto che non occupi tanto spazio sulla scrivania è un altro punto a suo favore. Per il notebook di Simone abbiamo optato per un Huawei Matebook D 14″.

notebook 14 pollici
Il notebook Matebook Huawei D14

Non mi soffermo troppo su dettagli e caratteristiche tecniche perché non siamo esperti di computer ma vi do comunque un feedback pratico. Posso dirvi che il primo commento di Simone è stato: “È una scheggia papà!”. Il disco di tipo SSD da 512 GB è qualcosa di speciale in tal senso, alzi il monitor, lo accendi con l’impronta digitale e puoi già lavorarci, in più la capacità di archiviazione è adeguata all’uso che ne deve fare un ragazzo di 14 anni. Video e foto trovano il giusto spazio sul pc.

Tra le chicche di questo notebook c’è il processore AMD Ryzen 5, 8 GB di RAM, che non sono male se si lavora un po’ in grafica, il monitor da 14″, la videocamera richiudibile sulla tastiera (top per la privacy degli adolescenti), il tasto accensione con impronta digitale, la compattezza e il peso contenuto di 1,38 kg, tanto da metterlo facilmente in un qualsiasi zaino. Anche la batteria ha una buona durata, sino a 9,5 h in modalità visione video, caratteristica decisamente utile. Il caricabatterie compatto è utilizzabile sia per il notebook che per il cellulare. È preinstallato Windows Home 10 e si possono utilizzare tutte le applicazioni versioni browser di Google.

Siamo rimasti molto soddisfatti da questo laptop di Huawei, veloce, semplice e non troppo costoso. Esiste anche in una versione simile da 13″, è il mio notebook ;), e ne sono estremamente soddisfatto. Il costo si aggira sui 649 Euro salvo qualche offerta particolare o gli usati di amazon che possono rappresentare sempre un’interessante opportunità.

Il tablet con tastiera per la scuola media

Per la nostra preadolescente che affronta la prima media (prima classe della scuola secondaria di primo grado) abbiamo guardato principalmente all’aspetto pratico (anche economico sinceramente – ad esempio potrebbe rientrate più o meno nel bonus pc), optando per una scelta tablet che però possa esser utilizzato anche per scrivere, utilizzare dei fogli di calcolo, fare delle semplici presentazioni, oltre che gestire delle videoconferenze per un’eventuale didattica a distanza. In questo caso abbiamo optato per Huawei MatePad Tablet 10.4.

tablet con tastiera
Il tablet Huawei matepad 10.4

È uno degli ultimi prodotti di casa Huawei. Molto veloce nella gestione delle applicazioni grazie al suo processore e ai 4 GB di RAM, 1 quasi 10 pollici e mezzo sono una giusta dimensione per leggere ma anche per scrivere. Noi lo abbiamo abbinato ad una tastiera esterna bluetooth, per scrivere con maggiore semplicità, e ad un mouse sempre bluetooth.

Tra i pro di questo tablet ci sono la maneggiabilità e la velocità. Una volta abbinata tastiera e mouse si utilizza un po’ come un normale pc, solo è più piccolo e quindi occupa anche meno spazio, facile da riporre nella borsa di scuola. C’è da dire che trattandosi di un prodotto Huawei su sistema operativo Android potrebbe non essere semplice, e in alcuni casi impossibile, utilizzare applicazioni e servizi Google se non quelli senza registrazione, ma si vive anche senza Google, o meglio cose tipo Google Maps si gestiscono dal browser senza per forza dover installare l’applicazione. Non potrete usare Google drive e app di questo tipo, ma si trovano ottime alternative.

Per gestire al meglio le app, oltre al Huawei Appgallery, vi suggeriamo di installare l’Amazon appstore e TrovApp, che vi aiuta a trovare e installare le app delle quali avete bisogno, AndrOpen Office potrebbe essere una di queste per gestire testi, fogli di calcolo e presentazioni (è gratuita). In generale il nostro giudizio è positivo. Nostra figlia Siria si trova bene, anche con la tastiera esterna. Tra l’altro abbiamo preso anche una HUAWEI M-pencil, una penna che permette di scrivere ma sopratutto di disegnare sullo schermo. Due app per disegnare e dipingere sono Adobe Photoshop Sketch oppure Autodesk Sketchbook.

Il bonus pc per le famiglie – come fare domanda

A settembre è previsto un bonus per l’acquisto di pc e l’attivazione di connessioni internet ad alta velocità a banda larga, dai 30 megabit al secondo in su. Una parte del bonus, pari a 200 Euro avrà limitazione a € 50.000 di ISEE e sarà usufruibile come dicevo dalle famiglie per la connessione veloce. I 300 Euro saranno invece dedicati alle famiglie con un limite reddituale ISEE di € 20.000 per l’acquisto di pc o tablet. Chiaramente con limite di reddito a € 20,000 i due bonus pc sono cumulabili. C’è anche un bonus per le imprese che arriverà sino a 2000 Euro.

Da quanto apparsa sulla stampa per accedere al bonus e fare la domanda bisognerebbe registrarsi dal 20 settembre sul sito https://www.infratelitalia.it/, disporre di ISEE in corso di validità ed avere un accesso SPID.

Incredibilmente pare non essere cosi! Sul sito Infratel Italia è scritto quanto segue:

In seguito delle notizie apparse su diversi organi di informazione in tema di voucher per l’attivazione di servizi a banda ultralarga e la fornitura di pc alle famiglie meno abbienti, Infratel Italia precisa che la registrazione sul portale, che sarà attivato per la gestione della misura, sarà riservata agli operatori di telecomunicazioni. Gli utenti finali, beneficiari del voucher dovranno interfacciarsi direttamente con gli operatori (che si saranno preventivamente registrati al portale) utilizzando i consueti canali di vendita.

Tutte le informazioni relative all’attuazione della misura, in particolare l’elenco degli operatori accreditati e le offerte a cui i beneficiari possono aderire, saranno pubblicate sui siti www.infratelitalia.it e bandaultralarga.italia.it all’esito della pubblicazione del Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico relativo alla misura.

Pertanto ragazzi, al momento non si può fare nulla, la domanda si farà tramite gli operatori che forniscono i servizi di banda larga. Quello che pare certo è che si dovrà disporre di ISEE aggiornato e SPID.

I software utili e necessari

Tra i software utili per gli studenti ce ne sono diversi accessibili a tutti e soprattutto gratuiti. Iniziamo dal pacchetto Google Documenti comprensivo di elaboratore testi, foglio di calcolo, presentazioni e moduli. Per utilizzarlo c’è necessità unicamente di disporre di un account gratuito Google.

C’è poi Microsoft 365 per il Web, gratuito e anche in questo caso con a disposizione elaboratore di testi, fogli di calcolo, presentazioni, appunti, calendario e altre cosucce.

Tra le applicazioni con programmi per scrivere e fogli di calcolo c’è anche https://www.openoffice.org/it/, un software gratuito utilizzato da una moltitudine di studenti, e non solo.

Buon anno scolastico

Speriamo che questo post vi possa essere utile, al caso potete aggiungere i vostri di suggerimenti nei commenti qui sotto. Buona scuola!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.