Consigli
Leave a comment

Vacanze studio, quale scegliere

vacanze studio

Vacanze studio, ecco alcune dritte per sceglierla

Molte volte mi trovo a  confrontarmi con amiche le quali sono in procinto di scegliere una vacanza studio per i loro figli, ti ricordi te ne avevo giá parlato qui. Giá noi mamme siamo molto ansiose poi magari ci si mette che é la prima esperienza all’estero del figlio da solo, mille dubbi, mille paure ci attanagliano, ma poi cosa mai potrebbe succedere? Nulla se non che il tuo adorato figlio non impari la lingua come sperato.

Ecco qualche consiglio per scegliere una vacanza studio

Immergersi completamente nella lingua, cercate la soluzione in cui i vostri figli possano confrontarsi quotidianamente anche fuori dall’aula con persone di madrelingua. Li aiuterá a concretizzare quello che durante una vacanza studio impareranno sui libri e a rendere l’apprendimento della lingua una cosa fondamentale e non secondaria. Leggi qui

Evitare di farlo partire con dei connazionali. Lo so partire per lui/lei con l’amico e anche forse per te é una sicurezza, ma non c’é cosa peggiore di non creare in lui la necessitá di confrontarsi continuamente con gli altri. Solitamente le coppie o gruppi di amici si isolano e nelle ore fuori dall’aula parleranno l’italiano senza sforzarsi di parlare la lingua che dovrebbero apprendere.

Meglio farlo dormire a casa dalle famiglie piuttosto che in gruppo. Molte vacanze studio danno l’opportunità di far vivere il ragazzo all’interno di una famiglia che lo ospita, questo per lui vuol dir vivere la quotidianità con dei madrelingua, ascoltare 24 ore su 24 la lingua che sta imparando, stimolarlo al confronto e al dialogo continuo.

Non é una vacanza ma una vacanza studio, cercare di fargli capire già da casa che se vuole imparare veramente la lingua deve sforzarsi di studiarla, leggerla e parlarla anche al di fuori delle ore di aula. nessuno meglio di lui/lei può insegnarli la determinazione che permette di raggiungere un obbiettivo. Noi genitori possiamo aiutarlo fornendogli i mezzi ma poi dipende da lui

Socializzare e continuare a viaggiare anche al di fuori della vacanza studio creando delle situazioni in cui lui/lei possano parlare la lingua appresa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.