Blog
Leave a comment

Il Pianeta Blu l’acquario di Copenhagen

acquario copenhagen

E’ il più grande acquario del Nord Europa, si trova a Copenhagen e dopo esserci stati possiamo dire che si tratta di una delle attrazioni migliori per le famiglie con bambini che arrivano nella capitale danese. Non solo Tivoli, Sirenetta o giro in battello, da vedere in città c’è anche l’Acquario di Copenhagen.

offerte viaggi gruppo vacanze bambini
acquario copenhagen

Esterno dell’acquario di Copenhagen

La struttura si trova poco fuori città, sono circa 20 minuti di bus, qualcosa di meno in treno. Un grande edificio situato vicino all’aeroporto e affacciato sul mare con un design molto moderno, tutto in metallo con 5 braccia che si protendono parte in terra e parte sull’acqua, veramente molto bello, impossibile non portarsi a casa uno scatto fotografico già da fuori.

L’ingresso è gratuito per i possessori della Copenhagen Card, diversamente i prezzi sono di 170 Corone per gli adulti e 95 DKK per i bambini sotto i 12 anni, circa 23 e 13 Euro. Dall’atrio centrale, dove sul soffitto le ombre dei pesci danno l’impressione di trovarsi sottacqua, c’è la possibilità di accedere alle diverse aree dell’acquario, i laghi e mari del nord, quella dei mari tropicali e quella dell’oceano, lasciamo gli zaini negli appositi stipetti (con monetina da 5 Corone) e iniziamo l’esplorazione di questo pianeta blu.

Sono molti i pesci in mostra all’acquario di Copenhagen, ce ne sono realmente di tanti tipi e colori diversi. Ci sono le vasche dove accarezzare le stelle marine o le sogliole, quelle con i cavallucci marini, il mitico pesce pagliaccio, meglio conosciuto grazie al mondo Disney come Nemo.

acquario copenhagen

Il tunnel vetrato dell’acquario a Copenhagen

A nostro parere la parte più interessante e scenografica, dopo i variegati colori dei pesci tropicali che sfilano davanti agli occhi di grandi e bambini in tutta la loro bellezza, è quella della grande vasca oceanica, dove sfilano squali di diversi tipi, anche quelli martello, mante ed enormi razze. C’è il grande tunnel di cristallo dove pare veramente di stare in acqua e si possono vedere i pesci realmente da vicino, catturarne i particolari e pure le espressioni, a volte simpatiche, a volte un po’ temibili. E’ una danza del mare, ogni tanto spunta una bellissima murena o ci sono le razze che sembrano accarezzare il vetro con il loro mantello. Dopo il primo stupore ed eccitazione è piacevole sedersi sulle panchine a lato del tunnel e godersi tutta questa bellezza.

Da un lato questa enorme vasca di vetro ha una parete trasparente molto grande e affacciata su delle tribune, l’effetto scenografico è notevole. In questo punto si tengono delle presentazioni e pure uno spettacolo musicale durante il quale una ragazza vestita da Sirenetta, siamo Copenhagen d’altronde, si immerge nella grande vasca con i pesci e nuota insieme a loro. Un po’ favola un po’ realtà, nel complesso tutto molto affascinante, specialmente per i bambini.

L’area tropicale dell’acquario di Copenhagen è uno spazio dedicato agli animali e piante che popolano gli ambienti acquatici. Ci sono i temibili pirana, tantissimi (dicono tremila ma non abbiamo messo le mani in acqua per contarli 🙂 e a prima vista innocui, i piccoli ma vivaci coccodrilli (si sono un po’ presi tra di loro), gli enormi pesci siluro dei grandi fiumi, grandi davvero e molto affamati. Ogni tanto qualche farfalla colorata transita da un recinto all’altro, il clima all’interno di questa specie di bolla è giustamente caldo umido, specie quando scendi al livello inferiore per vedere i pesci in acqua dai vetri, noi abbiamo preferito visitarla con una certa velocità.

acquario copenhagen

Uno show all’acquario di Copenhagen

L’acquario di Copenhagen dedica uno spazio anche agli animali che popolano le profondità del mare con delle interessanti proiezioni al piano superiore.

borraccia bambini

borraccia per bimbi

All’interno dell’acquario c’è un ristorante per mangiare qualcosa, ma ricordati che sei in Danimarca e i menù non sono proprio quelli italiani, oppure, per chi ne volesse approfittare, un’area esterna con zona per il picnic. Con i bambini, specie dove l’acqua costa come la coca cola, è sempre comodo avere con sé una borraccia, magari non troppo capiente se sta nello zaino dei bimbi.  Fuori c’è anche un grande parco giochi davanti al mare (con i giochi d’acqua perciò meglio prevedere un cambio) e lo stagno dove si possono fare alcune attività pescando i piccolissimi organismi con la retina e poi guardandoli al microscopio. Noi non abbiamo provato ma i bambini erano molto attratti da questi pescatori.

La nostra valutazione sulla visita con bambini all’Acquario di Copenhagen

Bellissima la struttura così moderna, la location, pare si immerga nell’acqua del mare del Nord, facile da raggiungere, molto interessante l’acquario e spettacolare la grande vasca oceanica. Ottimo per un paio d’ore, max 3, con i bambini, diremmo dai 3 anni in su. Presentazioni e spettacoli sono in danese, ma d’altronde non siamo a casa nostra, forse una versione bilingue in inglese ci stava. Non è un’attrazione imperdibile a Copenhagen ma merita per un giorno in più, se non hai il tempo contato per visitare la città o per riempire una mezza giornata di pioggia.

vasca acquario copenhagen

La vasca oceanica dell’acquario di Copenhagen – foto di Loris Cozzi

Come molte attrazioni per le famiglie in Danimarca sono perfettamente family friendly, non manca nulla per una visita con i piccoli viaggiatori. Dopo aver visitato quelli di Valencia, Barcellona e Genova possiamo dire che siamo felici di aver scoperto anche questo grande acquario del Nord Europa.

Come arrivare all’Acquario di Copenhagen

I mezzi pubblici funzionano a dovere, nessun problema per raggiungere l’Acquario di Copenhagen anche se non hai l’auto a noleggio. Ci arrivi facilmente dal centro in treno o con il bus. Forse il secondo, ossia il 5C, è più semplice, perché è quello che serve anche l’aeroporto ed arriva più vicino all’acquario. Il nostro suggerimento è di usare google maps con la funzione “percorso” per trovare il mezzo pubblico migliore. Il biglietto del bus si può fare a bordo ma pagando solo in contanti, per quello del treno ci sono le macchinette automatiche alle stazioni.

Dove dormire a Copehagen

In città abbiamo dormito allo Steel House Hostel, non è proprio adatto alle famiglie, a nostro parere, anche se risponde di una comoda cucina per prepararsi qualcosa da mangiare in autonomia. Carinissimo il design ma le camere sono piccoline e i letti a castello sono molto alti. La volta scorsa che siamo stati in città abbiamo invece sperimentato il Danhostel Copenhagen City, è molto semplice ma le camere sono di giusta dimensione ed è pulito, anche questo si trova in centro e dispone di cucina per prepararsi qualcosa, una pasta o qualcosa di veloce, in autonomia, comodissimo con i bambini che magari sono abituati alla pasta o per scaldare le pappe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.