Blog
Leave a comment

Vacanze in Piemonte

vacanze in Piemonte

Estate tra le vette del Piemonte, tra sentieri profumati, bike park, trekking e tanta natura

Bellezza inalterata e montagne imponenti, vallate a perdita d’occhio e animali selvatici da avvistare, il Piemonte è una delle destinazioni migliori per apprezzare e vivere la natura montana in famiglia. Dalla Valle di Susa al Parco Nazionale del Gran Paradiso, dal Monte Rosa alle Valli di Lanzo alla Val Vigezzo (per citare solo alcune eccellenze), sono tantissime le esperienze da inserire nell’agenda di viaggio della prossima estate. Tutte vacanze in Piemonte kids-friendly, ovviamente.


Lanzo Torinese, porta d’accesso per le Valli omonime 

Lanzo è un borgo affascinante, a pochi chilometri da Torino, il cui centro storico è magicamente costruito sul Monte Buriasco. Abitato sin dai tempi dei Romani, Lanzo Torinese racchiude al suo interno, o nelle immediate vicinanze, piccoli gioielli da scoprire lentamente, assaporando la pace e il relax dell’ambiente montano. Una delle icone del borgo è senza dubbio l’Abbadia di Loreto, costruita nel ‘600, che ospita la famosa Madonna nera, donata da Margherita di Savoia. Piccola, ma molto bella, l’architettura esterna è semplice e quasi scarna, mentre al suo interno si trova un tripudio di affreschi, ex-voto e la statua della Vergine Nera.

Dintorni di Lanzo
Nei dintorni di Lanzo

Poco distante dal centro del paese, poi, merita una sosta il famigerato Ponte del Diavolo: costruito nel XIV secolo, la leggenda racconta che per ben due volte gli abitanti di Lanzo avessero tentato di costruire un passaggio sopra il fiume Stura, sempre senza successo. L’impresa riuscì solo dopo aver stretto un patto con il Diavolo, che in cambio chiese l’anima del primo essere vivente a transitare sul ponte. Gli abitanti, più astuti del demonio, fecero passare un cagnolino. Il Diavolo, adirato per essere stato giocato, sbatté le zampe sulle rocce lasciando così un segno del suo passaggio: le Marmitte dei Giganti.

Tra le escursioni da mettere in agenda, c’è senza dubbio quella che dà voce alla gastronomia locale. Ecco dunque che si può partire alla volta delle Valli di Lanzo, tra boschi incontaminati e prati verdeggianti, portando con sé (a scelta) tre diversi cestini per un picnic gourmet preparati dai ristoratori locali. Si va infatti dal Cestino Valligiano, a base di formaggi, salumi e pane di montagna, al Light Lunch, a base di piatto caldo e dolce, fino al Royal Menu, adatto per i più golosi, che includerà prelibatezze dall’antipasto al dessert. Un’idea carina per far stare i bambini in mezzo alla natura, ma senza rinunciare al gusto.

Per visitare questi luoghi c’è un buon B&B in zona. Si tratta del B&B LeTerrazze Boutique Hotel a Ciriè. Dispone di un grande appartamento per accogliere anche le famiglie e perfetto per le vacanze in Piemonte.

Val Vigezzo, natura ed emozioni in tutta sicurezza

Per le famiglie che cercano una vacanza attiva, immersi nella natura, la Val Vigezzo è una delle scelte migliori. Capace di combinare offerte di attività outdoor come trekking, golf, e-bike ed equitazione, a natura incontaminata, questa valle è la porta d’accesso privilegiata al Parco Nazionale della Val Grande che, con i suoi infiniti spazi e panorami mozzafiato, consente di stare a contatto con l’ambiente, evitando però gli assembramenti.

Val Vigezzo vacanze in Piemonte
Panorama in Val Vigezzo

Grazie a diverse tipologie di sentieri escursionistici (dai più facili a quelli un po’ più complicati), le famiglie con bambini troveranno una soluzione adatta alle loro esigenze. Passeggiando tra boschi di querce, aceri e faggi, si potranno anche scorgere i tanti animali che abitano questa valle, come camosci, cervi e caprioli, tra gli altri. Un’idea da valutare è, infine, l’evento L’alba al Trubbio che, con le dovute cautele, su prenotazione e a partecipazione limitata, prevede una gustosa cena tipica, suggestivi falò, musica e notte in tenda, oltre ad un’escursione guidata alla Cima Trubbio, dalla quale ammirare la magia del sorgere del sole.

Santa Maria Maggiore vacanza in Piemonte
Il centro di Santa Maria Maggiore

La base da scegliere, per vivere la Val Vigezzo, è Santa Maria Maggiore, piccolo comune ricchissimo di tradizioni e cultura. Bandiera arancione del TCI, il piccolo borgo montano custodisce segreti da scoprire, come il Museo Internazionale dello Spazzacamino, la Scuola di Belle Arti Rossetti Valentini in attività dal 1869 che, ancora oggi, offre corsi di pittura e intagli del legno, fino alla Casa del Profumo Feminis-Farina, che celebra l’Acqua di Colonia, nata proprio qui: vacanze in Piemonte profumate!

A Santa Maria del Borgo si può alloggiare con i bambini alla Guest House Le Vie del Borgo. Un’abitazione tipica e accogliente dove fare base per qualche giorno di vacanza.

Parco Nazionale del Gran Paradiso, dimora degli stambecchi – Vacanze in Piemonte

È il parco nazionale più antico d’Italia e si estende a cavallo tra Piemonte e Valle d’Aosta. Istituito per salvaguardare i suoi abitanti principali, gli stambecchi alpini, che venivano cacciati indiscriminatamente e per svariati motivi, il Parco Nazionale del Gran Paradiso è diventato, nel tempo, un’area protetta non solo per le specie animali, ma anche per la flora e i suoi stupendi paesaggi incontaminati. Laghi montani, vette imponenti, pittoresche cascate, ma anche animali che rischiavano l’estinzione come, per citarne alcuni, l’aquila reale, gli astori e le volpi.

Tra le innumerevoli proposte per le vacanze in Piemonte, un paio di idee piaceranno molto ai bimbi di tutte le età. Come quella del Centro Educazione Ambientale di Noasca, in Valle Orco, che propone tanti percorsi, tutti all’aria aperta, per imparare a scoprire nel migliore dei modi la natura, tra soggiorni didattici e corsi per tutte le esigenze e le età. Ai bambini piacerà molto passeggiare tra campi profumati, boschi centenari e costeggiare il torrente Orco, in grado di formare cascate scintillanti e magiche, vicino alle quali sarà d’obbligo scattare una foto.

Gran Sasso stambecchi
Stambecchi sul Gran Sasso ©renzo_guglielmetti archivio PNGP

L’arrivo delle escursioni è previsto nel piccolo borgo di Ceresole Reale, piccolo scrigno che custodisce monumenti e luoghi interessanti come il Vallo Alpino, il Museo Homo et Ibex, una ferriera medievale e tanto altro ancora. E se poi, persino Giosuè Carducci (che soggiorno qui a fine ‘800) le ha dedicato un’ode, ciò significa che Ceresole Reale merita senza dubbio una sosta. 

In alternativa, si può scegliere di ammirare la Valle Soana, partendo da Ronco Canavese, minuscolo borgo di appena 300 abitanti, con le sue chiesette medievali e la famosa fucina risalente al XVII secolo che ospita oggi l’Ecomuseo del Rame. Dal paesino, si dipanano diversi sentieri che serpeggiano lungo il Parco Nazionale del Gran Paradiso, con focus non solo su flora e fauna, ma anche su borgate storiche oramai pressoché abbandonate.

Valle di Susa, tra castelli e fortificazioni, trekking e percorsi in e-bike per le vacanze in Piemonte

Una delle valli più grandi del Piemonte, la Valsusa è una destinazione adatta a tutti, anche alle famiglie che viaggiano con bimbi molto piccoli. Il suo territorio, infatti, è accogliente e semplice da percorrere, sia a piedi che a bordo di comode e-bike. Tra i punti di partenza (e ritorno) per una vacanza tranquilla e rilassante, si può scegliere tra Avigliana, impreziosita dal Parco Naturale dei Laghi, Sant’Ambrogio di Susa, con la sua meravigliosa Sacra di San Michele, o ancora Villar Focchiardo, anticamera dello stupendo Parco Naturale Orsiera-Rocciavrè. Siccome le proposte attive sono davvero moltissime, abbiamo selezionato quelle che, secondo noi, sono le migliori da vivere con bambini al seguito. 


Per famiglie con figli adolescenti, un’ottima proposta è il Giro dell’Orsiera, che dura 6 giorni e si sviluppa all’interno del parco omonimo. Un trekking che unisce pianura a montagna, tra paesaggi di rara bellezza, boschi, natura incontaminata e panorami mozzafiato su Superga e Torino, Rocca di Cavour e Monviso. 

Valle di Susa
La Valle di Susa

Durante la camminata, si passa attraverso tappe molto importanti, anche a livello storico: fortificazione e abbazie, certose medievali e miniere di talco, incisioni rupestri e mulattiere. Ogni notte, poi, si trascorre in un rifugio diverso in cui si viene accolti da prelibatezze tipiche della zona.

Per chi invece viaggia con bimbi piccoli, dai 3 ai 6 anni, si consiglia di affittare una comoda e-bike e partire alla volta del tour cicloturistico “Paludi e Archeologia Industriale”. Dalla città di Avigliana, lungo un tragitto di circa 14 chilometri (per un tempo di percorrenza che varia da 3 a 5 ore, a seconda del numero di soste che si desidera fare), ci si muove alla scoperta delle paludi dei Mareschi di Avigliana, ammirando la flora e la fauna tipica di questi ambienti, come i falchi e gli aironi, le rane e i cinghiali, per poi proseguire alla volta della vecchia zona industriale con la visita dell’Ecomuseo del Dinamitificio, e proseguendo verso la Chiesa romanica gotica di San Pietro, dove si ammirerà anche la porta medievale e il piccolo cimitero monumentale. Per concludere in bellezza l’escursione, è altamente consigliato portare con sé un cesto con prelibatezze locali da consumarsi presso il suggestivo punto panoramico sul Lago Grande.

Forte di Exilles
Il Forte di Exilles

Infine, alcuni monumenti che piaceranno a grandi e piccoli, sono il Castello Arduinico di Avigliana e il Forte di Exilles. Il maniero, che sorge nei pressi del monte Pezzulano, venne costruito in epoca medievale per proteggere la valle dai frequenti attacchi dei saraceni. Ad oggi, ciò che ne rimane sono le mura esterne perimetrali e qualche torre di guardia. Nonostante sia in completo disuso, il castello mantiene però inalterata la sua austera bellezza e l’aura mitica che lo circonda. Il castello è sempre aperto e visitabile, in completa autonomia.


Il Forte di Exilles, invece, maestoso e dalla posizione strategica, si trova nel comune omonimo e racconta di un passato difensivo glorioso. Usato sia dai Savoia che dai francesi, la struttura ha pianta quadrangolare con tante torri e la sua posizione lo rende uno dei gioielli difensivi più belli del Piemonte. Storia a parte, questo forte è famoso anche per le innumerevoli leggende che lo circondano, come quella che racconta che vi fu rinchiuso niente meno che la Maschera di Ferro. Aperto da giugno a settembre, il costo del biglietto di ingresso che comprende la visita guidata è di 10 € per gli adulti e 8 € per i bambini.

Bussoleno è la località perfetta dove alloggiare per le vacanze in Piemonte in Valle di Susa. Il Mulino di Mattie è una piccola ma accogliente struttura dove fare base con la famiglia per scoprire le bellezze di questa valle.

B&B vacanze in piemonte
Il Mulino di Mattie

Vacanze in Piemonte – Foto in evidenza sopra di Elio Pallard CC BY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.