Blog
comments 2

10 fantastiche gite con bambini partendo da Milano

gite con bambini da Milano

Le migliori gite fuori porta, con i bambini, a meno di due ore da Milano

Con settembre si chiude ufficialmente la stagione estiva, divertente, attiva, gioiosa. Se può sembrare che la malinconia sia quasi uno stato d’animo obbligato, niente paura, non è così. Questa mini-guida, pensata per chi vive a Milano, ma non solo, racconta delle migliori gite fuori porta che si possono fare, a due ore massimo dalla città meneghina. Pensate per i bambini, adatte anche agli adulti. Purché vengano vissute con allegria, tutti insieme. Spazio dunque ad attività all’aria aperta, borghi incantati, laghi e montagne, tutti con un’unica costante: kids-friendly.

Mani in pasta alla Cascina Femegro

In Lombardia ci sono moltissime aziende agricole che hanno aperto le loro porte al pubblico. Un’iniziativa che mette d’accordo adulti e bambini, grazie alla capacità di avvicinare tutti a natura e mondo animale. Ricavata all’interno di una dimora antichissima, la cascina oggi comprende un vecchio mulino, campi e risaie, granai, allevamenti di mucche, capre e asini. Aperta tutti i giorni, qui si possono seguire lezioni e workshop proposti dalla didattica della fattoria.

Cascina Femegro Lombardia
Uno scorcio della Cascina Femegro

Un modo carino e diverso dal solito per trascorrere mezza giornata all’insegna del divertimento, ma anche per imparare, mani in pasta, i segreti del ciclo del latte, o del riso, o del miele, seguiti da persone che, quotidianamente, lavorano nella fattoria. Senza dimenticare il momento clou della visita: l’incontro con gli animali che vivono in cascina. E per gli adulti, imperdibile una sosta nell’emporio che espone (e vende) gustosi prodotti a KM 0 come latte, marmellate, formaggi, miele, salumi e uova.

Tempo di arrivo: 33 minuti.

Tempo di visita: almeno mezza giornata.

Informazioni utili: tel. 02 90002435, www.cascinafemegro.it

Parco del Ticino (in bici, o a piedi)

780 chilometri di percorsi, molti dei quali si snodano lungo le alzaie dei navigli. Il Parco del Ticino è un’oasi naturale che propone diversi percorsi, selezionabili tra facili, a media difficoltà e difficili, da vivere a piedi o in sella alla propria bici.

Gite al Parco del Ticino
Uno scorci del Parco del Ticino

Gli itinerari sono suddivisi per tematiche e includono siti di interesse ambientale, storico, culturale, naturalistico, come l’abbazia cistercense di Morimondo, i canali dell’Alzaia Abbiategrasso costruiti nel Medioevo o lo spettacolo del foliage nella brughiera che si estende nei pressi del Centro Parco ex Dogana Austroungarica. Interessante è, infine, il Sentiero Europeo E1, vera e propria “autostrada green” che collega le Alpi e l’Appennino, passando attraverso il Parco del Ticino.

Tempo di arrivo: 50 minuti.

Tempo di visita: si consiglia di trascorrervi una giornata completa.

Informazioni utili: www.parcoticino.it

Panperduto, tra gite in barca e giardino di giochi d’acqua

Situato lungo il sentiero E1, a Somma Lombardo, il Panperduto è un sistema di dighe costruite a fine ‘800, gioiello di idraulica industriale, oggi ristrutturato e messo a disposizione di turisti e visitatori che rimarranno affascinati dal paesaggio storico e ambientale che vi si può ammirare. Qui le attività da svolgere sono davvero moltissime. Meritano senza dubbio una sosta il Museo delle Acque Italo-Svizzere, che racconta la storia di quest’opera ingegneristica tuttora in uso, il Giardino dei Giochi d’Acqua, meraviglioso spazio giochi che permetterà anche ai più piccini di scoprire la forza dell’acqua tramite installazioni, mulini, viti di Archimede.

Gite con bambini da Milano al Panperduto
Il sistema di dighe del Panperduto

E poi ancora la navigazione del Panperduto, lungo il Fiume Ticino, fino allo sbarramento di Porto della Torre, da provare in combinata con il Giardino. Le visite guidate vengono organizzate durante tutto l’anno e si tengono ogni domenica alle ore 10.30, mentre il Giardino dei Giochi d’Acqua è aperto tutti i sabati e le domeniche alle ore 15 e alle ore 16.30. Le visite e le attività hanno durata e costi diversi.

Tempo di arrivo: 60 minuti.

Tempo di visita: da un’ora a mezza giornata.

Informazioni utili: tel. 342 6766047 (dal martedì alla domenica ore 9.30-12.30; 14.30-17.30); www.panperduto.it

Castello di Padernello per piccoli cacciatori di fantasmi

Bellissimo e austero, questo castello di tipica impronta medievale è un gioiello tutto da scoprire, non solo per i suoi soffitti affrescati o per le sale arredate con mobili d’epoca, ma anche per il suggestivo borgo artigiano che intorno al castello si è sviluppato nel corso dei secoli, le opere d’arte ammirabili a cielo aperto, e i ristoranti, nei quali assaporare piatti e sapori antichi, in cornici calde e ospitali. Immancabile, poi, come ogni maniero che si rispetti, il fantasma.

castello Padernello gite in Lombardia
Il castello di Padernello

Qui la leggenda vuole che sia la Dama Bianca ad aleggiare nelle sale del castello, mostrandosi nell’anniversario della sua morte sullo scalone d’onore, vestita di bianco e con in mano un libro dorato. Nei pressi del castello, infine, si trova un fitto bosco che avvolge con le sue verdeggianti frasche i visitatori che vi si addentrano, percorrendo il Ponte di San Vigilio. Il Castello di Padernello è visitabile solo con una guida e il biglietto costa 7 € per gli adulti e 5 € per i bambini. Orari di apertura: sabato dalle 14.30 alle 17.30 e domenica dalle 14.30 alle 18.30.

Tempo di arrivo: 1 ora e 20 minuti.

Tempo di visita: da 2 ore a tutta la giornata.

Informazioni utili: tel. 030 9408766 (orari di ufficio); www.castellodipadernello.it

La cascata di Orrido di Bellano

Alzi la mano chi sapeva che anche in Italia c’è un meraviglioso canyon. Formatasi ben 15 milioni di anni fa (!), la gola che si trova sulla sponda lecchese del Lago di Como è uno dei luoghi più belli, misteriosi e panoramici della Lombardia. Grazie ad una passerella abbarbicata alle pareti rocciose che la costeggiano, i bimbi e i loro genitori rimarranno affascinanti e stregati dal salto di 40 metri compiuto dall’acqua che si tuffa nel blu profondo del torrente Pioverna. Natura, certo, ma non solo.

gita all'orrido di Bellano
Le passerelle dell’orrido di Bellano

Questo luogo, infatti, piacerà ai grandi e ai piccini per le numerose leggende che vi ruotano intorno. Come quella che racconta che è proprio qui che Taino, eroico guerriero, sia stato sepolto insieme al suo meraviglioso tesoro. O come il mito che pervade la torre esagonale, attraverso la quale si deve transitare per accedere al ponte, che è chiamata da sempre Ca’ del Diavolo, e la cui origine e funzione sono avvolte nel mistero. Purtroppo, a causa di una frana causata dal maltempo a inizio agosto (2019), parte della passerella è chiusa al pubblico. Ciò non “contamina”, però, le emozioni e la bellezza di questo posto meraviglioso. Il biglietto per accedere all’attrazione è ora ridotto a 3 € per gli adulti, mentre i bimbi fino ai 12 anni entrano gratis.

Tempo di arrivo: 1 ora e 30 minuti.

Tempo di visita: 1 ora circa

Informazioni utili: www.turismobellano.it/it/orrido

Arte rupestre in Val Camonica

Sito d’eccellenza, questa valle incastonata tra Brescia e Bergamo è stato il primissimo dello Stivale ad essere inserito nella prestigiosa lista World Heritage List dell’UNESCO, nel 1979. E non a caso. Infatti, qui, tra affascinanti borghi storici, montagne e vallate incantate si trova la Valle dei Segni. 300.000 dipinti ricavati nella pietra, strani, antichissimi, esseri che risultano quasi familiari, incisi in un lasso di tempo di oltre 8.000 anni.

gite con bambini alla Valle dei Segni
Incisioni sulle pareti della Valle dei Segni

Questo luogo magico piacerà proprio a tutti e consentirà di fare uno spettacolare viaggio indietro nel tempo, fino alla preistoria, alla scoperta del primo linguaggio umano. I segni, però, non sono solo quelli incisi sulla roccia, ma tante altre tappe che conducono alle bellezze di questa terra: dall’enogastronomia alla storia, dall’arte alla natura, dal benessere allo sport. Ognuno può creare il proprio percorso “dei segni” personalizzato!

Tempo di arrivo: 1 ora e 50 minuti.

Tempo di visita: da 1 a più giorni.

Informazioni utili: www.valledeisegni.it 

www.turismovallecamonica.it

Rievocazioni storiche nel Castello Sforzesco di Soncino

A Soncino si trova una delle rocche più belle di tutta Italia e i bambini si divertiranno un mondo ad accedervi, passando su uno dei due ponti levatoi perfettamente conservati. Entrati nella fortezza, si potranno ammirare le quattro torri, una delle quali (quella del capitano) contiene la cucina e la camera da letto ancora arredate con mobili d’epoca), gli immensi saloni in stile rinascimentale, i sotterranei e tutte le imponenti mura che cingono e proteggono il castello.

gita alla rocca di Soncino
La rocca di Soncino – ph Inzoli Maurizio

Durante l’anno, nel maniero, si tengono interessanti e suggestive rievocazioni storiche, con personaggi abbigliati con abiti dell’epoca, cavalli e appuntamenti imperdibili. Non solo castello, però, ma anche tanto altro ancora, perché Soncino è parte del circuito Borghi più belli d’Italia. Tra le soste da non dimenticare il Museo della Stampa, in cui venne stampata la prima Bibbia Ebraica completa al mondo, la Sala di vita medievale, dove scoprire gli antichi giochi in auge nel Medioevo, ma anche i vestiti usati dal popolo, le armi e le armature; il Museo della Seta e il Museo Civico Archeologico Aquaria, ospitato dentro la Rocca. 

Tempo di arrivo: 1 ora e 15 minuti.

Tempo di visita: almeno una giornata.

Informazioni utili: www.soncino.org

I Giardini Botanici di Villa Taranto

Ideale per chi ama la natura, Villa Taranto con i suoi splendidi Giardini Botanici sono una chicca imperdibile. Mix di circa 1000 piante, 20.000 varietà e specie diverse, questi giardini raccontano la storia di Australia, America, Europa e altre parti del mondo, suddivise in Giardini terrazzati, con cascate, piscina e vasche che accolgono ninfee. Il Giardino d’Inverno e quello Palustre, fontane pregiate ornamentali e variopinti giochi d’acqua. Le collezioni green che si ammirano qui sono davvero uniche e, alcune specie, anche rarissime.

Escursione a Villa Taranto
I giardini di Villa Taranto

Sebbene la Villa in sé non si possa visitare, ai bambini piacerà molto seguire le segnaletiche colorate che accompagnano nel percorso da vivere a piedi, annusando in ogni angolo un profumo diverso. Imperdibile, poi, il Labirinto delle dahlie, che fino all’autunno inoltrato dà spettacolo con la fioritura di circa 1700 piante. 

Tempo di arrivo: 1 ora e 30 minuti.

Tempo di visita: 1 ora e mezza.

Informazioni utili: i Giardini Botanici di Villa Taranto sono aperti tutto l’anno, con orari diversi a seconda della stagione. Il costo del biglietto d’ingresso è di 11 € per gli adulti, 5,50 € per i bambini dai 6 ai 14 anni), gratuito per piccolini fino ai 5 anni d’età. www.villataranto.it

A spasso nel Medioevo a Grazzano Visconti

Di epoca medievale, il Castello di Grazzano Visconti è una fortezza ottimamente conservata, incorniciata da un borgo costruito in stile neo-medievale, ma di recente realizzazione (primi del ‘900), ricco di ristorantini, negozietti in cui acquistare souvenir dal sapore medievale, botteghe artigiane e punti ristoro. Altrettanto bello e meta di turismo è il parco che circonda il maniero: 150.000 metri quadrati di verde in cui si trovano una chiesetta (del 1600), un belvedere che si affaccia sul rio Grazzano, il labirinto e il giardino all’italiana, in cui ammirare stupendi alberi secolari.

Castello Grazzano Visconti
Veduta aerea del castello di Grazzano Visconti

Tutto il borgo è visitabile (segnatevi di fare una sosta al Museo delle Cere e a quello delle Torture), così come il parco. Quest’ultimo, però, viene aperto solo in specifici periodi dell’anno, e la visita è a pagamento. Ogni mese, poi, vede l’organizzazione di eventi a tema che spaziano dai cortei storici ai tornei medievali, dalle camminate notturne alle serate dedicate ai pirati.

Tempo di arrivo: 1 ora e 20 minuti.

Tempo di visita: almeno mezza giornata.

Informazioni utili: www.grazzano.it

Nella preistoria a Isolino Virginia

Piccola isola che spunta dal lago di Varese, Isolino Virginia è prima di tutto un paradiso naturale incontaminato abitato sin dal periodo Neolitico. Sull’isolotto si trova il tipico habitat lacustre, una vegetazione fitta e rigogliosa, con moltissime ninfee, e abitato da animali come l’airone e il germano reale.

Barca Isolino Virginia
La barca per raggiungere l’Isolino Virginia

Inserito nella lista dei Siti Palafitticoli preistorici dell’arco alpino dell’UNESCO, a seguito di numerosi lavori di scavo vi furono ritrovati reperti pregevoli, ora conservati in parte nel museo che sorge sull’isola. Per raggiungere Isolino Virgilia e fare quattro passi nella preistoria è necessario imbarcarsi da Biandronno su comodi traghetti che in 30 minuti conducono i turisti sull’isolotto. Merita una menzione speciale, poi, il ristorantino che si trova in loco, specializzato in piatti a base di pesce di lago, prodotti del territorio e sapori tradizionali legati alla storia millenaria dei pescatori.

Tempo di arrivo: 1 ora e 15 minuti.

Tempo di visita: 1 giornata completa.

Informazioni utili: www.isolinovirginia.it

2 Comments

  1. Avatar
    clara says

    Va detto che sull’Isolino Virginia di palafitte nemmeno l’ombra, il museo è interessante e piccolissimo, il traghetto a certe ore molto affollato. 1 giornata intera di visita è oggettivamente troppo a meno di non prenotare qualche laboratorio di archeologia, l’isolino è un fazzoletto di terra e non c’è molto da fare. Si potrebbe abbinare a qualche giro in bici nei dintorni, ma dedicare una gionata all’Isolino è troppo , nemmeno noi che siamo appassionati di archeologia! Inoltre la traversata dura pochissimo da Biandronno, e mezz’ora dal Lido della Schiranna che è sull’latro lato del Lago di Varese. Infine va anche detto che l’isolino non è aperto sempre, ma da aprile a ottobre secondo un calendario prefissato. ciao!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.