LifeStyle, Outdoor
comment 1

Zaino da viaggio

zaino da viaggio

Uno sguardo nel mio zaino da viaggio, le cose che porto sempre con me.

E’ da diversi anni che ho preso l’abitudine di viaggiare, e negli ultimi di questi preferisco farlo con con uno zaino da viaggio in spalla dove tenere gli strumenti che mi servono per raccontare il viaggio (foto, video, racconti), ma anche le cose che ritengo utili o indispensabili per partire sereno.

Per partire serve una premessa. Il mio zaino è uno zaino Thule Crossover, marchio svedese forse più conosciuto per gli accessori d’auto quali portabili, bauli ed altro. Ma io di Thule ho uno zaino acquistato più di qualche anno fa su Amazon, tanto che negli anni hanno pure rinnovato il modello dello zaino che adesso è questo.  Il mio fa ancora il suo lavoro, il feedback è eccellente, avendolo caricato negli anni con un sacco di peso, l’unico problema l’ho avuto con alcune levette in gomma delle cerniere che si sono rotte, senza però limitarne la possibilità di apertura. Ma cosa c’è dentro lo zaino?

Dentro il mio zaino da viaggio entra sempre un notebook portatile, il mio è un Macbook air da 13”, comodo, leggero, veloce anche se con un disco di limitata capacità, 128Gb, con la quale mi devo confrontare. In appoggio utilizzo perciò un disco esterno da 1Gb.

Dentro lo zaino tengo la mia macchina fotografica digitale, diversa a seconda del tipo di fotografie o filmati che devo fare, in genere comunque dentro lo zaino da viaggio ne entra una sola e rigorosamente con custodia. Entra pure il treppiede, il mio è un Manfrotto della serie compact , sufficientemente stabile e leggero al tempo stesso oltre che veloce da sistemare. Tengo nello zaino pure un piccolo treppiede tipo “gorilla” per una camera piccolina o smartphone, non si sa mai 🙂 caricabatteria per fotocamera, notebook, telefono.

lo zaino da viaggio di fabio

Tra gli accessori indispensabili un caricabatteria da viaggio quando lo smartphone è già di batteria, un piccolo microfono a filo, cuffiette auricolari con microfono per registrare l’audio dei filmati  e delle cuffiette intra-auricolari. Tengo sempre qualche chiavetta usb con memoria di 4 Gb o 8 Gb nell’eventualità avessi da trasferire dei dati e schede di memoria SD da 16 e 32 Gb.

Le cose più legate alla vita personale sono un paio di penne per prendere qualche appunto, un libro da leggere (in questo momento è 7 anni in Tibet ), una busta di plastica con dentro i documenti personali e di viaggio, salviettine umide per gli occhiali, Ibuprofene 400 (Moment per intenderci) per i miei mal di testa (sigh), Imodium (dopo la Cambogia è sempre con me), qualche confezione monodose di collirio, un gel antibatterico da meno di 100ml per pulirsi le mani dopo essere stato in aeroplano, treno o bus, occhiali da sole ed occhiali da vista con panno in fibra per pulirli completano il set base. Spesso mi porto anche una bottiglietta d’acqua nelle tasche esterne dello zaino (meglio quelle da 50 o 75cc), talvolta un minimo di cambio come indumenti intimi ed una maglietta.

Questo è il mio zaino da viaggio e tutto il suo contenuto. Con questi semplici oggetti mi muovo in giro per il mondo e mi sento a mio agio, l’outfit perfetto per fare storytelling, secondo me 😉

Condividi questo post sulle tue pagine socialTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

1 Comment

  1. Pingback: Lista viaggio: cosa mettere in valigia - bambiniconlavaligia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *