Consigli
Leave a comment

10 regole per organizzare un viaggio da soli senza sbagliare

organizzare un viaggio

Come prenotare un viaggio in autonomia senza incappare negli errori più comuni: voli, hotel e assicurazione.

Organizzare un viaggio da soli è spesso il sistema migliore per risparmiare, questa è la prima motivazione che spinge le persone a passare dall’agenzia al fai da te, lo abbiamo fatto e lo facciamo tuttora anche noi. Ma organizzare un viaggio in autonomia è anche dover far attenzione a tutti quei dettagli che potrebbero rovinare il viaggio, e che magari non si conoscono. In questo post spiegheremo, sulla base della nostra esperienza, quelle che sono le cose a cui a fare attenzione e gli errori nei quali non incappare per preparare il prossimo viaggio o vacanza da soli.

Quando acquistare il volo

A meno che non abbiate scelto il treno, l’auto o un altro mezzo di trasporto, un viaggio inizia con la prenotazione di un volo. Se volete accaparravi i prezzi migliori dovete giocare d’anticipo, sei o più mesi per i voli internazionali, da due a sei mesi per i voli in Europa. La ragione sta nel fatto che generalmente le compagnie alzano il prezzo dei posti disponibili a bordo man mano che vendono i biglietti, cosicché se vi trovate ad acquistare il volo pochi giorni prima della partenza lo pagherete molto di più qualche mese prima. Quindi meglio cercare le offerte con sommo anticipo, Skyscanner vi può aiutare in questo.

Quale hotel scegliere e quanto tenere da conto i feedback

Sempre che non abbiate un buon amico che vi possa consigliare direttamente la scelta dell’hotel passa direttamente dai principali portali di recensione come TripAdvisor e quelli di prenotazione come booking.com o expedia.it e altri.
Una volta individuato l’hotel al quale siete interessati, in base al vostro budget, gusto e stile, il nostro suggerimento è quello di dare un’occhiata ai feedback, partendo semplicemente da quelli che trovate su google con una facile ricerca inserendo il nome dell’hotel.

hotel come prenotare

La lounge del nostro novohotel a Monaco di Baviera

I feedback sono importanti per organizzare un viaggio, e solitamente inquadrano con sufficiente precisione la qualità della struttura sotto diversi aspetti. Nella valutazione però scartate i feedback troppo puntigliosi, quelli troppo pignoli, quelli “fuori tema”, ad esempio motivati dal brutto tempo, insomma vi invitiamo a fare una selezione intelligente per farvi un’idea chiara di cosa vi aspetta.

Come prenotare l’hotel

Una volta che avete scelto il vostro albergo non vi resta che prenotare. In questo caso vale sempre la regola di chi prima arriva meglio alloggia, o perlomeno paga meno. Anche in questo caso gli albergatori tendono ad alzare il prezzo tanto più ci si avvicina alla data del soggiorno. Come ottenere il prezzo migliore?
Noi facciamo un paragone tra i prezzi su booking.com, o altro portale, e quelli sul sito dell’hotel, quindi scegliamo l’offerta migliore a partita di camera. Sì, perché dovete controllare che le caratteristiche delle camere siano le stesse, si dice che le camere prenotate su booking non siano sempre le migliori. Meglio verificare con attenzione la tipologia della camera, se la colazione è compresa, la condizioni di cancellazione e il pagamento, se immediato o sul posto al momento del soggiorno. Leggi anche questo articolo su come prenotare la camera migliore su booking.com.

Il transfer aeroporto – hotel

Una delle cose che vi serviranno sempre è il transfer dall’aeroporto al vostro hotel. Nelle principali città avrete diverse opportunità di scelta, tra servizio pubblico come treno, metro, bus o tram, oppure un servizio privato come taxi e transfer privato con autista. Nel primo caso in molte città Google Maps vi potrà aiutare suggerendovi gli itinerari migliori. Nel secondo caso potete invece optare per un comune taxi (abbastanza caro in genere) o un transfer privato cercandolo su internet. Potete anche utilizzare delle applicazioni come myTaxi o Uber (come funziona Uber?) presente in tante città.

Se non volete fare la fila ai controlli di sicurezza degli aeroporti c’è una applicazione che vi fa acquistare i pass veloci, si chiama uFirst.

organizzare un viaggio

Imprevisti come il meteo sono all’ordine del giorno in un viaggio fai da te

Come spostarsi in città

A meno che non pensiate di spostarvi a piedi, ma le grandi città come Parigi, Londra e altre, sono abbastanza impegnative dovrete munirvi dei biglietti necessari. In molte città europee si può fare il biglietto direttamente a bordo pagando all’autista del mezzo pubblico, ma non in tutte. Quando si viaggia la soluzione migliore è un biglietto giornaliero che si può fare alle macchinette automatiche, pagate una volta sola e non avete da pensarci per tutto il giorno.

È necessario assicurarsi in viaggio?

In Europa si pensa spesso che con la tessera sanitaria si è a posto. Non è sempre così e specialmente quando si va fuori Europa si rischia di andare incontro a spese inattese, leggete in merito cosa c’è da sapere sull’assistenza sanitaria all’estero. Noi abbiamo un’assicurazione annuale perché ci muoviamo spesso, è la Viaggi Nostop Vacanza di Europ Assistance che in caso di problemi sanitari in viaggio ci permette di non anticipare nulla per spese mediche.

L’assicurazione annullamento è spesso fondamentale. Vi mette al riparo da un imprevisto o dalla febbre del bambino. Bisogna stipularla al momento della conferma del viaggio, alla conferma della prenotazione del volo o dell’hotel, in genere entro 24h ma bisogna verificare da compagnia a compagnia. Se acquistate separatamente voli, hotel e altro cercate di farlo negli stessi tempi, oppure dovete fare gli acquisti lo stesso giorno o fare polizze diverse.

Quanto convengono le city cards?

La scelta di acquistare una city card che permette di entrare nei musei, e alle volte di usufruire del pubblico trasporto, dipende un po’ da quanto volete usufruire di questi servizi. Se pensate di visitare più attrazioni è un acquisto che ha certamente il suo valore, se pensate di fare solo un’attrazione al giorno magari potete anche farne a meno.

Organizzare un viaggio: quando cambiare gli Euro

In Paesi come Gran Bretagna, Danimarca, Norvegia e molti altri avrete la necessità di pagare in moneta locale, che non è l’Euro. Quando cambiare la valuta? L’opzione migliore è solitamente non cambiare nulla ma prelevare direttamente all’estero nei comuni Bancomat, generalmente il cambio sarà il migliore in quanto determinato direttamente dalla vostra banca. In ogni caso all’estero, nei paesi del nord Europa ad esempio, l’uso delle carte di pagamento, come carte di credito e di debito, è molto diffuso anche per piccoli acquisti, e l’uso del contante è minore.

noleggio auto viaggi suzuki s-cross

Noleggiare un’auto in viaggio è un’opzione per muoversi in autonomia

Come fare un itinerario di viaggio

Per preparare un itinerario di viaggio tenete conto certamente di tutto quello che volete fare e vedere, ma anche dei tempi per farlo, oltre a quelli per spostarsi da un posto all’altro. Usate viamichelin.it o google maps per calcolare quanto tempo state per andare da un’attrazione all’altra, considerando sempre qualche piccolo ritardo aggiuntivo o una sosta imprevista.

Una buona guida come la Lonely Planet o la Routard può essere sicuramente d’aiuto, frequentemente si trovano anche in biblioteca e ne potete consultare più di una senza doverle acquistare. Sul web trovate molti spunti e suggerimenti, attenzione alle fonti e non fermatevi al primo per organizzare un viaggio a vostra misura.

Gli errori da non fare programmando il viaggio

Cercate sempre di non andare oltre i vostri limiti. Un viaggio a Londra è una cosa che si fa facilmente da soli, un viaggio in inverno in Lapponia o in Africa anche no. Fate attenzione e sino a che non siete dei viaggiatori esperti, specie per determinate destinazioni, affidatevi a qualcuno che sia esperto. Il sito viaggiaresicuri.it è un riferimento su ogni destinazione per quanto riguarda sicurezza e sanità.

Prenotate gli ingressi in anticipo, lo potete fare il più delle volte sui siti dei musei o attrazioni. In molti musei gli ingressi sono soggetti alla prenotazione e presentandovi direttamente sul posto potreste non entrare.

Per prendere un’auto a noleggio vi serve la carta di credito, o perlomeno la richiedono la maggioranza delle agenzie di noleggio auto, non dimenticatela. Potete anche trovare qualcuna che non la richiede ma solitamente sono agenzie locali.

Attenti al meteo! Cercate online “meteo annuale” riferendovi al paese di destinazione. I voli in bassa stagione costano pochissimo ma se beccate 7 giorni di pioggia su 7 non sarà piacevole l’esperienza.

Non esagerate. Troppi bagagli, troppi km, troppe tappe. La sindrome di super uomini e superdonne in viaggio può essere veramente deleteria. Il nostro ultimo suggerimento per organizzare un viaggio da soli è quello di tararlo su voi stessi e sulle persone che viaggeranno con voi, specie se bambini. Il rischio è quello di trasformare questa fantastica esperienza che è la partenza in una delusione, o peggio in un viaggio da incubo. Non è quello che vogliamo e anzi, organizzare un viaggio fai da te può essere una bellissima esperienza, e magari solo l’inizio di una lunga serie. Buone partenze e fateci sapere dove siete andati!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.