Low Cost, Outdoor
Leave a comment

10 motivi per fare campeggio con i bambini

Fare campeggio, il perché in 10 punti.

Perché fare campeggio in famiglia? E’ una domanda che non ci siamo mai posti, siamo partiti, abbiamo campeggiato, siamo rientrati pieni di belle esperienze e ricordi. Ma non per tutti è così, per qualcuno c’è un blocco verso questo tipo di vacanza, “neppure in catene mi ci porti in campeggio” ho sentito di dire. Eppure il campeggio ha diversi lati positivi, sono convinto che faccia bene alla famiglia e ti spiego il perché in questi dieci punti.

Aria aperta. Non poteva essere che il primo punto della lista. Basta città, basta smog, basta rumore. Una vacanza in campeggio ti avvicina inevitabilmente alla natura, volente o dolente, ma lo fa, e questo è un bene, per tutta la famiglia.

Libertà. Pochi tipi di vacanza ti danno la libertà che ti da il campeggio. Giri in costume tutto il giorno senza imbarazzo, ne per te, per il tuo vicino di tenda. I bambini in genere apprezzano molto questa libertà.

Attività. Il campeggio bene o male ti mette in moto. Che sia tenda o roulotte c’è sempre qualcosa da fare: montare, tirare i cordini, scavare la cunetta. E un po’ di moto fa bene al corpo, oltre a liberare la mente, di tutti. Se ci pensi si fa campeggio!

Condivisione. In campeggio ci si abitua a condividere. Si condividono i servizi igienici, gli spazi comuni, la piscina. In campeggio in genere ci si aiuta, ci si dice buongiorno, cosa che magari nel condominio non ti capita. Sarà il luogo, ma è un vivere più sociale.

Azione/Reazione. In campeggio si impara ad affrontare i problemi. Inizia a piovere mentre stai facendo il barbecue? Ti procuri un telo per continuare. Non sai montare la tenda? Ti arrangi per farlo lo stesso. In campeggio non si rinuncia in genere, in campeggio si risolve, ed è bello che questa cosa si possa trasmettere anche ai bambini.

Ogni volta una nuova casa. Se fai del campeggio itinerante ad ogni vacanza hai una nuova casa, nuova vista, nuova piazzola, nuovi vicini. E’ un’ottima alternativa alla noia e all’abitudine, sempre che ti vada di staccartene.

Relax. Pochi luoghi sono così rilassanti come il campeggio. I bambini in genere sembra di non averli, sono immersi nelle loro attività, scavano, cercano, costruiscono. Loro più vicini ad un ambiente più confacente alle loro necessità, tu in amaca a controllarli con una palpebra alzata ed una abbassata.

Il campeggio costa meno delle altre vacanze, a meno che non scegli una struttura iperstellata difficilmente spenderai di più che in un albergo, è la vacanza lowcost per eccellenza. L’opzione campeggio ti permette di partire in famiglia anche quando non potresti partire.

Fare campeggio è appartenere ad una comunità di persone speciali che hanno le tue stesse esigenze e necessità, è far parte di un gruppo che va oltre la vacanza, le amicizia del campeggio sono spesso quelle che ti porti più avanti nella vita.

I ricordi. I tuoi bambini potranno scordarsi dell’hotel a 5 stelle ma non dimenticheranno mai la prima volta che hanno dormito in tenda con te, perché il camping è un’emozione da vivere assieme. Il campeggio ti lascia anche questo, ed è un valore importante.

Condividi questo post sulle tue pagine socialTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *