Blog, Viaggi Avventura
Leave a comment

Viaggi nel deserto, un’avventura indimenticabile

i viaggi nel deserto

Come approcciarsi ai viaggi nel deserto

E’ uno dei territori più affascinanti sulla Terra, uno dei più diffusi e nel contempo uno dei meno popolati. Ciò è evidentemente collegato al fatto che i deserti sono generalmente privi di uno degli elementi più importanti per la vita, l’acqua. E’ in questi ambienti così secchi che però si possono ammirare alcuni dei paesaggi più straordinari al mondo ecco perchè i viaggi nel deserto sono tra le mete più ambite. E ancora le oasi, che non si limitano a semplici “boschetti di palme”, ma sono spesso dei veri insediamenti con gente che abita questi luoghi fuori dal tempo.


Sono molte le destinazioni che prevedono delle escursioni nel deserto. Tunisia, Egitto, Giordania e Marocco, solo per dirne alcune, vediamo di scoprire quali sono le precauzioni ed il giusto atteggiamento per approcciarsi ad un viaggio in questi ambienti naturali così straordinari prestando però le dovute precauzioni, specie viaggiando con bambini e ragazzi.

oasi del deserto

Iniziamo dall’abbigliamento per i viaggi nel deserto. In questo ambiente non si va in maglietta e pantaloncini. Lasciate stare le immagini delle star ricorrenti nelle pellicole del grande schermo. Nei deserti di usano pantaloni lunghi e maglie a maniche lunghe, ciò serve a proteggerti dal sole, ma non basta. Meglio avere con se anche un cappello a tesa larga o magari una sciarpa beduina per proteggersi dalle scottature. Il top sono i pantaloni lunghi, magari con cerniere alle ginocchia, per lasciare libertà all’aria di circolare ed una camiciona in fibra sintetica. Se avete delle camicie larghe di cotone o lino si possono utilizzare ugualmente ma è importante che il tessuto non sia troppo pesante.

L’escursione

viaggi nel deserto

Sandali aperti Lizard

termica nel deserto si fa sentire, eccome! Alla sera meglio avere un giaccone (che protegga anche dal vento) , un maglione o felpa grossa, anche un piumino va bene. Se uno è più freddoloso la calzamaglia per la notte non è una cattiva idea. Le migliori calzature per il deserto sono stivali e sandali aperti da trekking, la scarpe da ginnastica lasciale a casa o in albergo. Entra la sabbia e potrebbe causarti dei seri problemi ai piedi.

Tra le cose da avere con sé quando ci si approccia al deserto è sicuramente una buona crema da sole, specie quando ci sono bambini o ragazzi, occhiali da sole con una buona protezione dai raggi UV, cerotti per le vesciche e un analgesico per il mal di testa che potrebbe essere in agguato a causa del sole incessante. Uno zaino comodo e leggero è suggerito per tenerle proprie cose, non più di 20, 25litri.

LAMPADA VIAGGIO NEL DESERTO

Lampada da testa ricaricabile

Altre attrezzature utili nel deserto sono una lampada portatile, meglio quelle che è possibile indossare sulla testa, assicurati che sia di qualità e la durata della batteria non sia minimale. Un binocolo può essere un oggetto interessante per scoprire un sacco di cose anche da lontano. In relazione alle fotocamere è da conoscere che la sabbia è il peggior nemico di questi apparecchio. Nei deserti c’è n’è di sottile e si infila ovunque, negli obiettivi e sui sensori delle fotocamera. Meglio tenerle sempre in una custodia con un’altra protezione (quelle impermeabili in genere sono ottimali), ed estrarla unicamente quando c’è da immortalare le cose meritevoli. Una fotocamera impermeabile potrebbe essere una scelta vincente. Una mappa e un GPS, Garmin o altra marca ti aiuteranno a capire sempre dove sei e di goderti meglio il viaggio, non pensare per di avventurarti in autonomia in questi territori!

Ancora per l’igiene sono necessarie salviette umidificate e igienizzanti, carta igienica a cui dare fuoco dopo l’uso, c’è il rischio che rimanga lì per secoli in assenza di acqua che ne favorisca l’assorbimento da parte dell’ambiente.

Come esplorare il deserto

Innanzitutto affidandosi a delle guide esperte e affidabili. Lo si può fare a pedi o a cammello, solitamente il metodo migliore sono le jeep, per i quali in genere i beduini hanno un’attenzione incredibili trattandosi del loro unico mezzo per superare il deserto, magari abbinando delle piccole tappe camminando. In genere sono le prime ore del mattino quelle migliori per camminare, anche le meno calde. La scelta della guida è fondamentale, mai improvvisare specie in famiglia! Le guide per i viaggi nel deserto sono dotate di telefoni satellitari in grado di darvi la necessaria sicurezza in ogni momento del vostro viaggio.

esplorazione deserto

L’acqua è il bene più prezioso, nel deserto potresti berne 5 litri al giorno o forse di più. La tua guida provvederà all’approvvigionamento, un occhio sulle scorte non fa mai male neppure da parte tua. Nel deserto si mangia pane, datteri e the, forse un po’ di cous cous o carne (agnello e pollo), uova e miele a colazione. La cottura del pane sotto le braci è una delle tradizioni del deserto, da non perdere. Spesso nei tour si fanno anche delle tappe dove potrai anche approfittare di una cucina più vicina ai tuoi gusti.

Nel deserto si dorme nelle tende ma anche in sacco a pelo sotto il cielo di stelle, sei pronta/o a questa esperienza? Per quanto riguarda gli animali sarà difficile che vediate qualche serpente o scorpione, più facile incontrare qualche uccello o topo del deserto. In ogni caso c’è sempre da prestare attenzione a dove si mettono i piedi.

Nel deserto con i bambini o ragazzi

Per la tipologia di viaggio la presenza di bambini molto piccoli è sconsigliabile. Dall’età scolare all’adolescenza il viaggio è invece fattibile. La cura dell’igiene, la protezione dai raggi solari e l’idratazione sono le precauzioni maggiori alle quali badare. Uno occhiata al sito viaggiaresicuri.it per quanto riguarda la sicurezza sanitaria e politica nel paese è d’obbligo.

deserto avventura

Nella programmazione, anche con il tour operator, va tenuto conto dei tempi dei bambini, tappe, soste. Nelle lunghe trasferte le batterie di tablet o playstation vanno a zero (meglio avere anche dei giochi non dipendenti da energia elettrica). Meglio pensarci prima o chiedere esplicitamente di modificare il programma per portarlo su un cronoprogramma più family friendly.

Il cibo del deserto di cui abbiamo parlato prima forse non è così gradito ai ragazzi, meglio abituarli con un certo anticipo, portare biscotti secchi, gallette e frutta come arance, o concordare un’alternativa con la guida prima di partire, il supermercato non è dietro l’angolo!

Informati e chiedi, magari per iscritto su tutto. Dove dormirai, cosa è compreso e cosa no, mance previste, orari, tappe, con chi viaggerai, se andrete sul cammello se è previsto che i bambini stiano con te o con chi altro, se i sacchiapelo te li devi portare tu o altro, in quanti sarete sulla jeep, come si dormirà al campo. Precisa prima se hai problemi di salute, tu o i bimbi. I viaggi nel deserto sono avventure magnifiche, ma vanno preparato bene.

In libreria una guida interessante che parla molto di viaggi nel deserto è quella del Touring dedicata al Marocco, qui su Amazon.it a circa 20 Euro. Oppure c’è anche l’Egitto di Lonely Planet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.