Blog
comment 1

In campeggio con i bambini

campeggio con i bambini

I pro ed i contro di una vacanza in camping secondo bambiniconlavaligia.com

La nostra esperienza di campeggio con i bambini comincia al Camping Vestar in Croazia, vicino Rovigno (Rovinj in sloveno), con una tenda familiare, due camere e una zona giorno centrale, montata mentre la piccola ci gattonava sopra ed ogni tanto voleva mangiare qualche buon sasso ! Abbiamo sperimentato anche il camper (un po’ scassato) fino in Germania, roulotte (Croazia, Austria e Germania) e bungalow in Norvegia, un po’ di training l’abbiamo fatto ! Sono tra le più belle esperienze di vacanza che abbiamo vissuto con i bambini e sfogliare le foto di queste piccole avventure ci riempie il cuore di gioia ancora oggi, convincendoci ancora una volta che la prossima esperienza outdoor sarà la più bella.
Per aiutarvi a scegliere ci siamo posti un quesito:

Ma quali sono effettivamente i pro e contro di una vacanza in campeggio con i bambini ?

Cominciamo dai contro:

Instabilità del tempo meteorologico innanzitutto. Specialmente nelle ultime stagioni anche d’estate la pioggia si é fatta vedere purtroppo abbastanza spesso, e ciò per una vacanza all’aria aperta ha la sua importanza. Tenda, carrello tenda, roulotte o camper, la pioggia in campeggio é proprio fastidiosa. Gli spazi sono già stretti e la convivenza in pochi metri quadri non é sempre semplice se non si é ben rodati.
Per fortuna ci sono strutture che offrono spazi coperti al chiuso per lo svago ed il gioco dei bimbi (in genere nei paesi del nord Europa), optate per quest’ultime se le previsioni sono incerte. La pioggia comporta un’altra serie di disguidi, é difficile mettere ad asciugare l’abbigliamento, il fango é onnipresente. I nostri migliori consigli ? Scegliete molto bene la struttura per le vostre ferie, talune sono dotate di spazi adeguati per garantire svago e gioco ai bambini, servizi lavanderia ed asciugheria, bagni e docce riscaldati, zone animazione per grandi e piccini al coperto, in caso di maltempo servizi come questi possono fare la differenza tra una vacanza ed un incubo (provate a vedere questo campeggio che abbiamo visitato in Germania per capire cosa si intende per “attrezzato” http://www.camping-kirchzarten.de/en2/platzinfo/ ). Se avete scelto la tenda non meno importante é la tenuta alla pioggia di quest’ultima, viene abitualmente espressa come “colonna d’acqua”, maggiore é la misura in mm o metri, meglio resisterà alle precipitazioni, farsi svegliare nel bel mezzo della notte da una goccia insistente o su un materassino fradicio non é piacevole, né per voi né per i vostri piccoli vacanzieri.
Un altro contro é la dotazione di attrezzature, con i bimbi non é sufficiente un telo mare per dormire sotto le stelle, pertanto probabilmente dovrete dotarvi di sacchi a pelo, lettini o materassini, qualcosa per scaldare il cibo o il latte, tutta una serie di oggetti (meglio se “da campeggio”) che oltre ad acquistare, dovrete caricare in auto, portare a destinazione, scaricare e ricaricare quando dentro non starà già più nulla.

Gli spostamenti. Se siete in roulotte o camper visitare attrazioni nelle vicinanze non sarà così semplice a meno che non siate dotati di biciclette attrezzate con seggiolini e soprattutto buone gambe. I campeggi difficilmente sono proprio a due passi dal centro e la differenza con l’hotel può essere palpabile.

La condivisione. In campeggio si condividono con gli altri ospiti gli spazi pubblici ed i servizi igienici, per qualcuno passeggiare verso il bagno con la carta igienica sotto al braccio o fare la doccia mentre il vicino canta qualche aria d’opera può essere motivo di imbarazzo. Valutate anche questo.

E adesso é tempo per i pro:

Vivere all’aria aperta é impagabile, per voi e per i bambini che avranno modo di inventare nuovi giochi per ogni momento di vacanza, aiutandovi intralciandovi a montare la tenda o la veranda della caravan, correndo liberi, incontrando altri bambini e facendo amicizia, passando dalla spiaggia, al parco giochi per poi tuffarsi in piscina. Correre in bicicletta o andare a prendersi il primo gelato da soli, ballare la mini dance o preparare con voi il fuoco della griglia, sono esperienze che li faranno crescere ed apprezzare a voi la loro prima indipendenza in un ambiente sicuro.

Il costo di una vacanza in campeggio é più contenuto di quello di un albergo, nel conteggio finale dovete comunque tenere conto delle spese per le attrezzature, sempre che non optiate per i bungalows o case mobili.
La libertà di starsene in costume da bagno per tutta la giornata (qualcuno anche senza nei campings naturisti) senza imbarazzi anche per chi non ha superato la prova costume 😉

L’opportunità di programmare una viaggio itinerante senza l’obbligo di un minimo di notti e la scelta di alloggiare proprio dove si vuole.

Un ultimo suggerimento, cominciate da un campeggio in una località al mare, la montagna é bellissima ma un po’ impegnativa per i neofiti dell’outdoor, specialmente se con bambini al seguito.

Questa é la nostra opinione, ma ci interessa anche la vostra !

Scrivete a info@bambiniconlavaligia.it se avete qualcosa da aggiungere.

1 Comment

  1. Pingback: Zaino di qualità - la nostra prova - bambiniconlavaligia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.