LifeStyle
Leave a comment

Terme Slovenia: benessere per la famiglia

TERME SLOVENIA

Terme Slovenia: Benessere al top anche con i bambini

Quando arrivi in Slovenia è il verde che ti avvolge totalmente, con la sua vivacità e quel senso di rilassatezza che sa già di vacanza. Una strada bellissima che a circa un’ora da Lubiana conduce a Dolenjske Toplice, una piccola località termale sul lato sud orientale del paese. Semplice come dire Terme Slovenia.

Quello delle Terme di Krka è uno dei complessi termali diffusi di maggiori dimensioni, diversi alberghi in diverse località, non troppo distanti l’una dall’altra, fa eccezione solo la struttura di Strugnano vicino Portoroz – Portorose, tutte accomunate da un doppio filo conduttore, il benessere ed il fiume Krka che segna questo bellissimo territorio con le sue anse dove è possibile anche fare il bagno.

L’Hotel Balnea è la mia casa per un paio di giorni alle terme. Struttura 4 stelle superior si distingue per il design curato e impostato sull’architettura ecosostenibile. Il corpo principale, in stile moderno, è collegato da un ponte di cristallo ad una parte più antica, l’hotel Kristal in stile antico, un connubio quasi perfetto. Le camere sono ampie e spaziose, con terrazza sul parco, arredate in stile moderno e quasi tutte adatte ad ospitare comodamente fino a 4 persone. Ma cosa ha di particolare questo hotel da renderlo così interessante per le famiglie?

Le piscine sono certamente al primo posto, quelle interne e quelle esterne con acqua riscaldata. Si raggiungono percorrendo un affascinante tunnel vetrato. Una superficie ampia con le zone idromassaggio, le cascate d’acqua, tanti lettini dove rilassarsi al sole, in più la piscina esterna per i bambini con tanto di galeone pirata e un parco giochi sull’erba, poco distante. Per gli amanti del naturalismo c’è anche una terrazza discostata e riservata a loro. Divertimento e tanta acqua, ma ce n’è di più, soprattutto per mamma e papà.

Il settore delle saune dispone di sauna finlandese e sanarium, bagno turco, bagno giapponese, sauna alle erbe e piscina whirlpool. Ma benessere è anche Spa, massaggi e trattamenti estetici, un’esperienza fantastica quella di distendersi sul lettino a pancia in giù e lasciarsi rigenerare da mani esperte che si muovono sapientemente su schiena, gambe e piedi. Terme Slovenia da sogno!

Il parco che circonda l’hotel è il posto giusto dove sedersi su di una panchina a guardare i bambini, mentre si rincorrono sul prato o scendono velocemente dallo scivolo, godendo di questo spazio verde, approcciandosi magari ad una partita a scacchi con le pedine giganti, o semplicemente camminando. Mangiare in hotel è uno dei momenti importanti di una giornata, la colazione, abbondante, anche se forse avrei desiderato qualcosina di dolce in più, il pranzo e la cena dove scegliere tra diverse pietanze e lasciarsi tentare dai piatti della cucina internazionale e locale.

Ma l’atmosfera accogliente dell’hotel non è un buon motivo per non partire alla scoperta del territorio, la foresta vergine di Kocevski Rog (alla quale dedicheremo un successivo post) è una destinazione naturale di assoluto interesse per fare hiking e nordic walking. Oppure fare altre attività interessanti in zona come visitare il Castello di Otočec, una splendida dimora medioevale circondata dalle acque del fiume e trasformata in un Hotel di lusso, divertirsi nel vicino Parco avventura passando da un albero all’altro con passaggi aerei anche a misura bambino, giocare a golf su un campo a 18 buche tra i più quotati e belli, fare un giro nel centro storico della cittadina di Novo Mesto costruita su un’ansa del fiume Krka, fare un bagno alla fonte termale di Smarjeske Toplice, oppure infine, magari al ritorno, fermarsi a mangiare all’Ostarija di Dolenjske Toplice, cibi genuini a km 0 preparati dalle mani esperte di uno dei migliori chef della Slovenia.

Quando dico Terme Slovenia non posso fare a meno di pensare a queste destinazioni, che voglia di tornare con i bambini! Un tuffo in piscina, tanto relax, il tempo qui è veramente prezioso e può essere vissuto come merita. Devo ringraziare Cinzia Galletto, giornalista ed autrice del libro Il Viaggio Alchemico nella Geografia dell’Invisibile che ci ha accompagnato nella scoperta di questi luoghi speciali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.