Blog, Low Cost
comments 2

Norvegia low cost in 15 dritte

viaggio norvegia

Norvegia low cost come visitarla contenendo i costi

Uno dei nostri sogni da viaggiatori é sempre stato quello di visitare i paesi del nord, ed in particolar modo la Norvegia (sito dell’ente del turismo), un desiderio che ci siamo portati dietro da tanti anni. Le immagini che si vedono abitualmente sulle riviste o in rete ci hanno sempre affascinato, vedere i fiordi da vicino, le case in legno, quelle con i colori accesi, affacciate sui porticcioli con le barche dei pescatori, la natura predominante, le isolette disseminate nell’oceano, le montagne. L’altra estate siamo riusciti a coronare questo nostro sogno e siamo partiti alla volta della Norvegia grazie innanzitutto ad un volo low cost con destinazione Moss, abbastanza vicino ad Oslo, tutto senza spendere una fortuna. Ecco la nostra Norvegia low cost.

Come organizzare un viaggio in Norvegia contenendo i costi

Norvegia low cost. Nella programmazione di un viaggio in Norvegia uno dei principali limiti è il costo, si parla di questa nazione come una delle più care d’Europa, con Svizzera e Danimarca, addirittura del mondo. Beh, effettivamente i prezzi sono alti rispetto alla media dei paesi europei, soprattutto rispetto quella Italiana o paesi leggermente più economici come la Spagna o la Grecia, ciò però non deve rappresentare un limite per un vero viaggiatore, ci sono degli escamotage che possono permettere di contenere i costi e risparmiare qualcosa, specialmente se si viaggia in famiglia, quando i costi si moltiplicano per tre, quattro o cinque, a seconda di quanti piccoli facciano parte della vostra spedizione a nord.
Dalla nostra esperienza in Norvegia, da Oslo sino a Bergen in auto, abbiamo tratto qualche suggerimento che vi permetterà di ridurre il budget di spesa del vostro viaggio e di non rinunciare a visitare uno splendido paese come questo, solo perché un po’ troppo caro.

Consiglio Norvegia low cost 1 – prendere il volo sempre in anticipo, i prezzi in genere sono maggiormente appetibili;

porto di Bergen

Il vecchio porto di Bergen è molto caratteristico ma attenti ai prezzi dei locali!

Consiglio Norvegia low cost 2 – noleggiare l’auto con qualche mese di anticipo avvalendosi delle offerte delle principali compagnie di noleggio, ricordatevi che esistono i  rialzi gonfiabili a 36 Euro circa o quelli tipo zainetto a 60 Euro circa su Amazon.it, se volete risparmiare qualcosa sugli accessori che costano sempre un occhio della testa, pure il navigatore è più conveniente portarselo da casa!

Consiglio Norvegia low cost 3 – programmare anticipatamente spostamenti e mete da visitare in maniera tale da visitare più cose possibili nel minor tempo possibile, studiando anche gli spostamenti tre traghetti, metro e bus. Ricordatevi che molte attrazioni di interesse culturale sono vicine e potete raggiungerle anche a piedi. Usufruite delle card nelle città come ad Oslo, tra ingressi ad attrazioni e spostamenti liberi alla fine si ripagano ampiamente

Consiglio Norvegia low cost 4 – si può optare per degli alberghi meno cari degli altri, anche in grandi città come Oslo, il Cochs Pensionat è uno di questi, si rinuncia a qualche comodità a favore di un prezzo migliore. A Bergen c’è l’ostello anche per le famiglie, sono circa 140 Euro a notte la camera con bagno interno per 4 persone, wifi compreso e cucina a disposizione. Talvolta c’è il bagno in comune ma se si vuole viaggiare e risparmiare nel contempo talvolta ci si deve adattare; guardate anche b&b e appartamenti in affitto come airbnb ed altri; in giro per il paese ci sono molti campeggi dove, se non si è attrezzati con tenda o camper, si può optare per un buon cabin, una specie bungalow tradizionale norvegese in legno che a dir la verità abbiamo trovato molto più comodo di quanto ce lo aspettassimo, il prezzo medio per 4 persone è sui 80/100 Euro/notte

Consiglio Norvegia low cost 5 – evitate i piccoli negozi di alimentari, meglio i grandi supermercati delle catene più conosciute o diffuse, in Norvegia a dir la verità hanno dei marchi tutti loro, fate attenzione al carrello della spesa ed ai singoli prodotti se non conoscete il norvegese; tutto quello che è prodotto in Norvegia costa meno, ci sono dazi altissimi sulle importazioni dagli altri paesi, perciò attenzione a quello che scegliete; nei negozi alimentari bibite alcoliche e superalcolici sono sotto chiave ed hanno in genere prezzi proibitivi; l’acqua del rubinetto qui è buonissima, quasi nessuno la compra al supermercato, anche perché carissima;

Consiglio Norvegia low cost 6 – quasi tutti i locali hanno il wi-fi gratuito, ma se come noi non potete farne a meno in ogni momento del vostro viaggio una sim Netcom (norvegese) ha il costo di circa 12 euro con validità di 15 giorni e 250MB di traffico dati; chiamate e sms nazionali verso num. norvegesi gratuite e verso numeri internazionali ad un prezzo abbastanza conveniente.

Consiglio Norvegia low cost 7 – in Norvegia come in molti paesi del nord la domenica è sacra, per cui tutti i negozi sono chiusi. Troverete generi di prima necessita’ nel centro commerciale adiacente alla stazione dei treni o nelle stazioni di rifornimento di benzina aperte 7-24, qui trovate anche hot dog e patatine fritte, circa 5 Euro per il primo.
Consiglio Norvegia low cost 8 – fate moltissima attenzione agli autovelox, ce ne sono ovunque, durante il trasferimento da Oslo a Bergen ce ne saranno stati centinaia, ogni tratto con una differente velocità di transito, ricordatevi di guardare, sempre , cartelli, le multe sono salatissime e ve le addebitano direttamente sulla carta di credito che avete usato per il noleggio auto

Consiglio Norvegia low cost 9 – in Norvegia non ci sono caselli, si pagano alcuni tratti di strada, i ponti e le gallerie (alcune sotto il livello del mare), con un sistema automatico a radar, addebito automatico sulla carta alla consegna del veicolo; prima del tratto a pagamento c’è un cartello con l’indicazione del costo, magari prendete nota per non trovarvi brutte sorprese;

Consiglio Norvegia low cost 10 – il costo dei traghetti ci ha stupito, sostanzialmente più basso rispetto la media europea, qui i traghetti si usano ogni giorno (puntualissimi e super comodi), sono pertanto considerati un servizio pubblico da mantenere ad un costo adeguato

Consiglio Norvegia low cost 11 – attenzione a quando mangiate fuori, uno spicchio di pizza al taglio con Coca Cola potrebbe costare quasi 18 Euro

Consiglio Norvegia low cost 12 – nella chiese di legno tradizionali, stave churches, si paga l’ingresso in genere, se vi limitate alla visita dall’esterno non si paga nulla invece

Consiglio Norvegia low cost 13 – a Bergen, al mercato del pesce, si mangia benissimo ed ad un prezzo accettabile, anche cibi preparati sul momento come pesce fritto o hamburger di pesce

Consiglio Norvegia low cost 14 – in Norvegia ci sono un sacco di risorse turistiche naturali che sono fantastiche e non costano nulla, parchi, laghi, fiordi, fiumi, edifici, prendetevi una buona guida e scegliete le cose migliori, zero prezzo, massimo piacere.

Consiglio Norvegia low cost 15 – attenti al cambio dagli Euro alle Corone norvegesi, costa, in Norvegia si paga tutto con la carta di credito, debito, ricarcabile, bancomat etc., anche il gelato o il caffé, no problem, è probabilmente il miglior tasso di cambio applicato, usatela!

Se ti è piaciuta la nostra Norvegia low cost e vuoi seguirci nelle nostre strambalate avventure in giro per il mondo puoi conoscerci meglio leggendo Chi Siamo 🙂

2 Comments

  1. Pingback: Norvegia, pronta all'uso - bambiniconlavaligia

  2. Simona says

    Siamo stati ad Oslo, ci siamo divertiti molto ma il clima non ci ha aiutato nonostante fosse luglio. L hotel e il radisson blu dove i bimbi non pagano e hanno pasti baby indicati per i piccoli.
    Ovviamente non considererei la Norvegia low cost, ma la natura e i paesaggi sono da non perdere per una vacanza all’aria aperta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.