All posts tagged: cosa vedere copenhagen

fiaba a Copenhagen

Copenaghen con bambini: una città da fiaba

Prima di visitare la Danimarca pensavo a quale incredibile genio avesse avuto Hans Christian Andersen nel creare delle favole come l’Acciarino Magico o La Sirenetta, incluso le ambientazioni così caratteristiche. Poi sono stato in Danimarca, a Copenaghen per la precisione, e ho compreso come Andersen si sia limitato a raccontare quello che gli succedeva attorno, certamente con guizzo creativo unico, ma questo paese, e specialmente la sua capitale, sono l’ambientazione perfetta per ogni storia che sa di fantasia e sogni, insomma una vera città da fiaba. Per visitare Copenaghen la stagione migliore è quella che va dalla primavera inoltrata al periodo prima della fine dell’estate. La città mostra così il suo lato migliore, il clima è molto più mite che nei mesi invernali e si vive l’esperienza al meglio. Anche se a Copenaghen una mantellina per la pioggia o un ombrello da viaggio si porta sempre. Come in ogni paese del nord che si rispetti, il tempo può cambiare anche nel giro di una mezzora, per fortuna d’estate poi torna sempre il sole. Ma quali sono le attrazioni …

viaggio a copenhagen

Viaggio a Copenhagen

Viaggio a Copenhagen, il primo giorno nella città della Sirenetta E’conosciuta come la città della Sirenetta, la bella fanciulla mezzo pesce e mezzo donna, creata da Hans Christian Andersen ( http://it.wikipedia.org/wiki/Hans_Christian_Andersen ) e resa famosa più recentemente con il nome di Ariel dal colosso Disney. Noi l’abbiamo visitata ad agosto 2014 e questo é il nostro diario di viaggio. Il nostro viaggio a Copenhagen ci porta nella città in un soleggiato pomeriggio di fine estate, il nostro albergo é il Danhostel Copenhagen City proprio in centro città, vicino al Parco Tivoli (lo stesso nome di quello di Lubiana). Parcheggiamo nelle vie limitrofe, per i non residenti il posteggio si paga ed oggettivamente non é proprio economico, lasciamo alla macchinetta circa 56 Euro per due giorni, fortunatamente riuscendo a pagare con la carta in quanto a così tante monetine non eravamo proprio preparati. Il tragitto verso l’ostello non é così lungo, si tratta di un moderno palazzo affacciato da un lato sul canale navigabile, entriamo. Un pullulare di ragazzi come ci si può aspettare in ogni …