Blog
Leave a comment

Friuli Venezia Giulia: dove andare al mare con i bambini

mare Friuli Venezia Giulia

Quali sono le località da scegliere per andare al mare con i bambini in Friuli Venezia Giulia

Quali località di mare scegliere e perché con i bambini in Friuli Venezia Giulia:

  • Lignano Sabbiadoro
  • Grado
  • Marina Julia
  • Duino
  • Sistiana
  • Trieste
  • Muggia

Conosciamo il mare del Friuli Venezia Giulia perché ci siamo nati. Qui sono nati anche i nostri tre bambini e possiamo dire che sono stati al mare su tutte le spiagge del litorale del Friuli Venezia Giulia. Dalle coste basse e sabbiose di Lignano e Grado a quelle più rocciose di Trieste, quali sono quelle più adatte ad una vacanza con i bambini al mare? Scopriamolo in questo post con un percorso del litorale di questa bella regione da ovest a est!

Lignano Sabbiadoro: divertimento sulla sabbia

È la località di mare più grande della regione, in pratica sono tre destinazioni in una: Lignano Sabbiadoro, Lignano Pineta e Lignano Riviera. La prima è la classica località di mare con molti alberghi, negozi e locali, la seconda dispone di maggiore verde e meno palazzoni, la terza, Lignano Riviera, è quella meno urbanizzata con maggiore presenza di ville e villette. Il litorale che va da Sabbiadoro a Riviera è molto lungo e ampio, quasi sei km di spiaggia attrezzata, sabbia e parchi giochi per i bambini. Il fondale scende abbastanza lievemente, anche se non come a Grado (la vediamo poco sotto), nei primi metri di battigia va bene anche per quelli più piccolini mentre i più grandi possono nuotare senza problemi.

spiaggia Lignano Sabbiadoro
La spiaggia di Lignano Sabbiadoro

A Lignano non manca il divertimento in stile parco a tema, ce ne sono diversi a cominciare dall’AquaSplash,un grande parco acquatico con scivoli e piscine vicino alla rotonda con la grande fontana all’ingresso della località. C’è poi il parco a tema Gulliverlandia, il Parco Zoo di Punta Verde e in centro a Sabbiadoro il Parco Junior. Lignano è una località perfetta per le famiglie, si può andare in bicicletta o fare delle belle passeggiate. Non cercate il centro storico, Lignano Sabbiadoro è stata creata per i turisti e si è sviluppata negli anni 60, 70, in compenso ci sono diverse costruzioni veramente apprezzabili, opera di architetti famosi come la rotonda sul mare e alcune ville a Pineta. Noi preferiamo forse la zona di Lignano Pineta con più spazi verdi e meno costruzioni, più a misura bambino, ma è una nostra opinione personale!

A Lignano Sabbiadoro vi suggeriamo di alloggiare al Camping Pino Mare che si trova direttamente sulla spiaggia di Riviera e ha un bellissimo parco piscine, oppure in centro l’Hotel Adria che ha diversi servizi per le famiglie.

Grado: molto più di un’isola

Grado ha più di duemila anni, è stata fondata dai Romani quando serviva da forte e primo porto per la vicina Aquileia. Tutta questa storicità le ha lasciato un centro storico tra i più belli dell’Adriatico e sicuramente del Friuli Venezia Giulia. A questo abbina due grandi spiagge di sabbia regno incontrastato dei bambini. Il fondale basso rendono infatti il litorale di Grado perfetto per i bambini, specie quelli più piccoli, in più i servizi come i diversi parchi giochi, l’animazione in spiaggia e un grande parco piscine, lo fanno apprezzare anche ai genitori.

spiaggia Grado Friuli Venezia Giulia
La spiaggia di Grado – foto credit Grado Turismo

Di Grado amiamo particolarmente l’atmosfera delle vie del centro dove passeggiare tra casette, piccole calli e gli innumerevoli ristoranti di pesce con i tavoli all’aperto, il grande parco giochi al Parco delle Rose, le tante piste ciclabili protette, gli scenari della laguna, la grande spiaggia libera (l’altra è a pagamento), l’atmosfera più rilassata e meno confusionaria rispetto le classiche località di mare, la possibilità di visitare le vicine Aquileia, Palmanova, Trieste, la vicina Riserva Naturale e l’Isola della Cona. Imperdibile il tramonto sulla spiaggia libera al termine della passeggiata sulla diga! Per alloggiare a Grado con i bambini andate a colpo sicuro al Villaggio Turistico Europa dal quale si raggiunge il centro anche in bicicletta, oppure all’hotel Grand Astoria. Ah, il caffè prendetelo al Bar Tandem, vicino al porto interno 😉

Marina Julia in Friuli Venezia Giulia

È una piccola località vicino Monfalcone frequentata per la maggioranza da locali, la spiaggia è ampia ma oggettivamente non è un granché con presenza di alghe e una certa melma, carino invece il vicino Camping Village Marina Julia con piscine e scivoli per i bambini.

Duino: al mare all’ombra del castello

È una destinazione un po’ da intenditori e ci piace condividere con voi questo posto così speciale dove ogni tanto ci piace tornare. Duino è una piccolissima località di mare tra Monfalcone e Sistiana più conosciuta per il Castello della famiglia Thurn und Taxis direttamente affacciato sul mare dove hanno dormito personaggi del calibro della principessa “Sissi”, Johann Strauss, lo scrittore poeta Rilke (a cui è intitolato un sentiero molto bello ma sul quale bisogna controllare costantemente i bambini) e Gabriele D’Annunzio.

Proprio sotto il castello, che vi suggeriamo comunque di visitare, c’è un piccolo porticciolo, un ristorante locanda e una minuscola spiaggetta di sassolini. Vi suggeriamo di arrivare al mattino presto per prendere posto e godervi lo spettacolo dell’acqua trasparente e l’atmosfera suggestiva, il contorno della costa alta e rocciosa, il castello alle vostre spalle, magari fermatevi per mangiare qualcosa sul posto. Attenzione, braccioli o salvagente per i bimbi che non sanno nuotare, il fondale scende velocemente. Potete dormire nel vicino Camping Village Marepineta, una buona struttura sita nella vicina Sistiana (vedi sotto).

La grande arena balneare di Sistiana

Questo grande anfiteatro sul Mare Adriatico era originariamente una grande cava di pietra, durante la Seconda Guerra Mondiale è stata utilizzata anche come base per dei mini sommergibili, le postazioni di difesa ancora visibili sulle falesie ne sono testimonianza. La Baia di Sistiana è riconosciuta per essere uno dei posti più belli e frequentati della zona da bagnanti locali e turisti. Due stabilimenti attrezzati, uno dei quali nel recente complesso di lusso di Portopiccolo, il secondo è lo storico Castelreggio, da un lato e dall’altro ci sono poi due spiagge libere. L’acqua solitamente è molto pulita mentre la spiaggia è di sassolini, necessari braccioli e salvagente per i bambini che non sanno nuotare, ma da queste parti si impara presto. Per alloggiare potete riferirvi alla stessa struttura indicata per Duino qui sopra.

baia Sistiana FVG
La Baia di Sistiana – foto Camping Village Marepineta

Un tuffo a Trieste

Se Trieste è conosciuta per essere una preziosa meta culturale, lo è meno quale destinazione di mare, intendiamo quale luogo dove ANDARE al mare. Invece anche in questo capoluogo all’estremo est dell’Italia settentrionale c’è la possibilità di fare mare e di farlo anche con i bambini.

La Costiera triestina è quel tratto che va da Sistiana sino più o meno al Castello di Miramare. È contraddistinta da una costa alta a falesia che riserva però alcune spiagge veramente piacevoli con un’acqua trasparente e un piacevole paesaggio. Tra le spiagge da visitare vi suggeriamo quella dei dei Filtri (libera), quella di Canovelle (libera) e lo stabilimento balneare Le Ginestre (a pagamento). Si scende dalla strada principale e ci sono da fare scale e discese, mettetele in conto se siete con passeggini. Poco più avanti c’è la Baia di Grignano, anche qui due stabilimenti a pagamento, Sirena e Grignano 2, il primo, quello più vicino alla baia è più adatto ai bambini con delle piscine dedicate, al secondo stabilimento si scende facilmente con un grande ascensore dall’Hotel Riviera. Non ci sono spiagge in entrambi e l’acqua è alta, braccioli o altro per i piccoli vacanzieri!

Spiagge Friuli Venezia Giulia Trieste
La spiaggia dello stabilimento Le Ginestre – foto Stabilimento le Ginestre

Barcola è il tratto di costa successivo alla Costiera, immediatamente a ridosso del Castello di Miramare segnaliamo lo stabilimento da Sticco (Bagno Miramare Castello a pagamento). Il litorale prosegue sino ai Topolini, uno stabilimento pubblico frequentato perlopiù da triestini. È una tradizione venire su queste terrazze a prendere il sole e a fare i tuffi. I bambini locali imparano a fare le “clanfe”, un particolare tuffo che crea grandi schizzi d’acqua, tutto direttamente dal molo. Se cercate una spiaggetta di sassolini arrivate quasi sino alla pineta, solitamente è molto affollata, specialmente, in estate di mamme e bambini piccoli, anche in questo caso, e come in tutto il litorale di Trieste, il fondale scende velocemente.

Si può fare il bagno a Trieste anche in centro, o quasi. C’è l’Ausonia con una grande piscina di acqua di mare dove è uno spettacolo guardare gli adolescenti fare evoluzioni con i loro mille tuffi oppure sdraiarsi sulla piccola spiaggetta di sassolini. Poi c’è il cosiddetto “Pedocin“. È uno stabilimento comunale che ha preso questo nome quando i marinai dei vascelli venivano proprio qui a “spidocchiarsi” con un bagno tonificante. Da quel tempo molto è cambiato, in meglio 🙂 Ad oggi è uno stabilimento balneare che ha conservato la caratteristica di tenere divisi uomini e donne da un muro che separa la spiaggia di ghiaia, mamme e bambini da una parte, maschi dall’altra. Ci si può però incontrare in acqua! Per dormire date un’occhiata a questo b&b in zona Trieste.

Ultimo tratto di costa dove andare al mare in Friuli Venezia Giulia è quello di Muggia. Poco prima del confine ci sono diversi tratti liberi attrezzati con moletti e piattaforme di cemento. Niente di strepitoso ma, come dicono da queste parti, per un “toc” (un bagno) va più che bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.