Blog
Leave a comment

Altopiano di Asiago, una vera scoperta per le famiglie

altopiano asiago estate malga

Quante volte abbiamo e avete sentito parlare dell’Altopiano di Asiago? Tantissime, l’omonimo formaggio lo ha reso famoso! Ma in pochi conoscono questo territorio come una fantastica destinazione dove organizzare una vacanza in famiglia.

Una distesa di morbide colline verdi, boschi intervallati da prati verdissimi, centri abitati molto curati e ovviamente un’offerta enogastronomica da far venire uno speciale languorino in bocca.

marsupio port bimbo in montagna Altopiano Asiago
Con Sebastian sull’Altopiano di Asiago

Oltre ad Asiago sono sei i comuni che fanno parte dell’Altopiano, ognuno con le sue caratteristiche contribuisce a rendere speciale questa zona. Noi l’abbiamo visitata durante un week end di mezza estate nel quale abbiamo avuto un assaggio di quello che si può fare con i bambini e, ad essere sinceri, non vediamo l’ora di ritornarci! Già, perché tra camminate, attività per i bambini e manifestazioni qui di certo non si rischia di annoiarsi!

Cosa fare con i bambini sull’Altopiano di Asiago 

Come ti accennavo prima, sull’Altopiano di Asiago di cose da fare con i bambini ce ne sono davvero tante. Per organizzare il nostro week end e scegliere le attività che più si addicevano a noi abbiamo utilizzato il portale Feelgood, la rete d’imprese che raggruppa alcune delle principali aziende e attività che si possono fare sul territorio. La comodità di utilizzare questo portale sta nel fatto che le attività vengono classificate in base alla tipologia: c’è la parte Slow e la parte Active, c’è la parte Balance e chiaramente la parte dedicata alle famiglie. Non avendo molti giorni a disposizione abbiamo scelto di cercare di concentrarci su alcune attività, a partire dal trekking leggero su dei sentieri percorribili anche con il passeggino, per finire nel testare la cucina locale in diversi ristoranti dell’altopiano.

Fabio e Siria truccati da preistorici al villaggio di Lusiana

Abbiamo percorso in compagnia di una guida di AsiagoGuide il sentiero che ci ha condotto al Museo e Villaggio Preistorico di Lusiana dove abbiamo scoperto che proprio tra questi monti vivevano alcune civiltà risalenti al 3000 a.C.. E’ possibile partecipare nel week end ad attività e laboratori dove i bambini possono scoprire come vivevano gli uomini preistorici. Possono vedere le prime capanne fatte con l’argilla, possono provare ad accendere il fuoco utilizzando la selce oppure tessere una coperta.

Il villaggio preistorico è locato sulla cima del monte Corgnon e già la sola vista da lassù meriterebbe la visita. Vi do alcune indicazioni sul villaggio: l’attrazione non è raggiungibile con l’auto, l’unica maniera per arrivarci è accedere a piedi tramite due percorsi, entrambi semplici ma non percorribili con il passeggino in quanto i sentieri sono dissestati. Per la passeggiata, la visita al museo a cielo aperto e le attività laboratoriali ci vogliono almeno tre orette.

Sempre con AsiagoGuide siamo andati alla scoperta della storia dell’Altopiano. Con Massimiliano, la nostra guida, abbiamo fatto un viaggio nel tempo tra i punti di maggior interesse che hanno coinvolto l’altopiano di Asiago durante la Grande Guerra. Punti in cui si sono combattute le battaglie, punti strategici e panoramici, trincee, postazioni di artiglieria e sentieri storici, il tutto durante il giro delle malghe di Caltraro.

mucche sull'Altopiano Asiago
Incontri lungo le strade dell’Altopiano

Per gli amanti dei cavalli al Maneggio “l’altopiano dei Cavalli” si può vivere un’esperienza unica. Qui i cavalli vengono lasciati liberi nei prati e fatti cavalcare senza morso, un’esperienza unica che sa di libertà. Vengono anche organizzate camminate in sella in mezzo ai boschi, noi avendo Sebi molto piccolo non siamo riusciti a partecipare a questa attività, purtroppo ma mi sa che ci ritorneremo con i ragazzi grandi, in 5, 6 lezioni di un’ora circa è possibile prendere sicurezza con i cavalli e uscire per una passeggiata.

Piacevolissimo è stato provare le e-bike sul sentiero del trenino che percorre l’altopiano tra scenari naturali e le vecchie gallerie del percorso ferroviario, fantastico!

Queste sono solo alcune delle attività che si possono fare sull’Altopiano ma ci siamo promessi di ritornarci per esplorarlo con più calma, magari tutti assieme.

Dove dormire sull’altopiano di Asiago

Sull’Altopiano di Asiago esistono varie soluzioni per scegliere non solo un alloggio ma per vivere un’esperienza sul territorio. Noi abbiamo scelto di alloggiare all’Hotel Belmonte a Treschè, un piccolo hotel a conduzione famigliare dove sentirsi a casa è all’ordine del giorno. Marzia, la titolare dell’hotel, ci ha accolto e con la sua famiglia e ci ha coccolato per tutta la durata del soggiorno.

Camera familiare Hotel Belmonte
In camera all’Hotel Belmonte

Alcune informazioni sull’hotel: la cucina dell’hotel propone piatti della cucina veneta e dell’Altopiano, semplicemente deliziosa. Noi abbiamo alloggiato in una family suite molto bella, una camera a due piani, con doppi servizi e 4 posti letto. Avvisando Marzia prima dell’arrivo, abbiamo trovato in camera il lettino per Sebastian. L’Hotel è dotato anche di parcheggio a poca distanza dall’hotel.

Un’altra soluzione per alloggiare sull’Altopiano di Asiago è La Scuola Guesthouse, un piccolo b&b nato proprio all’interno di un edifico che un tempo era una scuola elementare del posto. Abbiamo scelto di visitarlo proprio perché molto particolare, all’interno si trovano molti arredi d’epoca, lavagne, poster e perfino i vecchi banchi originari della scuola. Tutte le camere sono tematiche e ognuna è diversa dall’altra. C’è la stanza dedicata all’aritmetica e quella dedicata alle scienze, c’è quella dedicata alla geografia e la suite, ovvero la stanza della maestre.

La scuola b&b Asiago
La Scuola Guesthouse

Dove mangiare sull’Altopiano di Asiago

Come sapete io e Fabio siamo delle buone forchette e dove c’è da assaggiare qualche piatto tipico piuttosto che piatto tradizionale siamo i primi a volerlo fare. Sull’Altopiano dei sette Comuni abbiamo scelto di pranzare cenare ogni volta in un posto diverso proprio per assaggiare i diversi gusti e le diverse cucine proposte. Siamo stati al Ristorante Hotel Alpi di Foza dove abbiamo assaggiato delle vere delizie della cucina locale. Lo chef Gianmarco propone piatti semplice ma allo stesso tempo di una bontà unica. E sapete che se ve lo diciamo noi che merita, merita veramente. 

Un altro posto che merita veramente è Malga Serona, una delle malghe produttrici del famoso formaggio di Asiago dove assaggiare piatti a base di formaggio e acquistare formaggi prodotti artigianalmente in malga. Dopo un tagliere di formaggi e salumi sublimi abbiamo provato un secondo a base di tomino grigliato funghi e polenta nostrana: una bontà unica! Abbiamo visitato il loro laboratorio scoprendo tutta la passione che ogni giorno Davide, il proprietario della Malga, mette nel suo lavoro (n.b. dicono che questa sia la malga dove si mangia meglio di tutto l’Altopiano, e non fatichiamo a crederci!)

tagliere salumi malga Asiago
Tagliere in malga sull’Altopiano di Asiago

Altra soluzione dove andare a pranzo/cena è il Ristorante Hotel Gaarten situato a Gallio, una location molto elegante dove assaggiare piatti della cucina tradizionale rivisitati in chiave moderna. Particolari i dolci e il baccalà alla vicentina, abbinamenti unici da provare!

Altro ristorante degno di nota è la Locanda Capr’Allegra a Gallio. La location è molto carina (siamo davanti al maneggio di cui abbiamo parlato sopra) e il personale molto cordiale. La cucina è quella della tradizione, piatti a base di funghi, selvaggina e formaggi. Da provare!

ponies ad Asiago
Cavalli sull’Altopiano di Asiago

Altopiano di Asiago: montagna a misura famiglia

Di questa mini vacanza sull’Altopiano abbiamo apprezzato tanto la genuinità del luogo, la cordialità della gente, ci siamo sentiti parte del territorio, non unicamente dei turisti. Facile incontrare le mucche sui sentieri sterrati percorribili anche in auto, una sensazione di essere veramente in montagna che in altri posti non è così scontata! Una destinazione che ci ha stupito per accoglienza e qualità, un posto dove tornare, magari in inverno, per una settimana bianca diversa dal solito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.