LifeStyle
comments 2

Quando il cibo fa la differenza per crescere bambini sani e forti

cibo cameo muu muu

Quando il cibo fa la differenza come stile di vita di una famiglia felice

La vita cambia, le abitudini cambiano, noi cambiamo! La vita è imprevedibile, non si sa mai cosa ci aspetterà domani, di certo è che anche le abitudini consolidate negli anni, come la nostra cultura, può subire condizionamenti esterni che la mutano drasticamente. Malta non era nei nostri piani, ma sicuramente questa esperienza di vita all’estero ci ha migliorati sotto tanti punti di vista. Uscire dalla propria zona di confort, uscire dal proprio ambiente fatto di amicizie consolidate negli anni, fatto dal sostegno degli affetti sinceri della famiglia, fatto da quelle routine che danno tanta sicurezze, permette di crescere, di cambiare di migliorarsi. Culture diverse che si incontrano non possono che generare cambiamenti positivi. Così questo cambiamento così forte e radicale ci ha permesso di imparare molte cose. Essere per la prima volta considerati emigrati in una terra non tua, “subire” il razzismo inteso come diffidenza al diverso, imparare a mettersi in gioco con la purezza di un bambino è stato una grande esperienza di vita.

offerte viaggi gruppo vacanze bambini

Mi ricordo ancora il primo giorno di scuola dei miei bimbi, la loro lunch box che raccontava tutta la loro italianità (piadina al crudo e frutta fresca), l’incontro con gli altri bimbi, con la loro storia con la loro cultura così diversa ma così affascinante. Per noi il cibo è sempre stato un modo per condividere, per ritrovarsi davanti ad un tavolo seduti e raccontarsi, chiacchierare di argomenti leggeri e condividere i pensieri. Ho scoperto però che per molte famiglie provenienti da altri stati, il cibo è solo un nutrimento del corpo non dell’anima. Mi sono accorta che alcuni bambini si alimentavano quotidianamente con alimenti che mai avrei dato i miei figli perché poco salutari e completamente al di fuori nelle nostre abitudini ma che mi hanno permesso di capire quanto sia importante la cucina di una famiglia. Ho poi capito che uno dei problemi di questa nostra nuova “casa” era non a caso l’alto tasso di obesità infantile. Mi hanno insegnato il valore del cibo sano, quasi scontato per noi che arriviamo da una cultura in cui mamma e nonna passano ore e ore in cucina a preparare ottime pietanza, ma che lì per il poco tempo a disposizione non si riesce a cucinare.

Così ad oggi sia io che Fabio abbiamo una particolare attenzione per ciò che mangiamo e ciò che mangiano i nostri bambini. Pochi cibi confezionati, molta frutta e verdura, yogurt e budini golosi. Uno dei prodotti che amiamo per la qualità delle materie prime utilizzate è Muu Muu di cameo, un budino al gusto di vaniglia e cioccolato, dalla composizione accattivante e dal packaging attraente. Budini che già conoscevamo, glieli davo anche quand’erano piccini, che nelle nuove versioni Frutta & Latte alla banana e Frutta & Latte alla fragola sono ancora più squisiti. Vi dico solo che i nostri cuccioli ne vanno matti ma anche noi adulti, come dei ladruncoli, ogni tanto ne mangiamo uno (guai se ci vedono i bimbi, i budini Muu Muu sono tutti per loro!). Muu Muu Frutta & Latte è ideale a colazione ma anche come merenda a scuola, molto energetico ma leggero da digerire. Può essere mangiato come dessert dopo pasto o al termine di un’attività sportiva. C’è solo una controindicazione… una volta assaggiato è impossibile restarne senza! Giulia

2 Comments

  1. Francesca Pavani says

    Ciao Giulia, sono una mamma molto attenta all’alimentazione e seguo costatemente il vostro blog, perché molto interessante e pieno di spunti. Però oggi dissento da questo articolo, non nel messaggio che vuole trasmettere-sana alimentazione- ma nella pubblicità esplicita ad un alimento-industriale, a base di latte vaccino, pieno di conservanti- che apertamente pubblicizzi. Scusa ma non mi sembra il caso. Discorsi sulla sana alimentazione lasciali alle persone esperte e competenti del settore.
    Ti suggerisco la visione del video tratto da una conferenza bellissima che ha trattato proprio l’alimentazione dei bambini, e la loro vulnerabilità nei confronti del marketing. Sponsor SLOW FOOD e la Commissione mensa di Castelfidardo. Partecipanti, la dott.ssa VILLARINI di indubbia competenza in materia.

    https://www.youtube.com/watch?v=y4t3jahuEyY

    ciao a presto!

    • bambiniconlavaligia says

      Ciao Francesca, lascio spazio al tuo commento, chiaramente dissento dal tuo parere, i miei bambini sono cresciuti benissimo bevendo latte di mucca e mangiando pure il muu muu 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.