LifeStyle
Leave a comment

Un viaggio sano e bilanciato con Yoga

yoga succhi di frutta

Ogni genitore sa benissimo che nello zaino del papà o nella borsa della mamma ci devono essere sempre le merende per i bambini e i ragazzi. Lo sanno benissimo anche loro, perché appena finiscono di correre al parco giochi o all’allenamento di pallavolo, vanno immediatamente a cercare qualcosa da bere e qualcosa da mangiare, per rimpiazzare le energie consumate nelle attività.

offerte viaggi gruppo vacanze bambini

Come sapete, alla normale routine casalinga abbiniamo sempre quella di viaggio, partiamo sempre molto spesso. Anche in questo caso è assolutamente necessario dotarsi di merende sempre a portata di figli. Prendo sempre in giro mia moglie perché la prima cosa che facciamo quando arriviamo in una nuova destinazione: andare al supermercato per rifornire tutta la famiglia di merende e succhi. Le dico sempre: “Dovresti scrivere un post solo con gli indirizzi dei supermercati in tutte le diverse parti del mondo che abbiamo visitato, da quelli più comuni a quelli aperti 24h su 24h.”. Tra l’altro abbiamo constatato con le famiglie che partecipano ai nostri viaggi di gruppo, che è un’abitudine abbastanza diffusa tra i genitori, pensavamo di essere gli unici!

In tutto questo nostro girovagare, abbiamo constatato come il succo di frutta sia un alimento che torna davvero utile in questi casi. Che si tratti di bricchetto o bottiglia, poi noi lo travasiamo nelle nostre borracce, e possiamo così averlo sempre a portata di mano. Ultimamente preferiamo i succhi di frutta senza zucchero, così i ragazzi possono berli a piacimento. Tra l’altro è un ottimo sistema per mantenere un’alimentazione bilanciata anche quando siamo in viaggio. Non è sempre facile trovare della frutta fresca in alcuni paesi, con il succo di frutta confezionato siamo anche più sicuri da un punto di vista igienico.

Nel nostro ultimo viaggio on the road negli Stati Uniti, siamo partiti da New York e siamo arrivati sono a Washington, passando da Baltimora e Philadelphia, ci siamo resi conto che la frutta in questo paese è un po’ un bene raro. Neppure nei grandi supermercati ci sono i grandi banchi come quelli ai quali siamo abituati nel nostro paese. C’è molto di pronto, frutta sbucciata o spremute, ma in questo caso i costi sono davvero alti. 

Mi viene in mente un altro tipo di viaggio, che può essere quello in Marocco, parliamo quindi di paesi caldi dove bisogna fare attenzione con l’acqua per evitare problemi. In questo caso un succo confezionato, meglio senza zuccheri aggiunti, è la soluzione migliore.  

Il bricchetto o la bottiglia la possiamo mettere anche nel bagaglio da stiva, non abbiamo mai avuto problemi di rotture, basta sistemarle in un sacchetto di plastica nel bel mezzo dei vestiti,  partendo così con una piccola scorta con i nostri gusti preferiti: pera e pesca! 

Insomma, avrete capito che in famiglia siamo tutti appassionati di frutta e di succhi di frutta. Dalla colazione al mattino, che per i ragazzi inizia proprio con il classico bricchetto Yoga, alla merenda al pomeriggio. Sono sincero, ne vado matto pure io, e con quelli senza zuccheri, non mi sento troppo in colpa per bere questa golosità quando lo desidero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.