Blog
comments 2

Massafra, nel cuore della Puglia

puglia massafra

In Puglia alla scoperta di Massafra e delle sue leggende

Sospesa tra la campagna pugliese della provincia di Taranto ed il mare Ionio, questa piccola cittadina si trova proprio al centro del Parco Naturale Regionale Terra delle Gravine, punto di riferimento per l’esplorazione di questo settore della Puglia particolarmente ricco di risorse naturali, archeologiche e culturali. L’abbiamo visitata in cerca di ispirazione per un viaggio o una vacanza con i bambini.


In questa zona della Puglia una delle attrattive prevalenti sono le gravine. Esse sono delle profonde incisioni nel terreno roccioso simili a dei grandi Canyon, in queste strette valli rocciose sono nate le civiltà rupestri, genti che nell’antichità hanno occupato questi luoghi, scavando e trasformando delle semplici grotte nelle loro case.

Scoprire questi antichi insediamenti é particolarmente affascinante, Massafra è attraversata proprio da una di queste gravine che suddivide la parte vecchia da quella nuova della cittadina. Dal ponte sospeso sulla stretta valle é possibile apprezzare queste case nella roccia nella gravina (cos’è una gravina), le une accanto alle altre, sopra e sotto, con finestre e porte scavate a mano nella dura pietra. C’è pure una chiesa rupestre medioevale dedicata a Santa Marina, emozionante visitarne gli interni affrescati direttamente sulla roccia viva.Ma la voglia di scoperta ci porta verso nord dove si trova il Santuario della Madonna della Scala incastonato quasi sul fondo della gravina, la valle ospita tra l’altro un altro affascinante grande villaggio rupestre.

Il luogo è particolarmente magico, la stretta valle rocciosa é ricca di fiori colorati e profumate piante officinali, le pareti della gravina sono costellate di aperture che danno accesso alle case grotta rupestri, la chiesa principale del santuario è intonacata in calce bianca, semplice ed affascinante con la sua torre campanaria in linea, vi si accede tramite una lunga scalinata della quale si narra che il numero dei gradini in discesa sia diverso da quello in salita (provate a trasformarlo in un gioco con i bimbi), o un più comodo ascensore (per le mamme con passeggino a seguito). Di fronte all’ingresso del santuario, scavata nella roccia, c’è anche un antica chiesa rupestre con dipinti medioevali.

Sarà proprio l’aspetto magico di questo luogo che ha creato il mito del Mago Greguro e di sua figlia Margheritella vissuti nell’anno 1000. Nel villaggio rupestre, infatti, é presente un’abitazione chiamata proprio “la farmacia del mago”, sulle pareti interne di pietra sono ricavate una moltitudine di piccole nicchie e l’aspetto è quello di uno scaffale di una vecchia farmacia dove vengono riposti i medicinali. Seppure si tratti di una leggenda, e le nicchiette sembrano riconducibili alla venerazione di statuette votive, il fascino del mito rimane e questa valle pare ancora conservare gelosamente i misteri di maghi e streghe vissuti in queste zone, all’epoca probabilmente perseguitati per il solo fatto di essere custodi dei segreti curativi delle piante officinali. Entrare nelle case grotta e conoscere questa civiltà atipica è particolarmente coinvolgente, sicuramente avventuroso per i bambini, la leggenda del vecchio Mago Gregurio catturerà il loro interesse e lascerà correre la loro immaginazione.

Il centro storico di Massafra è ricco di memorie barocche nei suoi principali monumenti tra i quali il castello posto a guardia della gravina, con la sua torre ottagonale, la Chiesa Madre con la cripta ed un’interessante tomba paleocristiana, la Chiesa e il Convento di San Benedetto. Quasi ogni edificio del centro storico è costruito su di una casa grotta sottostante, i B&B Casa Camilla e Sotto la Volta sorgono proprio al di sopra di questo antiche abitazioni, chiedete al proprietario di farvele visitare, sarà un’esperienza da ricordare.

Massafra è anche un ottimo punto di appoggio per esplorare i dintorni. Castellaneta, Laterza, Ginosa, Matera e la stessa Taranto con il castello aragonese (ingresso libero) ed il museo archeologico (qui per i bimbi c’è un divertente stampato gratuito per organizzare una caccia al tesoro dentro al museo), sono attrattive poco distanti e di deciso interesse.

Per rilassarvi con i bambini ed apprezzare la spiaggia ed il mare poco distante c’è il Lido di Chiatona o Castellaneta Marina. Ricordatevi anche il carnevale e le festività dei santi, particolarmente sentite nella cittadina e ricche di bellissime luminarie.

Ma parlare di Massafra non é possibile senza ricordare le specialità culinarie pugliesi, dai nodini di mozzarella al purè di fave, dalla crema di latte in foglia di fico al vino ed alla birra qui prodotta artigianalmente. Noi abbiamo visitato ed assaggiato, soprattutto, sentiamo quindi di consigliarvi a Massafra il ristorante Zia Rirì, la Pizzeria Manhattan food, la Braceria La Rotonda, l’Oleificio Riforma Fondiaria per l’olio e i prodotti tipici. A Castellaneta il ristorante Il Grottino.

Al fine di coordinare la promozione turistica della cittadina é nata la B&B associati Massafra, cinque bed & breakfast che hanno fatto gruppo e si sono uniti per fornire un servizio migliore e coordinato ai turisti. Nel centro storico di Massafra si trovano due strutture, Casa Camilla e Sotto la Volta, entrambe molto caratteristiche e dotate di terrazza panoramica, poco distante dal centro una moderna villa con giardino ospita il b&b Nacoré oppure c’è ancora La Brunetta, una masseria sapientemente convertita in struttura turistica con piscina.

A Marina di Chiatona, qualche km da Massafra, a 700 metri dalla spiaggia c’è Villa Robinia con i suoi miniappartamenti indipendenti. Qui trovate le presentazioni delle singole strutture, i contatti email e telefonici per disponibilità e prezzi.

Noi abbiamo abbiamo alloggiato a Casa Camilla e visitato le altre strutture, ciò che abbiamo visto di persona ci é piaciuto, soprattutto l’accoglienza e la disponibilità dei gestori, cosa che in un viaggio con bambini ha sempre la sua importanza.

Grazie a Massafra e grazie ad una Puglia realmente ospitale, torneremo in vacanza con i nostri bambini. Qui il link al sito del Comune di Massafra per alcune informazioni interessanti

2 Comments

  1. Avatar
    Barbara says

    Visito il vostro blog, in cerca di ispirazione….e trovo il mio paese fra le vostre mete! Che onore…lieti di avervi avuti fra noi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.