Blog
comments 2

Val d’Orcia: alla scoperta in famiglia

val d'orcia per famiglie

Sembra una cartolina di altri tempi, dove il tempo si è fermato in una calda giornata d’estate. Campi di girasoli che si alternano a campi di grano di un giallo sgargiante, filari di cipressi che indicano le strade che portano a dei bellissimi casolari, piccoli borghi situati tra i colli toscani dove il valore del tempo è ancora una ricchezza.

offerte viaggi gruppo vacanze bambini

La Val d’Orcia è tutto questo, è un luogo fuori dal tempo situato a pochi chilometri da Siena, fuori dai flussi turistici di massa, e dove la riscoperta delle tradizioni è la vera ricchezza. Borghi medioevali, case rurali e rocche, la Val d’Orcia è stata inserita nel World Heritage List dall’Unesco nel 2004.


Della Val D’Orcia sono sicura che conoscete Montepulciano, famoso per il suo vino Nobile di Montepulciano, Pienza per la sua eccellenza, il pecorino, e Castiglione d’Orcia raccontato in tantissimi libri e film. Ma la Val D’orcia è anche Montichiello, che sarà proprio il nostro punto di partenza di questo tour.

val d'orcia percorso
Scenari naturali in Val d’Orcia


Non vediamo l’ora di scoprire questa terra attraverso la lentezza di un giro in bici che ci porterà da Bagno Vignoni a Montichiello passando dal Mulino di Spedaletto per vedere come si macinano i grani antichi. Per i ragazzi sarà un viaggio indietro nel tempo alla scoperta dei lavori antichi e di sapori forti e genuini che li meraviglierà.


Andremo, poi, alla scoperta del bosco di Parco Vivo situato a Vivo D’Orcia, il
punto più alto della Val D’Orcia, dove vedremo gli alberi secolari della Faggeta, visiteremo gli antichi essicatoi, e andremo alla scoperta delle sorgenti dell’Ermicciolo, sorgenti di acqua fresca che si trovano proprio all’interno del parco e che alimenta l’acquedotto cittadino. Assaggeremo dei piatti della tradizione a base di pecorino di Pienza, la famosa carne chianina e i picci, rigorosamente tirati a mano: ho già l’acquolina in bocca e mi sa che l’ho fatta venire pure a voi!
Infine assisteremo ad uno spettacolo teatrale del Teatro Povero di Montichiello, un’antica cooperativa nata per superare la crisi sociale della mezzadria.


Non vedo l’ora di partire e di farvi scoprire questi luoghi attraverso il mio racconto, con foto, video, storie e altro, seguitemi in questo viaggio in Toscana!

2 Comments

  1. Francesca says

    Ciao cari Giulia e Fabio, quando andrete in val d’Orcia? Sono curiosa di seguirvi in questo viaggio 🥰

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.