Blog
comments 3

Verona a misura di bimbi

verona

Top cose da vedere a Verona

Verona e’ una delle citta’ piu’ famose del nord Italia, sara’ che Romeo e Giulietta hanno contribuito alla sua celebrita’ sara’ per l’Arena, ma e’ da tempo che volevamo conoscerla.

Abbiamo approffittato di un week end per andare alla scoperta di questa meravigliosa citta’. Ma quali sono secondo noi le attrazioni da non perdere a Verona?

L’Anfiteatro Arena, l’unica arena romana ben conservato nel Nord Italia. Gia’ a vedere l’Arena esternamente e’ fantastico, e’ cosi maestosa che si rimane senza fiato. Molte attivita’ culturali e spettacoli teatrali vendono organizzati al suo interno senza parlare del programma lirico unico nel suo genere.

Casa Romeo e Giulietta, un misto di storia e fantasia racchiusa in un balcone, il balcone piu’ famoso d’Italia. La storia d’amore tra i Montecchi e i Capuleti, due famiglie realmente esistite a Verona, narrata da Shakespeare, ha reso questa citta’ nota in tutto il mondo. La visita e’ a pagamento, attenzione che il cortile spesso e’ molto affollato di turisti.

Museo Africano di Verona, questo museo ci porta a viaggiare lontano nella terra del sole, a conoscere gli usi e costumi delle varie etnie, a conoscere una cultura diversa. Fantastico il percorso educativo.

Vicolo Pozzo, 1, 36129 Verona. Biglietti intero 3 euro, biglietto ridotto 1 euro.

Museo di storia Naturale, situato in un caratteristico palazzo d’epoca, e’ un museo a portata dei bambini. Qui potranno conoscere la storia, vedere da vicino dei fossili, conoscere lo sviluppo degli animali, vedere la galleria degli antenati e immedesimarsi in dei scienziati facendo dal vivo alcuni esperimenti.

Lungadige Porta Vittoria, 37129. Costo del biglietto 4,50 euro adulto e 3 euro ai bambini dagli 8 anni

Un week end a Verona

E’ tempo di Mercatini di Natale e Verona non è da meno, c’è un pullulare di gente e di auto quando giungiamo in prossimità di Piazza Bra’ su Corso Porta Nuova, poco più in fondo c’è l’orologio davanti a noi, subito sulla destra invece il nostro albergo, il Grand Hotel Verona con la magnifica facciata in stile liberty tutta illuminata, questa volta ci facciamo coccolare nella città di Giulietta e Romeo.
Lo spettacolo vero è quando apriamo la porta del nostro alloggio, è una suite con due camere comunicanti, un’armonia fatta di un mix di legno naturale, tessuti e carta da parati, l’illuminazione d’atmosfera, c’è la vasca con l’idromassaggio ed il doppio lavabo, le ciabatte per gli ospiti nel loro sacchettino, pure i cioccolatini al cocco sul cuscino ed una bottiglia di acqua minerale ad attenderci, sono più di dettagli, è il nostro benvenuto a Verona, meglio di così?Piazza Bra’ con l’Arena fa sempre il suo effetto, ci sono le bancarelle perché Natale è vicino, la grande stella illuminata che esce dall’Arena, l’albero decorato, altissimo, e la giostra per i bambini, tanta gente ed i locali pieni di persone anche fuori, all’aperto. E’ l’atmosfera di Natale nella città scaligera, anche in Via Oberdan, regina dello shopping, ci si muove lentamente, a piccoli passi, sotto il luccichio delle decorazioni natalizie, sfiliamo i negozi più belli dove la gente si affretta per gli ultimi pacchetti da mettere sotto l’albero.Troviamo un posticino dove mangiare qualcosa e rientriamo in albergo, sono solo pochi passi dalla piazza, domani ci aspetta il volo per Monaco dall’aeroporto Catullo di Villafranca, sono solo 15 minuti dal nostro albergo ma non vogliamo ritardare, ci sono i nostri amici in Germania ad attenderci.

 

Il risveglio al Grand Hotel Verona è una piacevole sensazione, meno piacevole quella di dover lasciare questo piccolo paradiso, ci consoliamo pensando alla colazione che ci aspetta. Si scende e ad attenderci un buffet prezioso, non c’è che da scegliere tra la colazione tradizionale italiana o quella salata, io opto per la seconda, bacon e uova, i bimbi e Giulia si lasciano invece stupire di golosità dai vassoi di cornetti e fagottini al cioccolato, le marmellate ed i biscotti. E’ il modo migliore di iniziare la giornata e trascorriamo una buona mezzoretta a tavola, ancora una volta viziati dal servizio di questo albergo.
Abbiamo ancora un’oretta prima di avviarci verso l’aeroporto di Villafranca, lasciamo le valigie alla reception, i bimbi nella stanza gioco a loro dedicata (ultimamente vanno pazzi per i giochi da tavolo e ci passano un sacco di tempo), e ne approfittiamo per bere un caffè nel salotto dell’hotel. Ci viene a salutare anche la nostra amica Laura, trascorriamo con lei un po’ di tempo parlando della sua città, lascia trasparire tutto il suo amore per Verona ed il territorio che la circonda. Ci racconta di mura antiche, di manifestazioni, delle colline e dei loro vini preziosi, ci fa venire il desiderio di ritornare non solo per una notte, c’è tanto da fare e da vedere qui.Carichiamo le valigie in auto, salutiamo Laura ed il Grand Hotel Verona con un pizzico di nostalgia. Siamo stati bene nella città scaligera e l’albergo ha superato le nostre aspettative dimostrandosi perfettamente adatto alle famiglie con bambini, un luogo dove tornare volentieri per farsi stupire da nuove emozioni e da nuove scoperte. Grazie Verona, a presto.

Questo è il link al sito dell’hotel dove troverete informazioni più dettagliate sulla struttura https://www.grandhotel.vr.it/

3 Comments

  1. Avatar
    Sara says

    Ciao. Mi sai consigliare un ristorante o una pizzeria per cenare coi bambini a Verona, in centro?
    Grazie

  2. Pingback: Nuove destinazioni per viaggiare in aereo - bambiniconlavaligia

  3. Pingback: Parco Giardino Sigurtà, tra i colori dei tulipani - bambiniconlavaligia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.