Blog
Leave a comment

Sicilia Sud, alla scoperta di Pachino e Capo Passero

sicilia sud

La Sicilia Sud più vera, siamo andati fino a Pachino

Sicilia Sud, difficile descrivere una terra con così tanta storia e con così tante tradizioni. La natura prepotente si mostra in ogni sua varietà regalando profumi e colori che vi lasceranno a bocca aperta, questo è quello che vi troverete di fronte andando a visitare la Sicilia, Sicilia Sud.

Oggi vi vogliamo portare nella punta più estrema della Sicilia, tra Pachino e Capo Passero. Alloggiamo non molto distante da qui in un delizioso b&b con piscina Villa Aurea a Ispica. Il proprietario, persona molto gentile ci indica cosa andare a vedere nelle vicinanze, e quando ci nomina Pachino e Capo Passero decidiamo che quelle saranno le nostre prossime mete.

Pachino rappresenta il perfetto modello della cittadina siciliana. Piazza quadrata centrale con i vialoni di alberi tutt’attorno, la grande cattedrale che si affaccia e il bar del Paese (e che bar!), questo è quello che scrivono nella loro introduzione:

La pasticceria siciliana è uno degli aspetti più antichi della nostra cultura: ogni dolce racconta la storia dell’isola, le tradizioni e le usanze delle famiglie contadine che preparavano ricette beneaugurali in occasione di speciali ricorrenze, la certosina manualità delle monache di clausura, la traccia indelebile della dominazione araba che ha lasciato in eredità l’uso del pistacchio e della mandorla, della cannella e del miele…

Una piccola sosta al parco giochi dove far divertire i bambini posta in un’angolino della piazza diventa subito un pretesto per socializzare e giocare assieme ai nuovi amici, mentre noi osserviamo la banda cittadina, i cui membri sono elegantissimi, suonare perfettamente delle musiche locali. L’Atmosfera è molto suggestiva, sembra di essere in un film. Questa pausa non può essere tale senza il caffè! Entrare nel bar del paese, Caffè al Ciclope, e uscirne indenni senza aver comprato nulla impossibile, il banco dei dolci è davvero invitante. Avrei comprato tutto! Ma mi accontento di una sfogliatella e un cannolo e due semplici cappuccini (i dolcetti dovevano essere per i bimbi…ma secondo voi chi li ha mangiati?). Divini! Non ho mai mangiato una delizia simile! Ve lo consiglio.

Dopo questa pausa ristoratrice, montiamo in auto, destinazione Capo Passero. Nel tragitto vedo un camion che vende pomodorini pachino, un bel sacco pieno, e c’è li mangiamo come fossero delle ciliegine. Interessante anche scoprire qualcosa di più su questo prodotto, se siete interessati a delle ricette di cucina questo è il link giusto http://pomodoro.igppachino.it/index.php/varie/chefs

Passero è un piccolo promontorio raggiungibile solo a piedi. La vicinanza al mare inizia a farsi sentire, il profumo portato dal vento è davvero inebriante. Camminiamo lungo un piccolo sentiero che si apre in una spiaggia dorata.

Capo Passero lo vediamo in lontananza, il suo splendore è davvero ammaliante. Ma la stanchezza dei piccoli inizia a farsi sentire, ci accontentiamo di giocare gioiosi sulla spiaggia, costruire un piccolo castello e lasciare le nostre impronte.

Le tradizioni, la cultura, la cucina, in Sicilia sono visibili in ogni angolo. Vi assicuro rimarrete affascinati da questa terra!

P.S. Vi consigliamo di non visitare solo le classiche mete turistiche ma di scoprire la Sicilia tradizionale, cartina alla mano, è proprio lì che conoscerete il cuore di questa calda terra! Tra i piccoli paesi ed il calore della gente, la gente vera di Sicilia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.