Blog
comment 1

Vacanza a Caorle a misura mamme e bambini

vacanza a caorle

Due mamme e tre bambini in vacanza a Caorle

E’ il secondo anno che io e la mia amica Arianna decidiamo di scappare dalla Brianza per farci una settimana di mare ad agosto con i nostri bambini A. di 6 anni, I. di 4 anni e L. di 6 anni. Cerchiamo soluzioni a prova di mamme sole con bambini, ovvero cerchiamo negozi comodi, mare vicino e spiaggia un po’ organizzata.
Ad agosto i prezzi purtroppo sono alle stelle! Cercando bene però si può trovare qualcosa a prezzi abbordabili, scegliendo ad esempio l’appartamento come soluzione piuttosto che un hotel. A noi piace anche di più come soluzione perché ci permette di avere orari liberi ed elastici, di stare in spiaggia fino a tardi alla sera, quando la temperatura è gradevole e la spiaggia si svuota!
Quest’anno la nostra scelta è caduta sul Veneto e su Caorle in particolare. In nostro aiuto è venuto il sito caorle.it tramite il quale abbiamo avuto un’ampia scelta di appartamenti a disposizione. Invece sul sito visitcaorle.com abbiamo preso spunti su cosa fare e vedere durante il soggiorno.
Caorle si divide in diverse località: Caorle centro, che a sua volta è divisa nella zona della spiaggia di Ponente e in quella di Levante, Porto Santa Margherita, Lido Altanea e Duna Verde.
Noi abbiamo optato per un appartamento in centro, in via della Serenissima quindi vicino sia al mare (spiaggia di Ponente) che alla zona pedonale dove si ha vita notturna e una grande varietà di negozi, supermarket, gelaterie, locali, ….

Vacanza a Caorle, il centro

Qui mi voglio proprio soffermare perché quando mi dicevano “Bella Caorle” non potevo immaginare proprio quanto fosse bella davvero! Passeggiando tra le casette colorate, i vicoli stretti, i negozietti bellissimi, la piazza Vescovado con lo splendido campanile cilindrico del XI secolo e il duomo di S. Stefano, …
Ci siamo persi nelle sue stradine di giorno ma la sera è il momento che abbiamo preferito, con la città vivace e piena di vita. La piazza è dominata dal campanile illuminato, che viene aperto per la visita: non perdetevelo perché con solo 3 euro ad adulto (bambini gratis) potrete avere una delle viste più belle sulla città tutta illuminata e se sarete fortunati come noi potrete ammirare la luna piena che si specchia nel mare! Una favola!
Perdete una mezzoretta del vostro tempo anche per entrare nel duomo adiacente, in stile romanico con influssi bizantini, ricco di affreschi, dipinti, uno splendido crocefisso , …
Se siete dei golosoni come noi avrete l’imbarazzo della scelta tra le innumerevoli gelaterie artigianali presenti! I nostri bimbi impazzivano per quelle fai da te, dove potevano crearsi la loro coppa personale arricchendola con frutta o dolcetti vari (si paga a peso). Per me il top è stato il gelato gusto liquirizia della gelateria Capo Nord, sul lungo mare, dietro il Municipio.

Vacanza a Caorle, passeggiata lungomare e scogliera viva di Caorle

Alla fine di Via della Serenissima, dove alloggiavamo, inizia la cosiddetta Scogliera Viva di Caorle, una delle più belle passeggiate lungo il mare che io abbia mai visto che porta fino alla antica chiesa della Madonna dell’Angelo.
Grazie ad una idea dello scultore trevigiano Longo, i massi della scogliera sono stati impreziositi da numerosi scultori di fama internazionale. Il risultato è una singolare galleria di sculture ricavate dai blocchi pietra posti a difesa dai flutti del mare: un museo all’aperto con insolite opere d’arte. Dal “trono” che ha fatto impazzire i nostri bambini, al grande naso, ai pesci enormi, la sirena, il sole, il ranocchio,…
Il mio consiglio è quello di percorrerla tutta, di sorridere e giocare coi bambini approcciandoli a qualcosa di simile ad un museo ma molto più divertente, e di arrivare fino al Santuario della Madonna, dal quale si gode una bellissima vista anche sulla spiaggia di Levante. Una sera abbiamo avuto la fortuna di vedere la luna piena riflessa nel mare dietro la Chiesa. Uno spettacolo!

Vacanza a Caorle, il mare e la spiaggia di Caorle

Il mare, bandiera Blu 2015, ci ha davvero sorpreso. Noi siamo stati solo nella spiaggia di Ponente; devo dire che nella nostra settimana il mare era limpido e pulito. Non era mosso e la temperatura di agosto invogliava a lunghi bagni sia alla mattina che al pomeriggio! Il mare era molto adatto ai bambini che hanno potuto nuotare senza problemi nelle sua acque calde. Col caldo di questa torrida estate abbiamo passato in ammollo parecchie ore!

Vacanza a Caorle e capitolo spiaggia… Noi avevamo l’ombrellone nella spiaggia comparto N. 3.
Parlo solo per questa e dico che non l’abbiamo purtroppo trovata molto organizzata. Il bagnino era spesso assente, l’apertura dell’ombrellone era a cura nostra (ogni giorno una lotta per due mamme perchè era pesante) non c’erano attività per i bambini (come invece avevamo trovato l’anno scorso in Riviera Romagnola) se non semplice baby sitting a parecchie spiagge di distanza e purtroppo ci sono stati dei furtarelli poco piacevoli…
Insomma diciamo che fosse stata una spiaggia libera era un conto, pagando invece un servizio di spiaggia organizzata l’unica cosa che si poteva avere a disposizione era l’uso di ombrellone e sdraio e niente di più. Quindi un pochetto di delusione ci sta…
Niente da dire invece sul bagnino del mare (come ci si è presentato il primo giorno) che ogni giorno vegliava a 38 gradi e umidità insopportabile sui bagnanti tipo Caronte in mezzo al mare!

La spiaggia di Levante l’abbiamo solo vista. Molto più ampia di quella di Ponente; chissà mai che potremo in futuro testarla? Magari in una futura vacanza a Caorle!

Vacanza a Caorle, I Casoni e la laguna di Caorle

I Casoni e la laguna, ovvero un altro mondo da scoprire! Li si può vedere in motonave o in bici o a piedi…. l’importante è solo non perderseli!
Basti pensare che alla laguna di Caorle, Ernest Hemingway, premio Nobel per la letteratura nel 1954, dedicò alcune delle sue pagine più belle nel libro ‘Di là dal fiume e tra gli alberi’.
Per questa escursione noi abbiamo scelto la motonave Arcobaleno in modo da poter vedere, oltre ai Casoni, anche la laguna e i suoi scenari mozzafiato. Abbiamo fatto i biglietti presso l’Ufficio informazioni di Caorle: il costo per gli adulti è di 15 euro mentre per i bambini dai 2 agli 8 anni è di 8 euro. La motonave parte dal porto dei Pescatori di Caorle al mattino alle 9.00 (da lunedi a venerdi) mentre al pomeriggio alle 14.30 ( da lunedi alla domenica). Conviene sempre andare là con un attimo di anticipo in modo da scegliere i posti tattici migliori (per noi quelli al piano superiore).

Se fa molto caldo consigliamo di portare un cappellino per ripararsi dal sole e dell’acqua da bere perché l’escursione dura circa 2 ore e mezzo.
La nostra avventura inizia con lo straordinario avvistamento di una razza! E chi se la sarebbe mai aspettata a Caorle? Gira attorno alla barca che è in attesa di partire per la nostra escursione. Capiamo subito che la giornata si prospetta interessante! I bambini sono già al settimo cielo!
La motonave parte e dopo aver superato il ponte mobile ci si trova immersi in una natura incredibilmente bella, un’oasi protetta di pace e tranquillità. Chilometri di canali navigabili (la motonave ne percorre 24 km), una folta e varia vegetazione che ospita centinaia di specie animali. Durante la navigazione ammiriamo tantissimi uccelli e ne scorgiamo tanti nascosti che fanno capolino dalla vegetazione.
I cigni la fanno da padrone. Ne avvistiamo parecchi e i bambini fanno a gara a chi ne vede di più.
Nella Laguna, le uniche tracce della presenza umana sono i caratteristici e rustici Casoni, le antiche abitazioni di canna palustre che venivano costruite ed abitate dai pescatori; solo una è attualmente abitata tutto l’anno ed è utilizzata proprio da un pescatore e proprio questa abitazione è quella che si può vedere dall’interno, guidati dal suo proprietario che gentilmente racconta come sia vivere all’interno di un Casone lontano dagli agi e dalle comodità della vita moderna.
Noi siamo stati fortunati durante questa vacanza a Caorle perché ci è stato permesso di accedere anche ad un altro Casone, dove il proprietario accudisce animali e al suo interno ha allestito un piccolo museo di oggetti del passato che è possibile ammirare.
L’escursione in motonave permette inoltre di arrivare dalla laguna al mare, potendo dare uno sguardo anche alla bellissima oasi naturalistica di Caorle alla foce del canale Nicesolo .

Vacanza a Caorle, in bici per Caorle

Grazie all’iniziativa del portale turistico caorle.it “Instagrammiamo Caorle”, abbiamo potuto partecipare al terzo evento dal nome “Spiaggia di Ponente”. Abbiamo preso le bici (le si può noleggiare ovunque, noi abbiamo scelto il noleggio Da Fiammetta in Viale Santa Margherita) e abbiamo percorso con bravissime guide (grazie Veronica!) un pittoresco tratto di argine del fiume Livenza, fino ad arrivare al traghetto che porta a Porto Santa Margherita. Una volta saliti sul traghetto ci siamo trovati in un altro mondo, molto più tranquillo rispetto a Caorle centro. La spiaggia è molto più stretta ma alle spalle domina il verde e la pace. C’è un’ampia pista ciclabile che collega Porto Santa Margherita, Duna Verde e Lido Altanea. Se cercate un pò di vita questi non sono i posti per voi… se cercate la pace… eccola servita! E’ il posto dove potrete averla in quantità! E’ piacevole fare un giro nella natura, staccare gli occhi dal mare per vedere cosa Caorle possa offrire di più.
Vi assicuro che se deciderete di lasciare la spiaggia e di prendere la bici per andare in esplorazione non rimarrete delusi! Perchè non scegliere magari di fare un giro alternativo alla barca tra i Casoni? Questo è il sito relativo al Parco della laguna di Caorle e Bibione

Vacanza a Caorle, in un attimo sei a Venezia

Se soggiornate a Caorle e avete voglia di qualcosa di alternativo, potete anche fare un pensierino sulla bellissima Venezia. In alternativa alla macchina, vengono organizzate giornalmente delle escursioni al costo di 25 euro a testa bus più vaporetto.

Vacanza a Caorle, il Parco Acquatico

Noi siamo rimasti solo una settimana e volevamo goderci il mare per cui non ci siamo andati. Ma ce ne hanno parlato molto bene. Quindi se vi va di fare qualcosa di alternativo sbirciate il sito di questo parco acquatico 

Vacanza a Caorle, mare e molto di più

Se ancora volete cercare qualcosa da fare in zona per una vacanza a Caorle non avete che da consultare un pò la rete. Come detto vari spunti li si possono trovare sui siti come visitcaorle.it. In alternativa fate un giro all’Ufficio del Turismo in Rio Terrà, 3 dove potrete ottenere informazioni e materiale per organizzare al meglio il vostro soggiorno.
In ogni caso il mio consiglio è di partire e di immergersi in toto in questa cittadina che offre un bel mare ma molto e molto ancora di più! Sono certa che non vi deluderà… anzi farà breccia nei vostri cuori proprio come è successo a noi!

1 Comment

  1. Pingback: Caorle Foto Festival - bambiniconlavaligia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.