Campeggio e Outdoor
comment 1

Mini-vacanza al mare

mini-vacanza

Il Camping Tenuta Primero è stata la nostra destinazione di inizio settembre per una mini-vacanza formato famiglia.

Ogni volta che torno da una vacanza in campeggio torno a chiedermi qual’è il motivo che mi fa amare così tanto questo tipo di esperienza, qual’è l’ingrediente segreto che rende speciali anche pochi giorni vissuti all’aria aperta. E la risposta sta sempre proprio nelle ultime tre parole, vita all’aria aperta, anche se solo per una mini-vacanza.

Questa cosa mi è capitata anche quando siamo rientrati a settembre dopo qualche giorno (ce ne sarebbe voluto qualcuno di più) trascorso a Grado, al Camping Tenuta Primero, poco prima di arrivare in centro sulla sinistra dopo il ponte arrivando da Monfalcone, e questo è il racconto della nostra esperienza in campeggio a Grado.

Viaggiamo molto con gli aerei e non siamo attrezzati per il campeggio, o meglio è tutto sommerso in soffitta perciò optiamo per una soluzione pronta all’uso, una tenda casetta che sa molto di glamping! La casa mobile e questo nuovo tipo di alloggi similari stanno riscontrando sempre un maggiore successo, purtroppo la gente ha sempre meno tempo e quindi queste soluzioni “pronte all’uso” sono, fortunatamente in questo caso, perfette.

Ma oltre ad essere logisticamente utili, hanno tutto posate, bicchieri, pentole, asciugamani, non c’è nulal da montare ne da smontare al rientro, e sono sempre più carine! La nostra casetta per il weekend è una specie di tenda casa che assomiglia un po’ ad un igloo, un po’ ad un cottage, un po’ ad una tenda a casetta. Uno spazio d’ingresso con la cucina ed ai lati le due camere, una per noi ed una per i nostri bimbi, davanti all’ingresso una terrazza di legno dove godersi il verde degli alberi proprio davanti agli occhi. La caratteristica che ci stupisce ed affascina di questa struttura è il mix sapiente di design e semplicità, l’uso di materiali naturali come il legno, la sensazione di vivere in una tenda con le comodità di una casa. Gli alberi proiettano l’ombra delle loro foglie sulla tela, si può sentire il rumore del vento, provare la sensazione di stare in una tendina canadese, dormendo però in un vero letto con materasso, si può chiedere di più?

Il campeggio Primero è affacciato sul mare, ha la spiaggia con acqua abbastanza bassa e perfettamente adatta ai bambini, ma i nostri piccoli viaggiatori amano la piscina, che ci volete fare? E allora di corsa verso le vasche azzurre a pochi passi dal lungomare. C’è una piscina con una zona idromassaggio (paradisiaci i lettini a mezz’acqua), la vasca più grande dove nuotare in libertà tra piccole fontane e cascatelle d’acqua, quella per i bambini che già si destreggiano in acqua con lo scivolo coccodrillo e quella piccolina per i neofiti dell’acqua, che carini che sono! Tutto intorno lettini e zone relax a disposizione dei bagnanti oltre al bar, con questo caldo, immancabile per un gelato o qualcosa di fresco da bere.

In spiaggia prendiamo le bici a nolo e ci facciamo un giro della struttura, il verde è molto curato e poi è possibile uscire dal campeggio per una gita lungo i percorsi naturalistici della laguna (ad esempio quelli che portano al vicino Parco Naturale della Foce dell’Isonzo) o verso il centro di Grado, circa 15 minuti con un ritmo non da professionisti!

Durante questa mini-vacanza ci sentiamo un po’ fannulloni (anche meritatamente un pochino, abbiamo lavorato molto questa estate) ed allora per la cena optiamo per il ristorante affacciato sulla spiaggia. I bambini non esitano a togliersi immediatamente le scarpe e dirigersi verso il parco giochi sulla sabbia proprio di fronte alla terrazza dove ci accomodiamo e cominciamo a studiare il menù. Le ordinazioni per i bambini le facciamo a distanza, ci siamo abituati sigh, ma chi li stacca dallo scivolo, se poi il divertimento più grande e salire sopra al tubone e lasciarsi cadere sulla sabbia a piedi nudi, lo farei anche io se solo non ci fosse qualcuno a controllarmi 🙂

Pizza, wurstel e patatine, calamari fritti, una cena tipicamente familiare davanti al sole che si tuffa nel Mare Adriatico, relax a 360° ed il cibo è pure buono. Da quando i bambini vanno a scuola mangiamo un po’ come gli anglosassoni e perciò abbiamo finito che siamo quasi giusti per l’aperitivo all’Afen beach club, una zona situata vicino al canale navigabile che di giorno è spiaggia con lettini però su manto erboso, di sera si anima con musica ed intrattenimento. Beviamo qualcosa davanti ad un tramonto da favola, giochiamo un po’ con i bambini con la palla e ci ritiriamo, domani sarà un altra giornata intensa.

Il secondo giorno sono gli uccellini del Camping Primero a svegliarci, è piacevole ed insolito cominciare la giornata in questo modo. Passeggiata sino al market del campeggio per accaparrarci brioche e pane per poi preparare la colazione sulla terrazza della nostra casetta. Per i bambini oggi abbiamo preparato una sorpresa, li accompagniamo verso la marina della campeggio dove, a destinazione, gli diciamo che oggi parteciperanno ad una lezione di vela in mare aperto. Felici prima, un po’ più preoccupati dopo, quando si tratta di salire sulle barchette. Fortunatamente la bravura dei due istruttori della scuola di vela fa svanire ogni perplessità e da questo momento è solo gioco e divertimento. Al rientro dalla lezione ci facciamo anche un giretto in gommone per i canali della laguna, uno spettacolo di colori ed animali bellissimi nella loro eleganza.

Mini-vacanza parte due. Al primo pomeriggio un po’ di meritato relax sotto gli alberi dopo un tuffo in piscina mentre i piccoli girano per il campeggio, qui è facile trovare amici e in genere si familiarizza velocemente, e chi li vede più anche se basta alzarsi dalla sdraio per individuarli in qualche combriccola giocosa.

Tardo pomeriggio troviamo anche il tempo per farci un giretto in centro a Grado, questa cittadina di mare con il suo centro storico così curato è un gioiellino da non perdere. Però questa sera c’è la festa in piscina, torniamo allora verso il camping. A bordo piscina, in grandi padelle, si prepara la paella davanti ad occhi estasiati, anche i nostri. E’ l’ora della minidance, i ragazzi dell’animazione (gli stessi che curano il miniclub ogni giorno) sono bravissimi a coinvolgere i bimbi per quasi una mezzoretta, e non solo, tutta la family alla fine si trova a ballare i classici per bambini!

E chi li mette a dormire i ragazzi quando comincia il concerto rock! E’ una festa veramente di famiglia, bambini ed adulti sotto al palco a ballare e cantare, quasi fosse un concerto da stadio.

La nostra mini-vacanza al Camping Tenuta Primero purtroppo si conclude così, al mattino del giorno dopo è già ora di ripartire. Siamo stati bene, l’unico rimpianto è che ci voleva qualche giorno in più, magari recuperiamo però! Arrivederci Grado, arrivederci Camping Tenuta Primero.

Se vi servono info questi sono i contatti del campeggio: Camping Tenuta Primero, Via Monfalcone, 14 – 34073 Grado (GO) – ITALY – P.IVA 01110240312 – info@tenuta-primero.com – Tel. +39 0431 896900

Condividi questo post sulle tue pagine socialTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

1 Comment

  1. Pingback: Campeggio in tenda: 10 consigli utili - bambiniconlavaligia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *