Maternità
Leave a comment

Il cambio pannolino senza intoppi

cambio pannolino neonati

Il cambio del pannolino è sempre un momento di intimità tra la mamma e il suo bambino, un momento di coccole e di intesa. Il bambino che si sente spesso a disagio, pauroso e infreddolito, guardando la mamma negli occhi acquisisce fiducia e, insieme in questo momento speciale, creano un rapporto di complicità e di intimità.

Spesso il momento del cambio è un momento anche divertente dove la mamma gioca e interagisce con il suo piccolino soprattutto dopo che sono passate le paure iniziali. Infatti, se da un lato il cambio del pannolino rappresenta un momento positivo nella giornata di un bambino e di una mamma, soprattutto subito dopo il parto, complice lo scombussolamento ormonale, può rappresentare anche un momento di paura per lei che si trova ad affrontare da sola il momento del cambio, rientrando tra quelle cose che non dici.

mamma e neonato

La paura di farlo cadere dal fasciatoio, quella di aver acquistato i pannolini sbagliati che gli fanno irritazione oppure la paura di non pulirlo bene e cambiarlo correttamente, con “conseguenza disastrose” come la fuoriuscita di pipì o popó, può rappresentare per la neo mamma un problema.

Ora che di figli ne ho tre, pure con un passato da educatrice in asilo nido, posso tranquillamente dirvi che il cambio del pannolino è un momento magico, e che anche se fa sempre un po’ paura in fase iniziale, entrerà a far parte della vostra quotidianità con il sorriso.

Come organizzarsi con il cambio del pannolino?

La prima cosa che vi consiglio di fare per organizzarvi ai primi cambi di pannolino, che abbiate o meno il fasciatoio in casa, è di prepararvi sempre tutto il necessario per il cambio del pannolino prima di iniziare a spogliare il bambino. Questo vi permetterà di avere tutte le cose sottomano senza rischiare di fare manovre azzardate, come lasciare il neonato da solo per cercare le cose che vi servono. Cosa vi serve per il cambio?

  • un telo igienico monouso oppure una telo in cotone o spugna in maniera tale da appoggiare il bambino su un tessuto caldo e non freddo come la plastica del fasciatoio;
  • delle salviettine umide o in alternativa una spugna morbida per lavare il culetto del bambino sotto l’acqua corrente
  • i pannolini
  • della crema per il culetto se arrossato

Per quanto riguarda i pannolini vorrei farvi prestare attenzione sul tipo di pannolini da acquistare per vostro figlio. Quando andate ad acquistarli fate attenzione che siano fatti di materiale organico, anallergico, e che abbiano la capienza da voi desiderata. Io ad esempio non cambiando mai il pannolino durante la notte, ho bisogno di acquistare per il piccolo dei pannolini che abbiano un grado di assorbenza elevato, ciò per non lasciarlo con il culetto umido tante ore.

neonato con pannolino

Con il mio terzo figlio mi sono organizzata con l’abbonamento mensile di Lyllidoo, con 54 € al mese si ha la fornitura di pannolini per i 30 giorni seguenti con la possibilità di includere salviettine e teli monouso. Io sto testando la taglia 1, dai 2 ai 5 chili,e sinceramente mi trovo bene. La notte hanno una tenuta pazzesca tanto che al mattino non trovo nessuna furiuscita (di notte non cambio mai il pannolino al bambino) e sinceramente non sono nemmeno maleodoranti. Se ti interessa provare la fornitura mensile di pannolini Lillydoo puoi ordinare una prova gratuita (si pagano solo le spese di spedizione 3,90 euro) e comprende 10 pannolini della taglia di cui hai bisogno e 15 salviettine, ti consiglio di provarli perché secondo me sono degli ottimi prodotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.