Blog
Leave a comment

Come preparare un viaggio in Cambogia: cose da sapere, itinerario e visto

negozio galleggiante in Cambogia

La preparazione di un viaggio è una delle fasi che preferisco, anche se non puoi partire nell’immediato è qualcosa che ti permette già di proiettarti nell’esperienza, un po’ sognando a occhi chiusi. In questo post andrò a spiegarti la procedura che ho utilizzato per il mio viaggio in Cambogia, le cose importanti da sapere, un’idea per l’itinerario da seguire, le pratiche per il visto.

offerte viaggi gruppo vacanze bambini

Le cose da sapere

La Cambogia è un paese del sud est asiatico perciò oltre che all’itinerario e al visto, meglio informarsi in anticipo anche sul meteo. Questo perché ci sono dei periodi migliori per visitarla e periodi meno proficui, più che altro arrivando in Cambogia durante il periodo dei monsoni, che inizia più o meno a maggio e termina a inizio novembre, rischierai di prendere abbastanza acqua, nel senso che piove, piove molto. D’altronde è un clima tropicale per una ragione ma qui il paesaggio cambia, gli allagamenti sono all’ordine del giorno e sarà veramente difficile fare tutto quello che ti eri proposta/o di fare durante il tuo tour.

Io ci sono stato a inizio maggio, quasi al limite. Il clima era molto caldo e umido, e ho assistito a diversi scrosci di pioggia. Ti posso assicurare che quando la pioggia arriva è come se fossi sotto il doccione della doccia di casa a tutta forza, anche se la sensazione è strana perché fa caldo. Un po’ la stessa cosa che abbiamo vissuto durante il nostro viaggio in Messico. I mesi migliori per visitare la Cambogia sono da dicembre a febbraio, il clima è più mite a abbastanza secco.

Un’altra cosa da sapere prima di partire è che bisogna fare un po’ attenzione con l’acqua e con il cibo. Bere sempre da bottiglie sigillate, attenzione anche a verdura e frutta fresca se si valuta che le condizioni igieniche non siano il top. In ogni caso qualche medicinale contro “il male del viaggiatore” è sempre consigliabile.

visto cambogia - pesca sul fiume
Pesca sul fiume in Cambogia

L’itinerario in Cambogia

Il mio itinerario in Cambogia è stato un anello che ha avuto la tappa iniziale a Phnom Penh, dove sono arrivato in aeroporto e ho svolto le pratiche di controllo del visto e passaporto. Dopo un paio di giorni qui mi sono spostato verso nord con il pullman sino Siem Reap, più che altro per visitare i templi di Angkor Wat e il villaggio galleggiante sul lago Tonlè Sap. Da qui, dopo la tappa a Battambang, sono sceso a Kampong Chhang per visitare un altro villaggio sul grande fiume. Discesa quindi verso Sihanoukville (che ad oggi a mio parere non merita più in quanto troppo cementificata), e tappa alle isole tropicali Koh Rong e Koh Rong Sanloem, veramente fantastiche! Da ultimo tappa a Kampot e quindi rientro a Phnom Penh.

Il visto per la Cambogia

È sempre noioso doversi occupare di pratiche burocratiche perciò sinceramente, se è possibile farlo e me lo posso permettere, preferisco affidarmi a qualcuno che se ne occupi in vece mia. Il visto elettronico per la Cambogia è una di queste incombenze per le quali, se mi posso arrangiare con un servizio online, lo faccio molto volentieri.

Per entrare in Cambogia è necessario disporre di un passaporto in corso di validità (e che non scada nei successivi sei mesi) e per l’appunto di un visto. Per evitare file in aeroporto, cosa alla quale purtroppo mi sono sottoposto pure io dopo un lungo viaggio in aereo, ci si può dotare di un visto elettronico, la validità del visto è di novanta giorni, ma si può utilizzare per 30 giorni di viaggio, più che sufficienti per visitare tutto il paese.

isole tropicali Cambogia
Isole tropicali della Cambogia

Io sono stato tre settimane e me la sono presa con somma calma, ma due settimane potrebbero essere sufficienti per conoscere bene la Cambogia e non stressarsi troppo con gli spostamenti da un luogo all’altro. spostamenti che si possono fare tra l’altro in pullman ma anche con comode linee aeree interne, un bel risparmio di tempo anche se meno avventurose.

Ma cosa mi devo portare in Cambogia per entrare nel paese? All’aeroporto internazionale di Phnom Penh, perché è molto probabile che atterrerai qui, dovrai presentare il passaporto con il quale hai richiesto il visto, mi raccomando con validità di almeno sei mesi residua (guarda la scadenza), due copie stampate del visto per la Cambogia. Una copia va consegnata e l’altra va riconsegnata quando parti per rientrare.

Tutto qui. Come vedi la procedura per l’ingresso in Cambogia e per il visto è abbastanza semplice. E con il visto elettronico ti permette di evitare un bel po’ di burocrazia e tempo perso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.