Blog
Leave a comment

Plitvice e Rastoke: 2 tappe da sogno in Croazia

Plitvice Rastoke Croazia

Quando pensiamo alla Croazia siamo abituati a pensare al mare, alle isole, alle spiagge, decisamente meno a questo paese come meta per un viaggio tra attrazioni naturali e paesaggistiche di incredibile bellezza, ma lontano dal mare però. Ma la Croazia riserva delle sorprese all’interno del suo territorio. Plitvice e Rastoke sono due mete imperdibili, la prima per la bellezza di un grande complesso di laghi e cascate, il secondo per le tipicità del luogo rimasto quasi immutato nei secoli, testimonianza di un passato dove acqua e mulini creavano l’energia per realizzare molte cose.

Visita ai Laghi di Plitvice

Il complesso dei Laghi di Plitvice è molto grande, la visita impegna una giornata intera, e forse non basta per vedere tutto, specialmente se si vuole visitare il parco con i bambini. Premettiamo una cosa, lasciate perdere i passeggini, ci sono tanti percorsi su passerelle, scale, discese e salite, potreste utilizzarlo solo nella parte bassa dei laghi e dovreste lasciarlo là per proseguire. Meglio attrezzarsi con zaino come questo, una fascia o altro, oppure scegliere dei percorsi ridotti.

I percorsi sono adeguatamente segnati e ci si può comunque procurare una mappa all’ingresso del parco. Le entrate sono due, una più in alto ed una più in basso, il nostro suggerimento è di optare per l’ingresso alto, lo scenario dei laghi e cascate da sopra, già appena oltrepassate le casse, è di una straordinaria bellezza, noi ne siamo rimasti colpiti. In entrambi gli ingressi ci sono parcheggi, a pagamento, e chioschi per procurarsi qualcosa da mangiare e bere, meglio procurarsi una bottiglietta d’acqua o riempire le borracce, sempre utili con i bambini.

plitvice laghi

I laghi di Plitvice dal sentiero superiore

Cosa vedere ai Laghi di Plitvice e come visitare il parco

Tutto, o quasi. Gli scenari che si susseguono camminando con un trekking leggero lungo i sentieri segnati o le passerelle di legno, sono di una bellezza spiazzante. Il colore dell’acqua nei laghi, le cascate, il rumore dell’acqua costantemente presente. E’ una destinazione di tipo naturalistico di incredibile bellezza, ne resteranno affascinanti anche i bambini oltre che voi.

Per connettere le diverse parti e percorsi del parco di sono due linee di traghetti sul grande lago basso principale, l’uso è compreso nel biglietto d’ingresso, ma attenzione che non si possono fare più tratte di quelle permesse, chiedete all’ingresso. Per ritornare all’ingresso alto da quello più basso c’è anche un comodo trenino che vi risparmierà un bel pezzo di strada quando a fine giornata vare parecchio stanchi.

Plitvice percorsi

Sulle passerelle di legno

Per raccontare Plitvice servono più le fotografie, che alleghiamo, rispetto alle parole. Ad ogni percorso c’è qualcosa di nuovo da vedere, un torrente, una cascata o una cascatella, un lago turchese, la natura da il suo meglio in questo posto. Su questa pagina trovi alcuni spunti per scegliere il percorso più adatto a te e alla tua famiglia.

Ricordatevi che non è possibile fare il bagno e valgono le comuni regole di rispetto nei parchi naturali, sono vietati chiaramente i droni, anche se di piccole dimensioni. Vietato raccogliere souvenir, disturbare gli animali, noi abbiamo visto rospi, pesci e pure una vipera d’acqua), uscire dai percorsi segnati. Se vi va di fare delle belle foto ad uso personale portatevi un cavalletto e arrivate al mattino molto presto, poi arrivano le comitive di asiatici che sono ovunque, pure nelle vostre foto migliori. Attenzione che dalla parte bassa lato ingresso alto c’è un percorso che sale con delle scale e vi permette di fare un percorso panoramico. Bellissime le viste che si aprono sui laghi ma è una bella sfacchinata con i bambini salire sino alla sommità e poi ridiscendere per prendere il traghetto. Se ci siete abituati invece: no problem.

Per mangiare ci sono le zone dedicate ai picnic ma anche un grande ristorante davanti al lago in corrispondenza degli imbarchi per i traghetti e l’ingresso basso, i prezzi sono nella media per un’attrazione turistica come questa. Il parcheggio lo abbiamo pagato circa 10 Euro direttamente alla macchinetta al parcheggio. Per arrivare è meglio di tutto farlo con la propria auto, o auto a noleggio. Più veloce, più facile, i mezzi di trasporto pubblico non sono proprio il massimo, in ogni caso su questo sito trovate gli orari dei collegamenti extraurbani http://www.akz.hr/ .

L’ingresso costa da 55 a 150 Kune (circa da 8 a 21 Euro) per gli adulti, a seconda del periodo dell’anno, chiaramente in luglio e agosto si paga parecchio, ma l’attrazione naturalistica li vale tutti. I bambini dai 7 ai 18 pagano circa la metà, sotto i 7 anni l’ingresso è gratuito, dobbiamo fare i complimenti alla Croazia per questo.

Visita a Rastoke

Questo luogo straordinario l’abbiamo scoperto proprio perché abbiamo scelto di alloggiare in un appartamento a Slunj, poco distante, carino l’alloggio tra l’altro, anche se in un palazzo molto semplice, puoi darci un’occhiata seguendo il link di prima.

Rastoke Croazia

Il villaggio di Rastoke

Rastoke è un villaggio caratteristico, con edifici in legno e pietra, tantissimi corsi d’acqua e vecchi mulini. Pare di essere in Olanda solo che la forza qui è data dalla corrente d’acqua non dal vento. Tanti isolotti, piccole cascatelle, sempre un paese fuori dal normale ed è veramente bellissimo. Bastano un paio d’ore per visitarlo ma vi stupirà certamente, così come è stato per noi. Impossibile resistere a scattare un bel po’ di foto, ma anche sedersi in un locale con la terrazza sull’acqua e godersi lo scenario.

I bambini apprezzeranno sicuro la tipicità del luogo ma attenzione, specie se piccoli, che non vadano a finire in acqua, specie nei mesi non estivi, qui fa abbastanza freddino e la temperatura dell’acqua non è proprio da terme.

corsi d'acqua rastoke

I corsi d’acqua a Rastoke

L’unica nota negativa forse è il grande ponte in calcestruzzo alle spalle del paesino, ma quando ci siete dentro manco lo vedete. Si lascia l’auto al posteggio a pagamento sopra, portatevi le monetine in Kune, e scendete a piedi. Visitare Rastoke non costa, ma fermarsi a mangiare in un locale o prendere un souvenir aiuterà certamente la comunità locale a mantenere questo posto immutato, così come lo è stato per tanto tempo. Volendo si può anche dormire in una delle casette sull’acqua come questa, un’esperienza decisamente indimenticabile.

Poco distante abbiamo mangiato alla sera in una Gostilna con un piccolo parco giochi all’esterno, bene e pure a buon prezzo, il nome è Restoran Pino, carne speciale per gli amanti. Se non vuoi pagare il bollino per l’autostrada slovena leggi i nostri consigli.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookPin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *