Blog
comments 9

Valencia con i bambini: le attrazioni migliori e dove dormire

Valencia con bambini

Visita a Valencia con i bambini

Dopo Barcellona questa città é stata una vera scoperta, incerti inizialmente sulla destinazione l’approccio con Valencia é stato veramente piacevole per tutta la famiglia, una vacanza riuscita in un luogo ricco di attrattive per i bambini, fortunata anche per il meteo clemente, ma da queste parti succede spesso fortunatamente. Viaggio a Valencia da rifare, ecco perché…


cittù arti scienze valencia

La città delle arti e scienze a Valencia

Valencia si raggiunge facilmente con la principale compagnia di volo low cost, Ryanair vola nella città della Comunità Valenciana da diversi aeroporti italiani, da primavera ad autunno i voli sono più frequenti. Ma da un’occhiata anche alle offerte di Vueling!  Diversamente puoi cercare una buona offerta con SkyScanner.it L’aeroporto cittadino dista non troppo dal centro e conseguentemente il transfer in taxi non é particolarmente costoso, anche se è un peccato che non ci sia UBER qui.

Dove alloggiare con i bambini a Valencia

Per l’alloggio abbiamo scelto una casa vacanze subito fuori le mura del centro storico in posizione ben servita sia da mezzi pubblici che da negozi e supermercati. L’appartamento scovato su booking é carino, Victor, il proprietario é pure simpatico. Soggiorno con angolo cottura, servizio igienico, camera con due letti doppi, arredato stile rustico versus moderno, dotato di servizio wifi, é adatto a due adulti e due bambini. In alternativa a Valencia un buon hotel suggerito per le famiglie è Ad Hoc Carmen, peccato che al tempo della nostra visita fosse al completo.

Cosa fare a Valencia con i bambini

Ottocentomila abitanti non sono pochi, eppure questa città non pare estremamente affollata, il centro é piacevole da visitare a piedi e non troppo impegnativo per i bambini. Da non perdere il quartiere storico del Carmen, la Piazza della Vergine e la zona della Cattedrale, la piazza del Mercato e quella dell’Ayuntamento, la sala della Borsa della Seta (Lonja – fa parte tra l’altro del Patrimonio Universale dell’Unesco e questa è la pagina web in inglese) con le sue colonne tornite che si innalzano sino all’altissimo soffitto decorato a volte (edificio riconosciuto dall’Unesco quale patrimonio dell’umanità), quest’ultima sembra un castello con un piacevole giardino interno e piacerà sicuramente anche ai bimbi. Di fronte alla Lonja c’è il mercato coperto, fatevi un giro tra i banchi per scoprire i colori, i sapori e la vita quotidiana di Valencia, magari prendete anche qualche frutto per i bambini.

borraccia bambini

Borraccia da viaggio

Le attrazioni da non perdere per i bambini sono fuori dal centro storico. La prima sono sicuramente i giardini del Turia, il vecchio alveo del fiume cittadino il cui percorso é stato deviato per impedire le esondazioni e trasformato in un enorme parco. Qui, in un ambiente verde curato ed accogliente, si può passeggiare ed andare in bicicletta, ma c’è anche la casa della musica e il parco infantile Gulliver, riproduzione modernista del gigante del racconto di Swift, fornitissimo di enormi scivoli per bambini. A noi sono tornate molto utili le borracce da viaggio per avere sempre dell’acqua con sé, specialmente nelle giornate più calde.

Camminando ( un bel po’ ) verso sud lungo i giardini del Turia si giunge alla Città delle Arti e delle Scienze, questa è la pagina web in inglese, un complesso di edifici e spazi all’aperto con ampi specchi d’acqua progettato dall’architetto Calatrava, quello del discusso Ponte della Costituzione in cristallo a Venezia. Il colpo d’occhio arrivando dai giardini é notevole, pare una città del futuro, la mano scatta velocemente sulla custodia della fotocamera digitale per immortalare la prospettiva degli edifici che si riflettono sugli specchi d’acqua (attenti che i piccoli non gli scambino per una grande piscina). C’è il cinema IMAX nell’Hemisferic, L’Oceanografic, il più grande parco acquario d’Europa, il Museo delle Scienze, l’Umbracle adibito a giardino botanico, il Palazzo delle arti che é un edificio polifunzionale per eventi.

Noi abbiamo apprezzato particolarmente il Museo della Scienza che in un grande edificio vetrato ospita su più piani diverse mostre permanenti interattive ed esposizioni temporanee su temi scientifici e vari, al momento della nostra visita c’é n’era una sui super eroi della Marvel ed una su Star Trek particolarmente interessanti e divertenti per i piccoli che hanno potuto trasformarsi in giovanissimi Spiderman o sedersi sulla poltrona di comando dell’astronave Enterprise. Un buon deterrente per i bimbi é lo spazio attività e giochi interno, dove tra carriole, mattoni e giochi d’acqua possono trascorrere un po’ di tempo impegnatissimi.


L’Oceanografic é un acquario molto esteso, i percorsi suddivisi per ambienti marini e costieri sono in parte interrati ed in parte all’esterno, c’è la grande galleria di cristallo dove pare di stare in mezzo ai pesci ed il grande delfinario con gli spettacoli che si tengono più volte al giorno. Il colpo d’occhio é notevole, ci metterete una buona mezza giornata per una visita completa che comunque sarà in grado di soddisfare tutte le vostre curiosità sugli animali del mare, dei fiumi, dei laghi e delle coste.

Una vacanza a Valencia con bambini significa sicuramente anche Bioparc, il parco zoologico di nuova concezione nel quale gli animali non sono inseriti in gabbie ma in spazi aperti più a loro confacenti, Ne abbiamo parlato già in questo nostro POST oppure potete trovare altre informazioni in inglese direttamente sul sito del Bioparc di Valencia

Valencia é anche mare, dal centro si raggiunge la spiaggia con la metro ed una navetta bus di collegamento. Il litorale di sabbia é ampio, anche qui i piccoli viaggiatori potranno trascorrere dei momenti piacevoli di gioco e relax. Nella zona limitrofa del porto, dove sino al 2012 si é tenuto il Gran Premio di Formula 1 su circuito cittadino e nel 2007 l’Americas Cup, c’è un grande parco giochi all’aperto, pure con spazio palestra per i genitori più sportivi.

Per gli amanti della natura non potrà mancare una visita al Parco Naturale dell’Albufera, uno dei parchi naturalistici costieri più importanti in Spagna localizzato poco distante dalla città dove pare sia stata inventata la vera Paella.

Tirate le somme Valencia é una meta di valore, le attrazioni dedicate a tutta la famiglia sono numerose e di pregio, i bambini si divertiranno. La nostra proposta di viaggio stile city break é quella di trascorrevi almeno 4 o 5 giorni, con i bimbi, si sa, i tempi sono sempre più dilatati e le cose da fare-vedere sono parecchie.

Quando andare a Valencia con i bambini

Valencia è una città che gode di un clima particolarmente favorevole. Ciò permette di approfittare del sole per godersi gran parte delle attrazioni all’aperto. Il nostro suggerimento è per visitarla nel periodo che va da aprile a novembre, magari saltando i mesi più caldi, luglio e agosto. In ogni caso è meglio avere sempre con sé una buona crema solare e un cappellino, specie se si passa, dovutamente, dalla spiaggia della città.

Un evento a Valencia anche per le famiglie

 

A Valencia c’è spazio anche per i bambini: Las Fallas infantiles (questa la pagina web in spagnolo per vedere altre immagini della manifestazione)
Ogni anno a marzo a Valencia e dintorni ritorna la celebrazione di Las Fallas, Falles in valenciano. E’ una grande festa che inizia già i primi giorni del mese ed ha il suo culmine dal 15 al 19 marzo. Grandi festeggiamenti, botti e falò. Non tutti sanno però che esiste una Las Fallas dei bambini, creata proprio dai bambini stessi alla fine del 1900. I piccoli, per partecipare anche loro alla grande manifestazione, giravano per le case raccogliendo scatole di cartone, carta o semplicemente spazzatura da bruciare nel giorno di San José. Talvolta cercavano di raggranellare anche qualche spicciolo per comprare qualche petardo o i più fortunati qualche fuoco d’artificio.

valencia

Eventi a Valencia

La tradizione si é evoluta, oggi i bambini non mendicano più nelle case dei rioni, oggi nelle strade della città di Valencia si costruiscono questi Fallas dei bambini. Devono avere delle dimensioni contenute entro 3 metri massimo di altezza e di larghezza ed hanno come soggetto i personaggi del mondo delle fiabe, della fantasia, ultimamente quelli dei fumetti e dei cartoons alla tv. Un concorso parallelo a quello della gara principale premia la composizione migliore.

E’ molto piacevole scoprire a Valencia queste effimere sculture di cartapesta dedicate ai bambini girovagando per la città, una ragione in più per visitare questa splendida città in questo periodo dell’anno, destinazione già ricca di attrattive per tutta la famiglia.

9 Comments

  1. Avatar
    Elena says

    Ciao Giulia! Andremo a Valencia col bimbo a dicembre. Poco prima del suo primo compleanno! Grazie per i consigli, leggerò gli altri post sulla città! Certo il mio rospetto e’ piccolissimo e ancora non apprezza i parchi tematici, per esempio, ma spero di farlo divertire. E complimenti per lo stile del blog semplice e chiaro.
    A presto!
    La mamma del piccolo Emiliano

  2. Avatar
    Silvia says

    Ciao Giulia!
    Premetto che non abbiamo mai viaggiato tanto (purtroppo) e pensavo di organizzare una settimana a Valencia con mio marito e 2 bimbi (4 anni – 10 mesi).
    Hai qualche consiglio organizzativo da darmi e dirmi dove alloggiare?
    Dici che è fattibile come viaggio?
    Grazie intanto e tanti auguri per il nuovo anno che verrà 🙂
    Silvia

  3. Avatar
    Elena capitanelli says

    Ciao Giulia! Pensavamo di andare a valencia a novembre. L’hotel che consigli è già al completo purtroppo, ho visitato il sito di appartamenti e ne ho trovati diversi, ma volevo sapere se potevi consigliarmi qualche zona dove è più comodo prenotare.
    Grazie intanto😊
    Elena

    • bambiniconlavaligia
      bambiniconlavaligia says

      Ciao Elena! Prova Aparthotel Valencia dalle parti della Città delle Arti e Scienze

  4. Avatar
    Diana says

    Una meta a cui avevamo pensato!
    Con due bimbi, 1 anno e 4 anni, come ci si comporta col taxi? Si tengono in braccio?

    • bambiniconlavaligia
      bambiniconlavaligia says

      Sì purtroppo, a meno che non prenoti in anticipo e comunichi di volere il seggiolino, anche a Valencia

  5. Avatar
    Alessandra Mari says

    Ciao andremo a Valencia 5 giorni due adulti e due bimbi di 7 e 9 anni..stavo guardando per la tourist card e nn riesco a capire se sia effettivamente conveniente o meno… forse forse x gli ingressi al biparco o al museo oceanografico. Voi l’acevate fatta? Leggevo inoltre che ci si muove molto bene in bici ma anche x i piccoli è possibile noleggiare?
    Grazie
    Alessandra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.