All posts filed under: LifeStyle

Vivere la vita meglio è la nostra parola d’ordine. Abbiamo scelto di lavorare ogni giorno per costruire e migliorare un pezzettino alla volta, eliminando le cose che non amiamo e premiando quelle che ci fanno stare bene. LifeStyle per noi è circondarci di cose che ci danno felicità, persone che ci mettono di buon umore. Vorremmo che ogni giorno sia migliore, almeno per una cosa, anche da poco, rispetto quello prima, questo è il nostro modo di vita. Vivere bene, vivere meglio in famiglia.

suv suzuki

Il nostro lungo viaggio con il SUV S-CROSS di Suzuki

Manca pochissimo ormai, a giugno partiremo per il nostro tour on the road estivo attraverso 4 paesi europei. Quasi 3.000 Km sulle strade di Slovenia, Croazia, Francia e buona parte dell’Italia, un itinerario di tre settimane tra mete di mare, culturali e pure di montagna. Per un viaggio come questo avremo bisogno di un’auto adatta a viaggiare su strada su lunghe percorrenze e di poterlo fare in sicurezza, soprattutto perché viaggeremo con i nostri ragazzi. S-CROSS, il SUV di Suzuki, sarà il nostro compagno di viaggio in questa straordinaria esperienza. Il fascino dell’On The Road Ci sono tanti mezzi di trasporto, più o meno comodi, veloci o costosi, ma un viaggio così lo puoi fare solo in auto. E’ ancora il mezzo di trasporto che combina meglio la necessità di mobilità alla comodità di viaggio, con un occhio non indifferente al budget, specie quando si parte in quattro. Permette di pianificare i percorsi a piacimento e soprattutto di fermarsi dove si vuole, e quando si vuole. Sono molte le tappe del nostro viaggio, molte attrazioni …

beauty Giulia

My beauty di maggio: cosa ho provato

Ho scoperto una passione per il beauty non troppo tempo fa, quando forse ho iniziato a volermi curare un po’ di più e a volermi dedicare del tempo. Parliamoci chiaro, non è che prima mi trascurassi del tutto, ma diciamo che non sempre ero così attenta e meticolosa nella cura della mia persona, sempre di fretta nella mia vita da blogger. Le creme sono sempre state un optional, le maschere di bellezza un sogno ad occhi aperti e le maschere per i capelli… perchè esistono? Limitavo il tutto all’essenziale, uno struccante basic, quando andava bene una crema bb cream (idratazione e colorazione in un tocco solo!) e se proprio avevo una giornata buona un velo di crema corpo. Diciamo che ancora ad oggi su quest’ultimo punto devo lavorare un sacco, trovo noioso stendere la crema corpo anche se poi alla fine mi riduco ad avere la pelle delle gambe più ruvide delle squame dei pesci. Dopo questa confessione a cuore aperto e senza pudori (e forse anche con un po’ di vergogna), vi confesso che …

come vivere blogger

Come vivere da blogger

Una delle domande che più spesso ci viene posta è se quello di blogger è il nostro lavoro, il “vero lavoro”. Quando rispondiamo di sì qualcuno pensa che siamo dei miracolati, e spesso sono gli stessi che odiano il loro lavoro, poi qualcuno ci pensa dei pazzi, e forse non va troppo distante, qualcuno ci dice: “bravi!”. Ma la domanda successiva è: come fare il blogger? In ogni caso rimane ancora molta nebbia intorno alla vita e al lavoro del blogger, oggi eletto talvolta a digital influencer. Con Giulia ci siamo messi davanti alla nostra Gopro Hero 5 sul suo mini treppiede, e bastone al tempo stesso, così vedete anche come funziona per le interviste, e magari aggiungiamo una mini review a fondo post. Abbiamo un blog da 6 anni, bambiniconlavaligia.com nella sua veste attuale ne ha solo 3 di anni però. Attualmente abbiamo più di 100.000 visitatori unici al mese e quasi 2.500.000 di pagine viste all’anno. Sono tantissime per noi e ci fa strano pensare a quanta gente passa dalle nostre pagine, ma …

viaggio auto elettrica

EcoTravel: come viaggiare verso il futuro

Il futuro sono le nostre scelte, ne siamo sempre più coscienti, ma spesso non vogliamo rinunciare al nostro modo di essere e di vivere. Siamo legati alle abitudini, anche se la vera forza la ricaviamo dall’innovazione, dal cambiamento. Amiamo viaggiare ma spesso non possiamo farlo senza fare male al pianeta, almeno con gli standard ai quali siamo abituati. Qual è la risposta giusta a queste contrapposizioni? Che la verità stia nel mezzo lo abbiamo capito spesso, ma in che misura applichiamo questa massima effettivamente non sappiamo dirlo. Siamo invece certi che è necessario fare qualcosa, e l’ambiente ce lo dice con tutti i mezzi che ha a disposizione. Questo qualcosa è cambiare, e farlo subito, iniziando dal nostro modo di intendere il viaggio. Il futuro inizia cambiando il modo di viaggiare on the road Quanto siamo disposti a cambiare le nostre abitudini di viaggio? Grazie ad una buona idea e all’interesse e disponibilità di Gruppo Autostar, abbiamo avuto la grande occasione di farlo. Un’auto elettrica, una famiglia viaggiatrice come la nostra, diverse destinazioni in Italia …

maschere viso

Maschere Clarins: la mia coccola serale

Dicono che bisogna amarsi per amare, ma ragazze parliamoci chiaro, nessuna di noi ha più così tanto tempo da dedicarsi! Tra i bambini da coccolare, accudire, educare e accompagnare in tutte le attività scolastiche e sportive. E c’è la casa che è perennemente da pulire e sistemare. Tra i mille impegni di lavoro, la spesa da fare e ogni tanto anche un marito a cui dare qualche piccola attenzione, i nostri bisogni e le nostre necessità sono sempre le ultime ad essere soddisfatte, tanto da considerare il momento della doccia qualcosa di straordinario, ma le maschere per il viso? La cura delle pelle è quasi un’utopia, le creme per il corpo rimangono lì per talmente tanto tempo che rischiano si scadere ogni volta, e la crema viso, beh, se la mettiamo ogni due giorni ci consideriamo molto fortunate. C’è però da dire che quando ci curiamo stiamo bene anche con gli altri, ed è proprio per questo motivo che ho scelto ogni giorno di dedicarmi dei piccoli momenti per coccolarmi e farmi sentire bene. I …

vestirsi in primavera

Come vestirsi a Primavera

Viene subito alla mente la classica frase “aprile non ti scoprire” ma forse abbiamo qualcosa da ridire su questo vecchio detto. Lo stile, o meglio la tecnica a strati, è infatti quella sempre vincente, specialmente in questa stagione così altalenante dal punto di vista climatico. Come vestirsi a primavera quando ci si appresta per un viaggio quindi? Chiaramente molto dipende dalla destinazione, faccio un esempio, a Pasqua partiamo per l’Olanda e già sappiamo che la primavera nei Paesi Bassi non è la primavera in Italia. Quando soffia il vento del Mare del Nord il freddo percepito è notevole perciò bisogna partire con l’abbigliamento adatto, anche se non è il freddo artico. Ma ora parliamo in generale, e questo abbigliamento può andare bene in molte delle destinazioni dove a primavera non fa già molto caldo. Diciamo dalla fascia corrispondente all’Italia del nord in su. Come vestirsi a primavera con la tecnica a strati La primavera nei paesi del nord e in Europa centrale può essere molto più pungente di quello che si pensa, talvolta anche alle …

vestiti artico

Vestiti Artico: come vestirsi bene in Lapponia, Islanda, Norvegia

Ogni post di questo tipo merita una premessa, la sensazione del freddo è una cosa molto personale, dipende da diversi fattori, pertanto prendi con cautela ogni suggerimento e valuta sempre con il tuo metro di misura personale. Non fare come noi che prima di partire abbiamo guardato diversi video su YouTube e ognuno diceva una cosa diversa, e pure qualcuna sbagliata proprio sui vestiti! Questo articolo vuol essere unicamente una guida semplice a che vestiti comperare o portarsi dietro prima di partire in inverno per un paese molto freddo: la Lapponia, l’Islanda o la Norvegia. I capi da mettere in valigia e quelli da indossare durante le escursioni in motoslitta o per vedere l’aurora boreale. Ciò sulla base della nostra esperienza in area artica e anche dei nostri errori, a temperature tra i -15 e i -33°C. Se parti per l’Artico ci sono ottime opportunità che lo farai con tour operator esperto, non lo consideriamo tanto un viaggio fai da te, per questo motivo devi sapere che ti verrà fornito l’abbigliamento tecnico necessario (almeno il …

cosa mettere in valigia

Cosa mettere in valigia

Facciamo più di 36 viaggi all’anno in media, significa che facciamo e disfiamo la valigia almeno 36 volte in 365 giorni, praticamente ogni 10 giorni! Generalmente la prepariamo la sera prima di partire ma le ultime cose le inseriamo sempre all’ultimo, spazzolino, telefono, caricabatterie, cavi. Cosa mettere in valigia e soprattutto cosa portare in viaggio lo abbiamo imparato negli anni per esperienza o per necessità, togliendo e aggiungendo, spesso per errore. Cosa mettere in valigia: gli indispensabili Si viaggia con la valigia, la borsa oppure con lo zaino. Noi optiamo quasi sempre per un bagaglio più grande, la valigiona in formato bagaglio a mano 10Kg o da stiva 20-23Kg, più una borsa o uno zainetto, ciò per sfruttare al meglio quello che si può portare con Ryanair ad esempio, ma lo stesso discorso vale per Tap Portugal, Easyjet o Air Dolomiti. Usiamo abitualmente come zainetto il Kånken di Fjällräven (trovi lo zainetto anche su amazon.it)da poco meno di 20l o un modello simile, ci mettiamo dentro tutte le cose che vogliamo avere sempre a portata di …

new york in famiglia

New York in famiglia: la guida

Si chiama Il mio primo viaggio a New York ed è una guida per visitare la città con i bambini. Realizzata con le foto di Giovanni Simeone e i testi di Sara DeGonia per SIMEbooks, è uno straordinario strumento per visitare una delle città più amate al mondo: New York in famiglia. La guida per scoprire New York in famiglia Copertina morbida, 239 pagine a colori con foto pure a colori, la mappa della città per capire i diversi settori, da DownTown al Bronx, un’altra piantina per visualizzare le attrazioni di cui si parla nella guida. E’ definito come un manuale di sopravvivenza per famiglie ma quando l’ho avuto in mano ho capito che si tratta di uno strumento utilissimo, sia per programmare un viaggio a New York, sia per tenerla a mano durante la visita della metropoli americana, le dimensioni tra l’altro permettono comodamente di portarla con sé o di tenerla nello zaino, nel mio Kanken ad esempio ci entra benissimo. Le tante foto presenti nel volume rendono molto scorrevole la lettura, soffermandosi con …

zaino kanken

Kånken: 30 giorni per scoprire che la semplicità di uno zaino vince sempre

Certe volte sei tu che cerchi gli oggetti, certe volte invece sono gli oggetti a trovare te. Kånken è uno zainetto, e il diminutivo si riferisce unicamente alle dimensioni, che racchiude nella sua essenzialità un’entusiasmante realtà: la semplicità vince su tutto. Lo zainetto Kånken è prodotto da un’azienda svedese, la Fjällräven. Il concetto alla base di questo zaino è semplice, un prodotto che usi per molto tempo e non lo cambi ogni anno vale di più, ed è in linea con un concetto avanzato di rispetto dell’ambiente. Kånken è fatto in tela, ma una tela molto speciale. Il tessuto G-1000 HeavyDuty Eco è un tessuto praticamente indistruttibile, in più essendo cerato è perfettamente impermeabile (la cera è in vendita per rifare il trattamento successivamente) , cosa non da poco per qualcosa che deve contenere libri, notebook, diari, macchine fotografiche. Non serve dotarsi di un copri zaino, non serve preoccuparsi di bagnare quello che c’è all’interno. Il design di Kånken è molto semplice, quasi scontato. E invece nasconde nella sua semplicità una inaspettata funzionalità e un …