Blog
Leave a comment

Galata Museo del Mare: una giornata galattica

galata museo del mare

In occasione del lancio del contest #galatagalattico ho avuto l’occasione di visitare il Galata Museo del Mare, il più grande museo dedicato alla storia della navigazione in Italia.
Situato nella zona del Porto Vecchio, vicino al più noto Acquario di Genova, il Galata si presenta subito in una veste moderna, un palazzo a vetri in cui sono locati due punti ristoro, dentro il quale è possibile visitare l’esposizione completa che racconta la storia delle persone e delle barche utilizzate nella navigazione. Parte dell’esposizione è allestita esternamente al Galata, sto parlando del sommergibile Nazario Sauro del 1976 e del percorso sensoriale Dialogo nel Buio situato all’interno della piattaforma galleggiante ristrutturata da Renzo Piano.

Il Galata Museo del Mare raccoglie al suo interno tantissime testimonianze di quella che era la vita in mare e le racconta a misura di bambino con giochi interattivi e e riproduzioni che rendono la visita divertente.

L’esposizione del Galata Museo del Mare

Già dall’ingresso si capisce che la visita al Galata Museo del Mare è una vera esperienza sensoriale. Infatti la prima cosa che colpisce la nostra attenzione è il grande faro situato nella hall del Museo, una riproduzione fedele di un faro fanale altissimo e le quattro imbarcazioni storiche posizionate proprio sopra la biglietteria.

galata genova

All’ingresso del Galata

L’esposizione parte da un grande affresco di Renzo Piano che immagina una Genova Moderna per poi ripercorre la storia di questo golfo e dei suoi protagonisti attraverso mappe illustrate, giochi interattivi per bambini e piccole riproduzioni. Sicuramente la grande galea di oltre 40 metri fa rimanere tutti a bocca aperta come anche la riproduzione dell’armeria.

Al primo piano di questo museo la sala dove è ricostruita la bocca di una balena è quella che colpisce l’attenzione di Siria come anche la sala dove sono posizionati i mappamondi storici. Al secondo piano è pazzesca la proiezione 3D che fa rivivere la navigazione durante la tempesta e al quarto piano la sezione che racconta la storia dei migranti italiani che salpavano in cerca di fortuna.

barca a vela

Gita in barca al Galata museo del mare

L’esposizione del Galata Museo del Mare è veramente grande, per vederla tutta con molta attenzione è necessario avere a disposizione almeno una mezza giornata. La cosa particolare è che si può prenotare anche la gita in barca a vela nel golfo di Genova per vivere l’esperienza della navigazione. E’ stato emozionante veleggiare e vedere Genova, che già tanto amo, da un altro punto di vista. Solitamente la gita in barca a vela dura un paio di ore, partendo dal porticciolo situato proprio di fronte al Galata si arriva sino a Nervi per poi tornare indietro (ovviamente le tempistiche sono soggette a variazione in base alle condizioni meteorologiche).

Mangiare al Museo Galata

Visitare Galata Museo del Mare vuol dire anche avere l’opportunità di pranzare e cenare vista mare. Durante la nostra visita abbiamo avuto l’opportunità di cenare sulla terrazza del 518 Cocktail&Restaurant, il ristorante situato proprio al primo piano del Museo. La terrazza è un luogo fantastico dove ammirare tutto il porticciolo su cui il Galata si affaccia e da dove siamo partiti alla scoperta del golfo in barca a vela.

Dopo aver provato un buonissimo cocktail analcolico al gusto di limone e aver assaggiato un antipasto con prodotti locali, era impossibile non cenare a base di trofie al pesto vero? Ottimi piatti serviti in maniera raffinata in una location da sogno.
Al piano terra è situato il 518 Pasta&Bar, un bar buffet veloce dove consumare paste e insalatone per chi ha poco tempo. Noi lo abbiamo provato durante la giornata di visita al museo in occasione di una pausa pranzo veloce dopo la gita in barca a vela.

Galata barca antica

Una delle affascinanti imbarcazioni antiche in mostra al museo di Genova

Contest #GalataGalattico il nuovo concorso di Galata Museo del Mare

Quest’anno Galata Museo del Mare mette in palio numerosi premi per i suoi visitatori. Infatti dal 3 luglio al 23 settembre se hai visitato il museo, hai la possibilità di partecipare al contest #galatagalattico e vincere un soggiorno a Siena, quattro droni, fotocamere digitali oltre ai biglietti d’ingresso gratuiti per il museo. Come funziona? Semplice!

Basterà scattare una foto durante la vostra visita e pubblicarla sul sito del museo dopo esservi registrati, o in alternativa pubblicare lo scatto su Instagram utilizzando l’hashtag #galatagalattico sempre dopo esservi registrati sul loro sito. Le foto pubblicate dovranno rappresentare le quattro tematiche principali del museo quindi avventura, viaggio, storia o mondo e ovviamente a seconda della categoria in cui vorrete far partecipare la vostra foto potrete utilizzare il rispettivo hashtag #avventura, #viaggio, #storia e #mondo

Dai forza non aspettare troppo e partecipa anche tu potresti essere una vincitrice o un vincitore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.