LifeStyle
Leave a comment

Imparare l’inglese con i bambini a casa: le risorse utili e quelle gratuite

come imparare l'inglese

Troppo poco, spesso male insegnato o insufficiente per formare adeguatamente dei bambini e ragazzi che dovranno affrontare il terzo millennio. Questo è quello che pensiamo dell’inglese per i bambini alla scuola elementare, o primaria se preferisci, e talvolta (anche se ci sono diversi casi di eccellenza) il livello non è migliore alla scuola media o in quella superiore. Ci vorrebbero più ore, più risorse, forse più qualità.

È per questa ragione che abbiamo scelto di affidarci ad un’insegnante privata madrelingua per migliorare l’inglese dei nostri bambini, un esborso aggiuntivo al budget familiare per una lezione a settimana per entrambi. Risultati? Sì, certo, possiamo dire che il loro inglese è migliorato e i risultati a scuola pure. Ma cosa facciamo per migliorare l’inglese dei bambini anche a casa? Quali sono le risorse che ci possono aiutare in questo importante percorso di apprendimento? In questo post vedremo alcuni metodi e risorse per l’inglese, gratuite e a pagamento.

Come far imparare l’inglese ai bambini a casa

Da diversi anni utilizziamo alcuni stratagemmi per permettere ai nostri bambini di continuare a imparare l’inglese anche durante le ore più rilassate a casa. Lo facciamo attraverso la tv e il tablet principalmente, leggere correttamente in inglese è più difficile e più impegnativo per i bambini, anche se in questo post abbiamo trovato dei libri in inglese semplici e divertenti adatti a loro, magari da riservare al periodo successivo, quando andranno alla scuola media e l’insegnamento della lingua straniera sarà un po’ più approfondito.

I DVD risorsa intramontabile per le lingue

Forse sono un po’ “old” ma funzionano. Dei DVD, ne abbiamo sempre fatto un uso ampio, ci hanno permesso sempre di modulare i contenuti sulla base dell’età e di cambiare facilmente la lingua dall’italiano all’inglese. Lo abbiamo fatto da quando i piccoli erano veramente piccolissimi, per loro è divenuta quasi una consuetudine e l’imposizione, essendo il cartone animato preferito un modo facile per catturare la loro attenzione e nel contempo permettere che imparino e migliorino il loro inglese. Qui alcune proposte di DVD per bambini dalla pagina di ricerca su amazon.it. Controllate sempre che abbiano la doppia lingua prima dell’acquisto. È uno strumento forse un po’ obsoleto (sostituito in parte dai contenuti in streaming di cui parliamo sotto) ma sempre valido.

scuola inglese
Quanto è importante l’inglese per la vita?

La TV on demand anche per imparare l’inglese

I programmi TV in lingua originale sono veramente utili, molto presenti sulle piattaforme a pagamento come Sky o Netflix, scarseggiano purtroppo sulla TV satellitare. Da qualche mese abbiamo scoperto Amazon Video Prime, ne abbiamo parlato in questo articolo sui film alla tv, ed è divenuto un nostro punto di riferimento per fare in modo che i nostri ragazzi migliorino il loro inglese. È gratuito se hai già l’abbonamento a Prime, e se acquisti abitualmente su amazon.it lo hai sicuramente. Sulla TV lo usi con questa chiavetta.

Per bambini e ragazzi ci sono parecchi contenuti in lingua originale (english), dai cartoni animati ai film per la famiglie e pure le serie TV, i nostri che sono un po’ più grandini ne vanno pazzi. Un inglese on demand che piace a loro e sinceramente piace anche a noi perché troviamo diversi film carini da guardare alla sera. Tutto senza spendere un centesimo in più.

E imparare l’inglese giocando?

Non raccontiamocela, lasciamo diverse volte che i nostri bambini giochino con i videogame sul telefono, sul tablet o sulla playstation. È sufficiente impostare la lingua inglese sull’apparecchiatura utilizzata e tutto diventa magicamente istruttivo per i bambini e ragazzi. Imparano facilmente termini, modi di dire, parole nuove. Chiaramente non diciamo di lasciarli davanti agli schermi digitali per ore ma di farli divenire parte di questo piccolo universo dedicato all’apprendimento della lingua.

Tra i giochi per la playstation, noi abbiamo la PS4, ad esempio c’è ne sono di divertentissimi come CARSle serie Lego , adatti ai bambini dai 7 anni, ma anche il calcio di FIFA18 adatto ai bambini dai 3 anni. Durante il gioco ci sono spesso dei commenti, frasi, interazioni, tutte in inglese.

I libri hanno sempre il loro fascino anche in lingua originale

Quando i bambini crescono o hanno già raggiunto un buon livello di inglese si può passare anche ai libri. La sezione Libri in Inglese di amazon.it ad esempio è un’ottimo punto di partenza per procurarsi dei testi che li coinvolgano con le loro storie, rendendo l’apprendimento dell’inglese un passatempo piacevole. Si potrebbe iniziare dalle vicende della Rowling con protagonista Harry Potter, in versione Kindle per supporti elettronici come il tablet o lo stesso lettore Kindle, costano anche di meno. Qualora il libro non piaccia o ci si rende conto che non è del livello corretto per il proprio bambino o ragazzo, non è questa gran spesa, e puoi leggerlo sempre tu!

I siti e le risorse online gratuite e non

La rete ci viene in aiuto con tantissime risorse, il più delle volte gratuite, alle quali possiamo rivolgerci per fare in odo che i nostri bambini, ma anche i ragazzi un po’ più grande, possano migliorare il loro inglese scolastico.

  • Il sito per bambini e ragazzi British Council è il primo dei siti che vogliamo citare. È ricco di contenuti con video, giochi, canzoni, giochi interattivi, esercizi di ascolto e di scrittura. Un sito veramente completo e super consigliato;
  • Cambrige English è un altro sito molto interessante per l’apprendimento dell’inglese da parte dei bambini. Innanzitutto ha dei suggerimenti anche per i genitori che si apprestano a fare da supporto ai bambini, mentre per i bambini sono tante le attività da fare (talune molto divertenti) suddivise per livello di apprendimento;
  • Su https://www.eslkidstuff.com/ trovate diverse risorse per chi insegna inglese e quindi anche attività da far fare ai vostri bambini e ragazzi;
  • Canzoni, fogli di lavoro e flashcards per bambini desiderosi di divertirsi con l’inglese anche su http://www.teachchildrenesl.com/

Tra le APP vi segnaliamo anche DUOLINGO. È segnalata per essere una delle app migliori per imparare l’inglese e la usiamo tanto in famiglia, Adulti e ragazzi. Non è proprio un corso di inglese ma è utile a mantenere fresca la memoria, specialmente sui vocaboli. Diversi livelli, premi in forma di gemme e sfide tra partecipanti, per mantenere vivo l’interesse di chi studia. Esiste anche in versione Plus per avere accesso a vite illimitate, come in un videogame quando si sbagliano le risposte si perde una vita. Sostanzialmente ci sono frasi da completare, da ascoltare e pronunciare, parole da abbinare con la giusta traduzione, quesiti anche con immagini nei livelli per bambini. Si possono iscrivere anche i bambini minorenni con il controllo del genitore. Da tenere sullo smartphone, provatela, tanto non costa nulla!

duolingo app lingue straniere
Una schermata di Duolingo

Babbel.com è un sito a pagamento fatto molto bene e che funziona pure bene. Si inizia con un test per comprendere il proprio livello di conoscenza e quindi si può scegliere il corso tra quelli per principianti, dedicati alla grammatica, al ripasso (sono moltissime le opzione per apprendere), ce ne sono anche per gli adulti e dedicati al lavoro, alla comprensione orale o alla scrittura. Sfrutta le immagini e l’apprendimento intuitivo, ottima cosa per i bambini e i ragazzi che non vogliono annoiarsi ore davanti al pc. Le lezioni sono davvero ben strutturate. Oltre all’inglese ci sono molte lingue come spagnolo o tedesco. Intanto buone lezioni di inglese per bambini! Noi ci siamo abbonati, perché secondo noi merita, in famiglia lo usa Siria, Simone e io 😉

Novakid è un sito dedicato all’apprendimento dell’inglese per bambini dai 3 ai 12 anni. In pratica si partecipa a delle lezioni di 25 minuti in videoconferenza con un’insegnante che può essere base o premium (solitamente i madrelingua sono premium). Ogni lezione è sviluppata per interagire con i bambini in modo giocoso e coinvolgente. Si utilizzano diversi strumenti come una lavagna a video, animazioni, premi e altro per mantenere viva l’attenzione dei piccoli. Si può partire anche da zero.

bambina studia inglese
Un momento della lezione di inglese online
Novakid [PL,IT,PT,RO,CZ]

Noi lo riteniamo un ottimo strumento, specialmente per l’esercizio della pronuncia e la possibilità di interagire one to one con un’insegnante di madrelingua. In più al termine di ogni lezione hai un feedback di cosa è stato fatto e dei progressi di apprendimento. Noi abbiamo fatto un abbonamento e nostra figlia segue una lezione a settimana. Tra l’altro la prima lezione di inglese è gratuita!

I consigli per studiare l’inglese online meglio

Datevi dei tempi o date dei tempi ai vostri bambini e ragazzi. Come fosse una lezione a scuola. Il problema principale dell’apprendimento online è che non avendo un impegno fisso si finisce per non fare esercizio proprio. Pertanto i nostri suggerimenti sono i seguenti:

  • dedicare un tempo definito (5 minuti al giorno, 10 minuti, 1 ora) ma farlo con regolarità
  • scegliere con cura il corso partendo dal giusto livello (non strafare)
  • ripetere una lezione non è una vergogna, anzi
  • fissare e raggiungere degli obiettivi
  • se possibile fare dei test di valutazione

Tutto ciò vale per i bambini, come per i ragazzi o gli adulti. Se usate anche voi l’app o il sito web preferito per imparare l’inglese vedrete che anche i vostri bambini e ragazzi saranno maggiormente invogliati a farlo!

È un aiuto per il futuro quello che diamo ai nostri bambini oggi

Possiamo solo prendere i nostri bambini e ragazzi per mano e dargli una spinta verso il futuro, è il nostro compito. Certo una vacanza studio aiuta, ma durante l’anno poi? Io e Giulia siamo convinti che ad oggi non si possa stare senza inglese, per viaggiare ma anche semplicemente per vivere meglio. Fa parte del nostro bagaglio culturale fare in modo che possano imparare l’inglese, del nostro stile di vita. Vogliamo trasmetterlo ai nostri bambini, senza doversi trovare a rincorrere l’apprendimento dell’inglese da grandi, un po’ come abbiamo dovuto fare noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.