Blog
comments 34

Favignana, un giorno in paradiso

Favignana

Sull’isola di Favignana con i bambini, spiagge ed e-bikes

Sveglia quasi all’alba di un caldo giorno di luglio, partiamo da Tre Fontane in Sicilia. Meno di un’ora d’auto e arriviamo a Marsala, troviamo parcheggio facilmente vicino al lungomare dove attraccano i motoscafi per le isole Egadi e quindi Favignana, ci avviamo quindi verso il molo.

E’ il motoscafo di Ustica Lines (questo è il sito della compagnia di navigazione) quello che è già ormeggiato ad attenderci, facciamo i biglietti alla biglietteria attigua, sono € 8,80 ad adulto, € 4,40 a bambini, tutto per tratta, in totale, andata e ritorno sono € 52,80. La partenza successiva sarebbe alle 9.20 ma abbiamo preferito la levataccia per goderci un po’ di più dell’isola, il ritorno è stabilito alle 18.20 da Favignana a Marsala.

Montiamo sul catamarano, ci accomodiamo sulle poltrone interne, non è possibile stare all’esterno. Complice il leggero beccheggio dell’imbarcazione e la temperatura piacevole scivoliamo in un leggero dormiveglia tanto che tutti e quattro riapriamo gli occhi davanti a Favignana, i trenta minuti di percorso sono stati realmente quasi un battito di ciglia.

Sbarchiamo a Favignana (facente parte di un’area marina protetta più ampia, quella delle Egadi) e già l’acqua del Porto racconta molto della meraviglia che ci aspetta oggi, i colori virano dall’azzurro al turchese sino al blu, ma noi abbiamo bisogno di un caffé per ingranare. Ci dirigiamo verso la piazzetta del Municipio di Favignana e ci sediamo ai tavolini del Caffé del Corso, non ci facciamo mancare i cappuccini ed una scorta di cornetti tra marmellata, pistacchio e ricotta (adoro la Sicilia per queste golosità).

lonely planet sicilia

Lonely Planet

Per programmare un viaggio “on the road” in Sicilia la guida turistica di Lonely Planet è certamente un ottimo supporto. Nella programmazione noi ci siamo dotati anche di una mappa stradale dell’isola come questa per capire dove si trovano le diverse località e fissare un itinerario di viaggio.

Cerchiamo un mezzo a noleggio per muoverci, chiediamo un po’ di prezzi (abbastanza simili) e scegliamo il servizio di noleggio che ci sta più simpatico (il primo a destra guardando il grande edificio rosso dalla zona imbarchi), sono 25 Euro/giorno per uno scooter, 5 per le bici o 10 Euro per le e-bikes (bici elettriche a pedalata assistita, non chiamatele in inglese però quando le chiedete, limitatevi ad un “elettrik baik” diversamente non vi capiscono ;)). Successivamente abbiamo sperimentato un viaggio in Germania proprio a bordo di questi mezzi di trasporto ecologici.

favignana porto

Il porto di Favignana

Quest’ultime le abbiamo già provate in Toscana e ce ne siamo innamorati, puoi fare un po’ di moto senza ammazzarti di fatica, specie se hai un seggiolino per bambini montato. Ok, prendiamo queste, sono 20 Euro per due bici tutto il giorno compreso caschetti e seggiolini bimbi! Ci danno anche una mappa dell’isola e gentilmente ci segnano le spiagge più carine e quelle più facilmente accessibili anche per i bambini.

Noi abbiamo optato per una gita in giornata ma di fatto ce ne siamo un po’ pentiti, un paio di notti sull’isola ci avrebbero permesso di goderci appieno le bellezze di questa destinazione. A giugno ad esempio, in un residence come il Favonio un appartamento per 2 adulti e due bambini viene poco più di 100 Euro al giorno aria condizionata e wifi compreso.

dove dormire a favignana

Prendiamo un po’ di pratica con le e-bikes, il modello è della Atala, ha una regolazione a tre intensità, base, media e turbo, quest’ultima ci sarà estremamente utile nelle ultime ore della giornata. Il nostro giro parte dal porto di Favignana ed in senso antiorario facciamo rotta verso Cala Rossa. Non è semplicissimo orientarsi tra le stradine dell’isola, specie agli incroci privi di indicazioni, ma con la mappa alla mano e qualche informazione chiesta qua e là ai locali, troviamo il percorso giusto. Subito ci saltano agli occhi le numerose cave di pietra ai lati delle stradine, scavate nella roccia con grandi forme geometriche assomigliano un po’ ad un labirinto di Minecraft (scusate il confronto ma il più amato videogioco di mio figlio mi ha influenzato)

Leghiamo le bici assieme (ad Amsterdam abbiamo imparato questa tecnica che applichiamo anche a Favignana) e prendiamo il sentiero che porta verso la cala. Non è semplicissimo da affrontare in infradito e con i bambini ma lo scenario che ci si para davanti è un ottimo incentivo per continuare la discesa: una baia con l’acqua di un colore azzurro intensissimo, è Cala Rossa. Scendiamo e ci sistemiamo sugli scogli, abbiamo fatto un unico errore, non abbiamo preso una bottiglia d’acqua con noi ed il sole, seppure non sono nemmeno le 9.30 picchia abbastanza in questa calda giornata di luglio.

Facciamo un bagno paradisiaco a dir poco, l’acqua del mare sembra quella di una piscina, forse meglio, qui ci sono i pesciolini che ti girano intorno ai piedi e la trasparenza dell’acqua è qualcosa di incredibile.

Dopo il meritato bagno ci mettiamo in cammino o meglio a pedalare verso la seconda spiaggia, Cala Azzurra, sulla strada troviamo un furgoncino che vende bibite e panini, ne approfittiamo e facciamo scorta d’acqua (2 bottigliette da ½ litro a 3 Euro totali.

Cala Azzurra è una spiaggia di sabbia facilmente accessibile, sulla strada c’è un locale dove è possibile prendere qualcosa da mangiare o da bere, una breve discesa e ci si affaccia su di un’atra baia azzurra incredibilmente bella. Mono piacevole è il fatto che è abbastanza affollata, per raggiungere l’acqua si deve saltellare un po’ qui ed un po’ là, ma niente di grave, una volta in acqua la magia si ripete, acqua azzurra e cristallina, sabbia bianchissima, panorama mozzafiato.

Con i bambini la scelta di un appartamento spesso è vincente, se poi c’è anche la piscina diventa ancora più invitante. Il residence Camarò Favignana è ideale per le famiglie sull’isola.

residence Favignana

Residence per famiglie a Favignana

Ci facciamo un bagno anche qui e rimontiamo sulle e-bikes con direzione Lido Burrone, lungo il percorso il litorale di Favignana ci riserva delle belle sorprese come degli anfratti naturali con degli archi naturali in roccia, bellissimi. La baia di Lido Burrone è molto ampia, parzialmente attrezzata (lettini ed ombrelloni), facilmente accessibile e con delle simpatiche imbarcazioni in legno colorato dalla tipica vela quadra. Anche qui non mancano i turisti, apprezzato il panorama decidiamo che abbiamo fame e rientriamo verso il centro di Favignana, il paesino, distante solo un paio di chilometri.

Favignana è famosa per ospitare uno dei carceri di massima sicurezza in Italia, è una presenza al centro del paesino che lascia un po’ stupefatti, ma se non ci lascia impressionare è un dettaglio anche ignorabile (tra l’altro i carceri sono due e sono molto vicini). Proprio di fronte a quello più vecchio c’è un supermercato dove ci approvvigioniamo di acqua, pane, prosciutto, yogurt e frutta fresca, e optiamo per il picnic nel giardino della villa pubblica, sede dell’ente di promozione turistica, proprio vicina al porto. Se può essere d’aiuto poco distante c’è anche una toilette pubblica egregiamente tenuta, costo 50 cents.

Ricaricate le pile del pancino pensiamo a quelle delle biciclette, passiamo dal noleggio bici perché una delle due e-bike era quasi in riserva, gentilmente ci sostituiscono entrambe le batterie e siamo pronti a ripartire. Questa volta andiamo dall’altra parte dell’isola di Favignana, andiamo verso Cala Rotonda. Passiamo letteralmente sotto il Monte Santa Caterina (quello con il forte Santa Caterina sulla sommità che lasciamo al suo isolamento dopo aver buttato l’occhio sulla stradina iper-pendente che conduce in cima) attraverso una lunga e non bene illuminata galleria dove le biciclette devono transitare sui marciapiedi laterali. Il problema è che quest’ultimi sono abbastanza stretti e con i bambini sul seggiolino e zaino non è semplice condurre la bici in questa fascia ristretta con la parete della galleria da un lato ed il guard rail dall’altro, nei tratti più bui scendiamo e spingiamo le e-bikes a piedi.

Fuori dalla galleria ci attende un panorama insolito, alcune mucche sul versante della montagna pascolano piacevolmente, non ci aspettavamo questi animali a Favignana! Foto e procediamo. Alla baia si arriva con un ultimo tratto sterrato, chiaramente non manca il colpo d’occhio anche se lo scenario è un po’ diverso, la costa alta è intervallata da alcune spiaggette di sassolini. Ci procuriamo dell’acqua da una venditrice dotata di diverse borse frigo rigide, all’inizio pensavamo fosse una turista come noi, quindi ci sistemiamo sulla spiaggia più larga, sotto le rocce per godere di un po’ di ombra. Notiamo che in acqua però ci sono diverse piccole meduse, così ci asteniamo da fare il bagno e ci godiamo unicamente il relax. Questo delle meduse è un problema abbastanza ricorrente, noi abbiamo notato che in genere sulle spiagge dove il vento arriva dal mare ce ne sono di più, al mattino infatti non ne avevamo incontrata neppure una dall’altro lato dell’isola!

E’ quasi metà pomeriggio e ci dirigiamo nuovamente verso il centro del paese di Favignana, abbiamo voglia di un po’ d’ombra e magari di un gelato. Lungo la strada, poco prima di entrare in centro, notiamo sulla destra una bella spiaggetta sulla destra, Cala Monaci, ora siamo stanchi ma magari la prossima volta (speriamo di tornare visto?) ne approfitteremo!

Restituiamo le e-bikes, completamente soddisfatti dei mezzi, e torniamo nella piazzetta di questa mattina. Sono le granite in diversissimi gusti, dal pistacchio al caffé ad attrarci ai tavolini del bar Europa questa volta, ne assaggiamo una al limone ed una al caffè (€ 3,50 cad. seduti al tavolo), oltre a farci portare un bottiglione d’acqua da 1,5 lt per soli € 2,50 e goderci un po’ del free wifi del bar postando le foto di questa splendida giornata, mentre attendiamo l’ora dell’imbarco.

Il nostro catamarano arriva puntuale alle 18.20 a Favignana, poco prima riusciamo ad assistere alla scena di un peschereccio che arriva in porto e scarica le cassette di pesce fresco, messo immediatamente in vendita su un piccolo camioncino parcheggiato sul molo, aragosta, gamberi, e una varietà di pesce fresco attraggono la nostra attenzione.

Montiamo ed i nostri bambini si addormentano quasi immediatamente, con loro in braccio ci facciamo cullare lievemente dal motoscafo che ci riporta a Marsala in perfetto orario. Passiamo da Mazara del Vallo e di nuovo al villaggio.

borraccia acqua

borraccia acqua

Favignana è stata una bella scoperta, siamo soddisfatti di aver optato per questa escursione da Tre Fontane, pure della scelta delle biciclette elettriche per esplorare l’isola con i bambini, una bellissima giornata in un’isola da sogno. Non dimenticarti l’acqua perchè tra una spiaggia e l’altra non è facile trovare per abbeverarsi, specie in bici, specie con il caldo, una borraccia anche semplice come questa è sempre da tenere nello zaino.

34 Comments

  1. Avatar
    Gilda says

    Che bella la vostra giornata!!!! Ti scrivo per chiederti un consiglio. Ci piacerebbe fare una giornata ad agosto a favignana e abbiamo un bimbo di due anni, secondo te é il caso di affittare le bici o è meglio usare il trenino per girarla e rimanere sulla prima spiaggia dal porto ( la Praia). E poi, fa molto caldo? Secondo te è consigliabile fare tutta la giornata?
    Grazie e complimenti per il tuo blog interessantissimo è pieno di spunti per altre famiglie con la valigia!!!

    • bambiniconlavaligia
      bambiniconlavaligia says

      Ciao Gilda! Ottima scelta quella di Favignana, con un bimbo di due anni la bici è perfetta, se e-bike risparmi un po’ di fatica. Andate a vedere almeno un paio di spiagge perchè merita, diversamente penso che non vi godete la bellezza dell’isola. Acqua, crema solare e berrettino, non fatevi troppi problemi, i piccoli adorano girare sul seggiolino della bici. Magari nelle ore più calde della giornata mangiate in un locale o procuratevi un ombrellone. Buona vacanza! Fabio & Giulia

      • Avatar
        Gilda says

        Grazie davvero per la risposta! Per l’ombrellone ne abbiamo uno pieghevole da viaggio che ci portiamo ovunque!! E x la bici penso proprio che opteremo per l’e-bike come avete fatto voi. faremo un viaggio super itinerante x tre settimane in Sicilia visitando tutta la costa. Ora mi spulcio per bene il tuo blog per vedere se c’è altro su questa regione! Grazie ancora 😉

  2. Avatar
    dimora dell'olivastro says

    Grazie per aver tirato fuori dal limbo la domanda che tutti si pongono sul fatto che Favignana possa o non possa essere un’isola a dimensione bambino. Io ho sempre sostenuto che tutti i posti, con i dovuti accorgimenti, siano a dimensione bambino. Una curiosità: tu pensi davvero che girando in bicicletta, anche all’orario di ritorno dal mare, il bambino possa non sentire così tanto caldo da soffrire un po’? Favignana è il paradiso sulla terra, vale la pena andarci con tutta la famiglia, sempre.

  3. bambiniconlavaligia
    bambiniconlavaligia says

    Mah in genere in bici non si sente tanto il caldo, c’è l’aria che ti viene incontro, cappellino e via!

  4. Pingback: Itinerario Sicilia Occidentale - bambiniconlavaligia

  5. Pingback: Top 10 spiagge in Italia - bambiniconlavaligia

  6. Avatar
    giuseppe ballarino says

    salve ,siamo una famiglia di Roma composta da papà di 43 anni ,mamma 40 e maschietto di 13 ,abbiamo prenotato in b&b a Erice e dopo la colazione pronti per il traghetto e visitare Favignana…………nello stesso vostro modo,il 26 agosto ,spero di far divertire la mia famiglia e magari se avete qualche consiglio in piu e sempre ben accetto. grazie ancora

    • bambiniconlavaligia
      bambiniconlavaligia says

      Ciao Giuseppe, vi innamorerete dell’isola di Favignana, ne siamo sicuri!

  7. Avatar
    Alessandra says

    Ciao! Siamo una famiglia con due bambini di 8 e 10 anni. Vorremmo fare il giro di favignana con le e-bike…ma ci chiediamo se i seggiolini sono abbastanza grandi per i nostri bimbi oppure devono prendere una bici per loro.
    Grazie!

    • bambiniconlavaligia
      bambiniconlavaligia says

      Ciao Alessandra, dipende un po’ dal peso dei bambini, mi sa che 8 e 10 anni sono grandini, meglio prendere delle bici anche per loro e fare il giro dell’isola di Favignana.

  8. Avatar
    chiara says

    ciao
    noi partiamo a maggio per una settimana con due gemelli di 22 mesi..fattibile secondo te?

    • bambiniconlavaligia
      bambiniconlavaligia says

      Si certo Chiara, perchè no! A Favignana mi raccomando le protezioni per il sole e scegliete le spiagge più family!

  9. Avatar
    Alessandra says

    Ciao,
    noi faremo base a Castellammare del Golfo dal 12 al 26 agosto con bimba di 17 mesi, fattibile?
    Grazie

    • bambiniconlavaligia
      bambiniconlavaligia says

      Certo che si, portati a Favignana una tendina da spiaggia o ombrellone 🙂

  10. Avatar
    fabio says

    ciao siamo a san vito e vogliamo andare a favignana con un bimbo di 2 anni. il noleggio da anche il casco x il bimbo?

  11. Avatar
    Giusi says

    Ciao a tutti io sono cresciuta a Marsala e per me Favignana era il momento magico dell’estste!
    Da piccola andavo in barca con mio papà e poi da grandicella con gli amici si organizzava almeno un giorno a stagione in cui giravamo l’isola in bici.
    Adesso non vivo più a Marsala ho due bimbi e ancora non sono riuscita a tornarci! Quest’anno se riesco porto la mia bimba di 6 anni ma il piccoletto che avrà circa 10 mesi non credo proprio!!!! Troppo sole e poco riparo!!!
    Un saluto a tutti e grazie per la bella recensione 😃

  12. Avatar
    Barbara Carrari says

    Ciao ragazzi! Volevo chiedervi un’informazione visto che anche io quest’estate andrò in giornata a Favignana con mio marito e nostro figlio di 5 anni: per il noleggio bici occorre portarsi dietro una carta di credito( ti bloccano un importo come cauzione?) e un documento d’identità che ti trattengono? Giusto per portarci dietro solo l’indispensabile. E un’altra domanda il seggiolino va bene per un bambino di 5 anni e mezzo? Senza dover prendere una bici anche per il bimbo visto che il tempo è poco. Grazie ancora
    Barbara

    • bambiniconlavaligia
      bambiniconlavaligia says

      Ciao Barbara, noi abbiamo preso le bici a noleggio a Favignana direttamente al porto lasciando un documento, no carta di credito. La nostra bambina aveva più o meno la stessa età, dipende dalla portata del seggiolino ma non sono così fiscali.

  13. Avatar
    Ferdinando says

    Ciao ragazzi, questa estate vorrei visitare Favignana con la mia famiglia (2 bimbi di 5 e 9 anni), ma purtroppo mia moglie non va in bici. Come potremmo muoverci per visitare le varie spiagge? Grazie mille

  14. Avatar
    Marica says

    Ciao! Scoperto il vs blog da poco, ne approfittò X chiedere se serve prenotate in anticipo il traghetto e lo scooter ( noi opteremo X qst soluzione) pensiamo di andarci la prox sett (saremo a San Vito X le vacanze dal 31/7 al 1/8). Inoltre ci sarà un traghetto anche da Trapani? Quello che ho visionato costano più del doppio !
    Grazie

    • bambiniconlavaligia
      bambiniconlavaligia says

      Ciao noi non abbiamo prenotato in anticipo ma attenzione che fine luglio è alta stagione. Pare che ci sia il traghetto anche da Trapani 🙂

  15. Avatar
    Alessandra says

    Cala Rossa con i bambini: a parte scendere, poi ci puoi stare mezza giornata? Nel senso: tuffarsi e risalire è agevole?

    • bambiniconlavaligia
      bambiniconlavaligia says

      Ci sono dei tratti dove è più agevole scendere a mare ma non è Rimini 🙂

  16. Avatar
    marco says

    Ciao,
    io avrei intenzione di andare a 1/2 settembre per 1 settimana con moglie e 2 figli (3 e 6 anni).
    mi chiedevo se forse 7 gg sono troppi?.

    Grazie,
    Marco

    • Avatar
      Alessandra says

      Ciao, vorrei organizzare per Favignana due settimane con due bimbi 1 anno e 3 anni…la seconda metà di agosto, dite che è fattibile?!? Troppo piccoli? Troppo tempo??? Ci sono stata anni fa da “single” e me ne ero innamorata e vorrei portarvi tutta la ciurma!!:)

      • bambiniconlavaligia
        bambiniconlavaligia says

        Metà agosto e bambini non è un problema, ma forse l’isola di Favignana la troverai affollata in questo periodo

  17. Avatar
    Marica says

    Siamo stati ben 4 volte a Favignana. 3 delle quali per due settimane. È veramente perfetta per i bambini.

  18. Avatar
    Deborah says

    Abbiamo appena scoperto il vostro blog e devo dire che è veramente interessante!
    Saremo in Sicilia a fine ottobre e stiamo pensando di andare a Favignana e fermarci due giorni/una notte sull’isola. Abbiamo due bambini di 5 e 8 anni che non possono pedalare e io non guido lo scooter. Secondo voi se noleggiamo due e-bike e dietro a ciascuna attacchiamo i nostri carrelli porta bambini è fattibile? Avete magari visto se ci sono noleggi e-bike che noleggiano anche i carrelli (in caso preferiremmo noleggiarli sul posto ed evitare il trasporto in traghetto/aliscafo)?
    Grazie per i vostri consigli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.