All posts tagged: Berlin

Teufelsberg Berlin

Teufelsberg, la collina del diavolo a Berlino

Alla scoperta della Berlino segreta al Teufelsberg E’il classico luogo che appena arrivi pensi “ma cosa c’è qui da vedere?”, invece, poi ti stupisce e cattura inaspettatamente. Il Teufelsberg a Berlino ( http://berliner-teufelsberg.com/web/en ) è la collina del diavolo, una montagnola di 80 metri di altezza realizzata poco fuori la capitale, interamente con i detriti provenienti dalle case bombardate durante la seconda guerra mondiale, proprio nel bel mezzo della foresta del Grunewald. Sulla sommità, durante la guerra fredda, c’era una stazione di ascolto dei servizi segreti, si spiava cosa si faceva e diceva oltre la Cortina di Ferro, sembrano cose d’altri tempi, in fondo sono passati solo 26 anni dalla caduta del Muro di Berlino. Questo luogo è stato successivamente smantellato ed abbandonato, forse è stata la sua maggior fortuna, oggi è un contenitore pregiato di arte da strada (Street Art http://en.wikipedia.org/wiki/Street_art ). Già salendo, è impressionante pensare che stai camminando sulle rovine della storia, talvolta affiora pure qualche brandello di cemento dalla terra, memoria di un passato che non vuole e non deve farsi …

A Berlino, le piccole cose che stupiscono

Quei dettagli che rendono incredibile Berlino, anche per i bambini. Berlino è una città che mi affascina, quando arrivi qui pare che tutto funzioni a perfezione, un orologio che non perde un secondo, non svizzero, tedesco, e di fatto pare proprio che sia così. Atterri all’aeroporto di Schoenfeld, prendi la S-Bahn (metropolitana di superficie), che è connessa con la U.Bahn (quella interrata), ed in poco più di 30 minuti sei in centro. L’unica pecca è che le macchinetta per fare il biglietto non accetta la Visa, solo Maestro sigh e rischi di restare appiedato se non hai le monetine in tasca. Come si dice “sappiatelo”. In ogni caso il collegamento con il centro è eccellente. Le stazioni della ferrovia seguono i punti cardinali, sono proprio come quelle del monopoli, nord, sud, est, ovest, straordinario! Sulla metro la mappa della rete non è sulle pareti, dove uno pensa sia la collocazione più confacente, è sul soffitto della carrozza. Sul treno si sale con la bicicletta, pure i piccoli, chi vuole con i cani, c’è pure chi, …