LifeStyle
comments 6

Come vivere da blogger

come vivere blogger

Una delle domande che più spesso ci viene posta è se quello di blogger è il nostro lavoro, il “vero lavoro”. Quando rispondiamo di sì qualcuno pensa che siamo dei miracolati, e spesso sono gli stessi che odiano il loro lavoro, poi qualcuno ci pensa dei pazzi, e forse non va troppo distante, qualcuno ci dice: “bravi!”. Ma la domanda successiva è: come fare il blogger?

In ogni caso rimane ancora molta nebbia intorno alla vita e al lavoro del blogger, oggi eletto talvolta a digital influencer. Con Giulia ci siamo messi davanti alla nostra Gopro Hero 5 sul suo mini treppiede, e bastone al tempo stesso, così vedete anche come funziona per le interviste, e magari aggiungiamo una mini review a fondo post.

Abbiamo un blog da 6 anni, bambiniconlavaligia.com nella sua veste attuale ne ha solo 3 di anni però. Attualmente abbiamo più di 100.000 visitatori unici al mese e quasi 2.500.000 di pagine viste all’anno. Sono tantissime per noi e ci fa strano pensare a quanta gente passa dalle nostre pagine, ma è così, e ci da una grande soddisfazione. Questa è la ragione perché ci sentiamo blogger a tutti gli effetti e ci andava di raccontare qualcosa di più della nostra attività.

Le 12 domande da fare a un blogger

Nel video troverai le risposte alle domanda più comuni, in ogni caso nel testo troverete impropriamente citato blogger anche per la sua versione al plurale, lo sappiamo che in inglese si scrive bloggers ma l’uso comune in italiano è mantenere “blogger” anche al singolare. 

Chi sono Fabio e Giulia?

Se sei qui probabilmente già ci conosci, se ci sei capitato grazie a Google o ai social media è ancora un piccolo successo per noi. Siamo Fabio e Giulia e facciamo i blogger da 6 lunghi anni.

Quale lavoro è il blogger?

E’ il nostro lavoro. Per semplificare siamo dei creatori di contenuti per il web e social media, testi, foto, video. Alle volte ci piace definirci dei nomadi digitali, anche perché spesso ci troviamo a lavorare con notebook sulle ginocchia in giro per il mondo.

Perché facciamo questo mestiere?

E’ la vita che ci ha portato a fare una professione dove possiamo raccontare la nostra passione, poi anche perché ci piace. Potremmo mettere anche il caso, la fortuna, un effetto sliding doors, ma non siamo superstiziosi.

fabio e giulia

Fabio e Giulia di bambiniconlavaligia.com

Si può vivere facendo i blogger?

Sì, noi ci viviamo, questa è la nostra attività principale. Certo non da subito, abbiamo fatto un bel po’ di gavetta abbinando diverse attività spesso inerenti al blogging. Da un anno disegniamo viaggi per famiglie in collaborazione con alcuni tour operator.

Quali sono le competenze per fare questa attività?

La creatività è oggettivamente un elemento fondamentale, certo. Per il resto si può partire da una base di formazione oppure si può fare self learning. Noi abbiamo optato in gran misura per la seconda opzione, 6 anni fa non c’era molto da formarsi su una cosa della quale si sapeva pochissimo.

Quali sono le attrezzature necessarie per fare il blogger?

Inizialmente può essere sufficiente un notebook (noi utilizziamo un macbook air e un macbook pro), oppure un tablet o similare, uno smartphone (i nostri sono Honor X6 e LG G6) , magari con il quale fare anche le foto, una connessione wifi e il gioco è fatto. Successivamente crescendo si può perfezionare anche la strumentazione e software, come fotocamere DLSR (qui parliamo di fotografia), la nostra è una Nikon D5200, o programmi per pc tipo Lightroom (foto) o Premiere Pro (video), entrambi di Adobe.

Com’è la nostra giornata?

Non si differenzia molto dalla giornata delle persone comuni se non che lavoriamo da casa, e questo talvolta può essere un vantaggio ma anche uno svantaggio, leggi “non stacchi mai”.

Come facciamo a lavorare quando siamo in viaggio?

Cerchiamo di recuperare nelle ore serali un parte di quello che non riusciamo a fare durante la giornata quando ci godiamo l’esperienza. Non sempre ci riusciamo e poi dobbiamo recuperare al rientro.

Si diventa famosi a fare i blogger?

A parte alcuni casi risicati possiamo dire che abbastanza difficile. Mai ostacolare la divina provvidenza però 🙂

Si diventa ricchi?

Per quanto ci riguarda, ed escludendo casi eclatanti (Chiara Ferragni per dirne una), possiamo anche dire di no. Si vive, noi manteniamo decorosamente la nostra famiglia.

Qual è la cosa più antipatica di fare il blogger?

La concorrenza sleale, i copioni e l’invidia della gente. Queste sono le cose che ci danno maggiormente fastidio.

Qual è la cosa più bella di fare il blogger?

Vivere delle esperienze uniche e fantastiche, è un’opportunità straordinaria che da questo lavoro. Dormire su un’isola privata in Scandinavia, vedere l’aurora boreale, salire sui templi di Angkor Wat, sono tutte cose che non si dimenticano.

Cambiereste lavoro?

Anche se ogni tanto ci pensiamo mirando a qualcosa di più stabile al momento no.

Cosa consiglieresti a chi deve iniziare?

Passione, impegno e costanza. Più semplice di quello che pensavi?

La video intervista con la GoPro Hero 5

Questa intervista l’abbiamo registrata con la Gopro Hero 5. La scelta è stata motivata dalla necessità di fare velocemente il video, tra l’altro fuori casa nostra. È leggera, facile da usare e posizionare. Come potete vedere la qualità in interno è solo sufficiente, nulla di più, la Gopro da il suo meglio in esterno con abbastanza luce, e l’audio è accettabile, anche su questo punto GoPro potrebbe migliorare molto. Non dimentichiamoci che è una action cam! In ogni caso il risultato è quello che ci aspettavamo e per l’uso che dovevamo farne siamo soddisfatti.  È sempre importante scegliere la strumentazione in base al risultato che si necessita, sempre meglio non eccedere o non essere in difetto. Anche questo è un suggerimento per neo blogger!

6 Comments

  1. Fabio says

    Penso che la parte più difficoltosa sia farsi pagare…o sbaglio?

  2. Andrea says

    Ciao e complimenti per il sito, sono Andrea di Manzano (UD) – si, siamo abbastanza vicini – 😉 avendo anche noi due bimbi, di 9 e 12 anni, ho una domanda: come riuscite a conciliare gli impegni scolastici con i viaggi postati sul blog ?

    • bambiniconlavaligia
      bambiniconlavaligia says

      Ciao Andrea, infatti non viaggiamo sempre con i bambini. Durante le vacanze estive e durante quelle invernali solitamente. Nel resto dei periodi viaggiamo io e Giulia.

  3. Marica says

    Ciao Fabio,
    E grazie per aver condiviso.
    Io ho un blog neonato (online da 5 mesi e 2500visualizz/mese) che parla di viaggi, eventi e attività per famiglie.
    Per ora sto puntando sulla formazione mentre scrivo i primi timidi contenuti.
    Siete fonte di ispirazione e, anche se la strada è lunga, spero di poter trasformare la mia passione per il digitale e per i viaggi in un lavoro.
    Volevo chiederti, come e quando sono arrivate le prime collaborazioni?

    questo è il mio blog 🙂 bambinigiramondo .it

    • bambiniconlavaligia
      bambiniconlavaligia says

      Ciao Marica, grazie per seguirci. Le prime collaborazioni un po’ ce le siamo cercate tramite fiere o via email, un po’ sono arrivate quando è aumentata la visibilità del blog. Buona fortuna per il tuo bel progetto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.