Parchi
Leave a comment

Playmobil FunPark a Zirndorf, Baviera e Malta

playmobil funpark

Playmobil Fun Park: parco divertimenti a misura famiglia

Vedere giocare i bambini é una cosa che ci ha sempre entusiasmato, guardarli mentre costruiscono qualcosa o si immedesimano in personaggi di fantasia, quando tra coetanei inventano storie impossibili, e una sciarpa o una benda sull’occhio sono sufficienti a trasformarli in un terribile pirata, una semplice bacchetta di legno in una fatina luccicante. Quella foga che mettono nel gioco, quella tranquillità e felicità che traspare dai loro occhi é uno spettacolo impagabile, questa é la fortuna di essere genitori, la gioia di stare con loro rivivendo, in loro e con loro, le nostre emozioni dell’infanzia. E la Playmobil pare che lo sappia.

Di luoghi adatti a far giocare i bambini, per fortuna, ce ne sono abbastanza. Tra i nostri pellegrinaggi turistici abbiamo scoperto una destinazione che ci ha affascinato particolarmente, per il progetto della struttura, per la realizzazione, l’attenzione al mondo del bambino e i servizi offerti a tutta la famiglia, ma soprattutto perché ci ha divertito, molto.
Playmobil è il marchio conosciuto in tutto il mondo per la produzione di giocattoli per bambini caratterizzata dalle figure in miniatura e il loro avventuroso mondo fatto di animali, fattorie, centrali della polizia e dei pompieri, castelli, cantieri, etc.. .In prossimità agli stabilimenti di produzione dei giocattoli, l’azienda Geobra Brandstätter, proprietaria del marchio Playmobil, ha realizzato delle strutture per bambini e famiglie in forma di parchi divertimento coperti e scoperti incentrati sul mondo dei divertenti omini colorati. Ciò è avvenuto a Zirndorf vicino Norimberga (qui le info sulla città e su dove dormire) in Germania, a Malta, a Fresnes vicino Parigi in Francia, a Palm Beach in Florida, Stati Uniti, ad Atene in Grecia. Noi abbiamo visitato il Playmobil funpark di Zirndorf e quello di Malta, questo è il racconto della nostra esperienza.

Playmobil FunPark a Zirndorf Baviera

Siamo stati 2 volte a Playmobil FunPark e questo è il resoconto, la prima volta con i bambini piccoli, la seconda con i bambini grandi.

I pupazzetti colorati qui diventano a misura d’uomo e preannunciano l’ingresso al parco Playmobil Fun Park con tanto di mura merlate e ponte levatoio. Il ticket è a misura di ogni portafoglio, circa 11 euro in alta stagione, fino tre anni i bambini non pagano. Oltrepassati i cancelletti della cassa e dotati i piccoli visitatori di braccialetto anti-smarrimento, fornito gratuitamente e quasi indispensabile, l’attenzione viene subito carpita una grande autogru, pare vera, riproduzione gigante di quella giocattolo, poco distante il cantiere edile. Qui una moltitudine di bambini sono super indaffarati tra pale, meccanismi di caricamento e scivoli di scarico, tubi e finto pietrisco, modellini di scavatori e pale meccaniche. Il divertimento sul volto impegnato dei bambini al lavoro è più che evidente. Poco distante una prima sala al coperto è dedicata allo svago dei bimbi più piccoli tra costruzioni e serie di giochi 0/3 mentre i fratelli più grandi sono al lavoro su costruzioni più complesse.

Playmobil FunPark interno

La struttura indoor del Playmobil FunPark

Siamo solo all’entrata ma i piccoli guizzano velocemente da un gioco all’altro super interessati. Staccati i bambini dal cantiere, con qualche difficoltà, ci incamminiamo verso gli altri settori. La prima tappa è alla fattoria dove nella stalla, qui tutto lo ricordo è una ricreazione a dimensioni naturali dei giochi originali Playmobil a scala ridotta, i bambini si prodigano nella cura dei cavalli (finti), che possono strigliare con apposite spazzole, o nella mungitura delle mucche, con tanto di secchio per raccogliere il latte, chi non trova posto nella cura degli animali si può arrampicare in sicurezza nel fienile e scivolare giù attraverso un lungo tubone.


L’itinerario continua, chiaramente lasciando i bambini sperimentare i giochi che più li attraggono, attraverso il villaggio del far west, con carrozze, cavalli, diligenze, e c’è pure la miniera d’oro dove i bimbi, setaccio alla mano, si destreggiano nella ricerca di pepite d’oro che gli permetteranno di conquistarsi una medaglia ricordo. Per i più piccoli non mancano gli spazi riservati con vasche di sabbia coperte da tendaggi per proteggerli dal sole.

Una rete di ruscelli d’acqua vera, impossibile far star fuori dall’acqua i bambini che ci sguazzano con i piedi divertendosi come matti tra chiuse e ponticelli, conduce verso il castello. Torri, mura merlate da scalare con apposite reti, troni di legno per sentirsi un piccolo re e fare qualche foto, scivoli e percorsi avventura caratterizzano questo settore. Ma c’è ancora tanto da vedere e allora via, verso la zona con i giochi d’acqua. Qui una grande arca di Noè introduce ad una serie di vasche, di due altezze diverse a seconda dell’età, che permettono ai bambini, possibilmente dotati di grembiulino protettivo impermeabile, di giocare con barchette, traghetti, navi, sommergibili, mostri e pesciolini, sfogando quel desiderio che avrebbero voluto impiegare giocando nel lavandino di casa vostra.

villaggio far west

Il villaggio far West a Playmobil FunPark

C’è tempo ancora per il villaggio africano e jungla con capanne e percorsi sospesi, poi si va alla grande nave dei pirati alla quale si accede percorrendo una stretta passerella o una specie di ponte tibetano, lasciate andare i bambini da soli se l’equilibrio non è il vostro forte. Sul grande specchio d’acqua anche zattere per transitare da una parte all’altra tirando una fune a forza di braccia o da spingere con pagaie e bastone, anche qui, per evitare bagni fuori stagione ricordatevi l’equilibrio! Le risate sono assicurate.

zattera naufraghi Playmobil FunPark

Sulla zattera dei naufraghi nella baia dei pirati

All’interno del Playmobil Funpark c’è spazio anche per la Scuola di Polizia, un grande percorso per automobiline a pedali, divertentissimo anche per qualche adulto, la baia dei delfini (rigorosamente di plastica), un grande negozio di piante e fiori.

scuola polizia Playmobil FunPark

Il percorso per auto a pedali alla scuola di Polizia del Playmobil FunPark

Sulla strada incontriamo ancora, e sperimentiamo, strutture per arrampicarsi, giochi d’acqua e megascivoli in acciaio. La struttura centrale coperta ci lascia stupefatti. Una specie di nuovissimo palazzo dello sport, tutto in acciaio e vetro, adibito a spazio giochi ed intrattenimento dei bambini oltre a bar e fornitissimo ristoro self service, anche con tavoli all’aperto.
All’interno una distesa di settori allestiti a tema, pirati, costruzioni, principesse… tutto a dimensione reale con ripiani e seggiolini per permettere ai bambini di giocare con una miriade di giocattoli Playmobil mesi a libera disposizione dei piccoli ospiti, mai vista una cosa simile!

Playmobil Fun Park

Playmobil Fun Park giochi indoor

C’é rimasta nella memoria l’immagine dei giovani addetti che raccoglievano migliaia di pezzi dei giochi rimasti sparsi a terra e li ricostruivano consultando le istruzioni sul pc. C’è posto anche per un percorso sospeso tra gli alberi con scivoli ed un palco dove ad orari prefissati si svolge l’animazione per i bambini. Questa struttura coperta garantisce il gioco dei bambini anche in caso di pioggia, é pure un toccasana per i genitori che possono rilassarsi bevendo un caffé e mangiando una fetta di torta mentre i bambini si calmano un po’ giocando tra castelli, fortini western o la fattoria. All’uscita un fornitissimo spazio vendita con le ultime novità e numerose offerte, é inoltre possibile consultare il servizio clienti se per caso si sono smarrite di qualche gioco. Il parco, facilmente raggiungibile nella prima periferia di Norimberga, seconda città della Baviera é dotato di un attigua struttura alberghiera ma anche di un parcheggio riservato ai camper.

Si puo’ mangiare al Playmobil FunPark?

Si certo ci sono bar, chioschi e ristoranti. I prezzi sono nella media per trattarsi di un parco a tema, ottime le offerte dei menù bambini a circa 6 Euro compreso bevanda e giochino Playmobil. L’acqua minerale in Germania costa come e forse più della birra ;), dotati di una o più borracce da viaggio, noi le troviamo utilissime per non spendere un capitale in bevande. Al parco ci sono diverse fontanelle dove riempirle.

Dove dormire per andare al Playmobil Fun Park

C’è l’hotel dedicato direttamente in struttura ma noi abbiamo scelto di alloggiare nella vicina Norimberga presso l’ostello per famiglie Jugendherberge. Si trova vicinissimo al castello ed è veramente carino!

Come raggiungere il Playmobil FunPark in Baviera

Il parco si raggiunge in circa 25 minuti d’auto dal centro di Norimberga. E’ geolocalizzato perciò lo troverai facilmente sul navigatore di Google Maps.

Il parco dispone di più parcheggi coperti a pagamento, il costo è di 5 Euro per tutta la giornata, conserva il biglietto e paghi alla cassa automatica prima di montare in auto. Se arrivi presto, lungo la strada che conduce all’ingresso del parco, ci sono alcuni posteggi liberi scoperti.

Playmobil Funpark a Malta

Anche sull’isola maltese c’è una fabbrica Playmobil, e dove c’è lo stabilimento c’é pure il fun park. Qui le dimensioni sono proporzionalmente ridotte ma il concetto di base é lo stesso, castello all’ingresso, parte interna con i giochi da tavolo ed un palco per l’animazione, parte esterna con i giochi all’aperto, un bar ristoro per rilassarsi mentre i piccoli giocano, divertenti i piccoli muffin con l’immagine degli omini Playmobil, negozio all’uscita. Simpatici le figure a dimensioni naturali con i vestiti tipici maltesi, compreso quello del Gran Maestro dell’Ordine di San Giovanni. L’ingresso costa solo € 1,20 per gli adulti ed € 2,40 per i bambini.

I parchi sono sempre un’attrattiva per tutti i bambini, anche per i grandi, qui non abbiamo trovato montagne russe mozzafiato o attrazioni fantasmagoriche, qui i protagonisti sono i bambini, i loro accompagnatori e sopra ogni altra cosa il gioco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.