Consigli
Leave a comment

Gli effetti positivi degli animali su adulti e bambini

animali da compagnia

Ci fa piacere ospitare sulle pagine del nostro blog Patrizia con questo interessante articolo sul mondo degli animali. Scoprite il suo blog con il link a fondo pagina e leggi l’articolo di Giulia su come volare con il cane.

RAPPORTO UOMO-ANIMALI: UN ARRICCHIMENTO PER LE NOSTRE VITE

Rapporto uomo-animali: è uno di quei temi che via via sta acquisendo sempre più interesse, tra gli studiosi (vedi la zoo-antropologia e le branchie scientifiche che essa comprende: antropologia, zoologia, etologia, psicologia, medicina e veterinaria), ma soprattutto nell’opinione pubblica. Questo perché la concezione di animale è fortemente cambiata nel corso del tempo, nei secoli ma principalmente negli ultimi anni; stanno man mano diffondendosi e rafforzandosi ideologie che vedono gli animali come protagonisti, movimenti animalisti che si battono a tutela dei diritti di specie diverse da quella umana.

Gli animali non sono più visti solo in funzione della loro utilità, ma anche come compagni di vita, non sono più concepiti come cose-oggetti-proprietà, ma come esseri viventi, con un proprio linguaggio, comportamento, temperamento, con le loro proprie esigenze.
Agli animali è stata riconosciuta la capacità di provare emozioni, con la “Dichiarazione di Cambridge sulla coscienza” sottoscritta da alcuni scienziati nel luglio del 2012, ma non sono invece necessari studi per confermare la loro capacità di creare in noi esseri umani altrettante emozioni.

Non a caso il numero dei pets è cresciuto in modo esponenziale negli ultimi decenni: sempre più animali abitano nelle nostre case, condividono la nostra quotidianità, fanno a pieno titolo parte delle nostre famiglie. In loro vediamo la semplicità, l’umiltà, l’istinto e la spontaneità che in noi esseri umani spesso manca, sanno regalarci affetto e attenzione a prescindere dalle circostanze, colmano i nostri momenti di solitudine. Accarezzare un animale aiuta ad allontanare lo stress accumulato durante la giornata, giocare con il proprio amico a quattro zampe rappresenta un’occasione di svago, passeggiare col proprio cane è un giusto pretesto per svolgere attività fisica e magari socializzare con altri proprietari nei pressi di un’area cani al parco.

cane da compagnia

I cani sono tra gli animali da compagnia più diffusi

Insomma, l’effetto positivo che gli animali svolgono su noi esseri umani è ormai indiscutibile, soprattutto a livello mentale. Ed è proprio su questo concetto che si basa la pet-teraphy, una disciplina medica che sta prendendo piede in un numero sempre maggiore di strutture (associazioni, ospedali, case di riposo, centri di riabilitazione), anche in Italia: si basa sull’impiego di animali (pur preferendo definirla “cooperazione”) per aiutare i pazienti a riacquistare un proprio equilibrio psico-fisico; è sorprendente soprattutto l’effetto che ha sui bambini ospedalizzati che, oltre a combattere con la malattia, si vedono allontanati da quella sicurezza che solo tra le mura di casa e circondati dai propri affetti riescono a percepire.

Sempre in ambito infantile, è stato inoltre dimostrato come la crescita con un animale svolga un’azione positiva sullo sviluppo psico-fisico del bambino: il prendersi cura di un altro essere vivente aiuta a sviluppare un maggior senso di responsabilità, di rispetto e sensibilità nei confronti di ciò che è diverso, a conoscere e dare importanza ai bisogni altrui, ad avvicinarsi al mondo della natura. 

Proprio per questo rapporto sempre più inscindibile con i nostri animali domestici, spesso noi proprietari trascuriamo però un aspetto tutt’altro che secondario: per il fatto che dividono con noi tempo e spazi, tendiamo ad “umanizzarli”, ad interpretare i loro comportamenti appunto in chiave umana, ad accantonare la loro diversità; pretendiamo di essere capiti e di ricevere risposte coerenti alle nostre aspettative. Un atteggiamento del genere invece può facilmente creare forti incomprensioni tra noi ed il nostro amico a quattro zampe, sviluppando in quest’ultimo ansia, stress, paure, emozioni negative che si possono trasformare in veri e propri disturbi comportamentali.

Adottare un animale non deve quindi essere visto solo come un piacere, ma soprattutto come un atto di responsabilità nei confronti di un’altra vita e nel rispetto della sua diversità: purtroppo viene fortemente sottovalutata, da parte di noi proprietari, l’importanza della conoscenza delle reali esigenze dei nostri amici a quattro zampe, che vanno al di là dei loro bisogni fisiologici: prima di decidere di adottarne uno, bisognerebbe conoscerne l’etologia, il linguaggio. Perché i nostri animali ci “parlano”, comunicano con noi, sono in grado di trasmetterci ciò che provano, ma spesso siamo noi a non essere capaci di cogliere i loro messaggi.

Se gli animali fanno parte della vostra vita o siete semplicemente curiosi di conoscere il loro mondo, potete intraprendere questo viaggio con me seguendomi su “Pat e i suoi amici animali” scopri il suo blog https://pateisuoiamicianimali.wordpress.com/author/pateisuoiamicianimali/

Patrizia Sauria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.