LifeStyle
comment 1

Viaggi sonori e cuffie da viaggio

cuffie auricolari viaggio

Hai mai provato ad immaginare un’esperienza di viaggio senza suoni? Un mercatino dell’usato senza il chiacchiericcio della gente, un ruscello di montagna senza il rumore dell’acqua, una spiaggia senza risacca. I suoni sono una parte importante dell’esperienza di viaggio, la rendono unica come delle cuffie avvolgenti, talvolta nella memoria divengono dei veri e propri viaggi sonori che si abbinano perfettamente alle immagini che siamo abituati a portare con noi, in forma di ricordi.

Ma se i viaggi si arricchiscono di suoni trasformandosi in vere esperienze sonore talvolta i suoni da viaggio non sono così piacevoli. La vicina di scompartimento sul treno che urla allo smartphone, il clacson di un’auto, una radio a palla decisamente indesiderata. Talvolta suoni estranei al luogo, all’esperienza, come liberarsene o neutralizzarli?

cuffie regent sudio

Le cuffie Regent di Sudio in treno

La colonna sonora di un viaggio in un paio di cuffie

Negli ultimi viaggi ho provato a cambiare qualcosa nel modo di approcciarmi alle esperienze, una sorta di personalizzazione che ho fatto provare anche ai miei famigliari, bambini compresi. Quale?
La necessità era quella di eliminare i disturbi sonori, aumentare la concentrazione talvolta, incrementare il piacere dell’esperienza in sé per rafforzare il ricordo. La risposta l’ho trovata in paio di cuffie. Perché?

La ragione sta nel fatto che ora sono in grado di modulare a piacimento la mia esperienza di viaggio. Musica prima di tutto. Quando la colonna sonora del viaggio non mi piace, o non la ritengo attinente all’esperienza, semplicemente la cambio. Classica o pop, etnica o tipica locale, viaggiare è come vedere un film dove il regista sono io, o Giulia, talvolta addirittura i bambini scelgono cosa ascoltare.

Seduto sulla finestra dell’ostello di Utrecht in Olanda, la grande torre della cattedrale sullo sfondo, le case in mattoni rossi, il sole che scendeva lentamente, una scena che ho vissuto durante un recente tour nei Paesi Bassi e che non dimenticherò facilmente, la colonna sonora era Somebody dei Depeche Mode. Mi immagino però anche la Valle di Glen Coe in Scozia con la voce di Freddy Mercury o Berlino est con David Bowie che canta Rebel Rebel…
Creare dei ricordi è uno dei principali motivi per i quali viaggiamo, migliorare questi momenti è importante. Usare un paio di cuffie in viaggio è stata una grande scoperta che mi permette di perfezionare l’esperienza e renderla unica.

Quali cuffie da viaggio usare

Auricolari o cuffie, dipende dall’abitudine. Il mio suggerimento è quello di optare per una soluzione che non sia invadente e ci faccia sentire a nostro agio in ogni momento. Sudio, brand svedese che cura in particolare modo il design e la qualità dei suoi prodotti audio, mi ha permesso di provare le cuffie Regent, un modello wireless che sfrutta la tecnologia bluetooh. Le cuffie hanno un’ottima dinamica di suono, sono leggere e i cuscinetti in morbida pelle sono comodissimi, in più gli archetti si ripiegano così entrano facilmente nello zaino o nel trolley. I cap laterali sono pure personalizzabili, anche se io ho preferito tenerli nel bianco originale. Una volta indossate si connettono facilmente allo smartphone o al notebook con un tasto.

Regent Sudio cuffie

Ad Utrecht con le cuffie Regent di Sudio

Sul sito di Sudio http://www.sudiosweden.com/it/auricolari ci sono anche un bel po’ di auricolari, meno invadenti per chi ama uno stile minimale, vorrei magari provarne un paio magari quando lavoro al pc. Certo la comodità e la libertà che garantisce la connessione wireless è unica, è forse la cosa che apprezzo maggiormente di queste cuffie. Sudio ha anche un bel regalo per chi ci segue, con il codice BAMBINICONLAVALIGIA15 hai lo 15% di sconto sul prezzo di listino.

Le cuffie Sudio sono divenute un mio nuovo compagno di viaggio, e non solo mie ;), ora prima di partire passo sempre un po’ di tempo a selezionare la colonna sonora della prossima destinazione. E’ una cosa che mi piace e rende speciale anche i giorni del pre-partenza.

Condividi questo post sulle tue pagine socialTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *