Blog
comment 1

Dalla Florida alle Bahamas

piscina in florida

Florida e Bahamas, un viaggio oltre oceano

Programmare un viaggio intercontinentale con i bambini non è semplice. Si cerca sempre di organizzarlo tenendo conto delle necessità dei bambini ma molte volte gli inconvenienti ci lasciano di stucco. Ecco cosa è successo a Fabiana e alla sua famiglia che ringraziamo per questo racconto che parla di Bahamas e Florida.

Ho un bimbo nella pancia, perciò sono perfettamente consapevole che quando la famiglia si sarà allargata non sarà così semplice fare un viaggio oltre-oceano, anche per le spese da sostenere. Così abbiamo programmato e fatto un viaggio a novembre che per noi è qualcosa di veramente speciale, 2 settimane oltre l’Oceano Atlantico, dalla Florida alle Bahamas, una settimana per una!

Aspettando un bimbo, sono appena uscita dalla cosiddetta fase a rischio, e con una piccola di soli due anni i costi da sostenere sono bassi, per lei sono solo di 80€ per le tasse dell’aeroporto e circa 25 € standard er il pacchetto di viaggio. Non avendo molto tempo mi sono affidata ad un’agenzia di viaggi per la trasferta in aereo ma il giro in Florida come l’hotel a Key West tutto da me.

Che dire, il viaggio tra Florida e Bahamas è stata una esperienza bellissima, nostra figlia ha avuto modo di divertirsi molto, il top sui piccoli aerei verso e da le Bahamas, non gli sono piaciuti i tragitti in auto in Florida, la lunghezza dei trasferimenti alle volte diviene noiosa, in questo caso avrei fatto meglio a scegliere delle tappe forse più ravvicinate, ma che ci volete fare, i giorni di vacanza non sono molti e si cerca di fare il più possibile nel minor tempo!

Dovendo prendere tanti voli c’è il problema dei ritardi o disguidi di coincidenza che possono inevitabilmente accadere. Sulla linea Fort Lauderdale-Freeport (Bahamas) (Air Bahamas) il ritardo è stato di 60 minuti su di una tratta di 30′. Ci è capitato un’altra volta di girare in volo sopra l’aeroporto di destinazione quasi per due ore causa il maltempo. Quello che è stato il problema maggiore però è stato il volo tra Orlando e Philadelphia, al ritorno. Infatti il volo è stato cancellato a causa di problematiche di tipo tecnico, con conseguente perdita della coincidenza Philadelphia Venezia, così ci hanno spostato prima su di un volo per New York, poi Zurigo ed infine Venezia, un bel guazzabuglio ed un accumulo di stress notevole! Il problema dell’assenza di comunicazioni da parte della compagnia, le ore di attesa all’aeroporto ci ha fatto andare in tilt, proprio dei momenti non piacevoli. Purtroppo al disagio si è aggiunta la realtà che non è previsto alcun indennizzo in casi di questo tipo, seppure siamo arrivati con ben 4 ore di ritardo a destinazione.

Ecco il programma di viaggio in Florida e Bahamas di Fabiana e la sua famiglia:

9 novembre 2013 – volo Venezia per Philadelphia – Fort Lauderale, arrivati alle 9 di sera. Abbiamo ritirato un auto SUV con la compagnia Hertz e dormito all’hotel El Palacio per 55 dollari (stanza) e fatto colazione con 6 dollari cadauno. E’ da tener conto che in Florida si paga il pedaggio su diverse strade, attenzione a non bypassare il casello perché per pochi dollari si rischia di prendere una multa salata.

10 novembre 2013 – si va a Key West dove ci sistemiamo all’Hotel Truman, proprio nel centro della cittadina, camere in stile moderno, di design, con la possibilità di fare colazione al mattino a bordo piscina, cibo buonissimo ed in porzioni abbondanti, parcheggio incluso tutto a 328dollari/stanza

11 novembre 2013 – è la giornata dedicata alla visita di Key West, della spiaggia e del centro, della casa dello scrittore Hemingway, del porto, c’è pure una parata di veterani che ci passa proprio davanti. Per la cena ci affidiamo al ristorante cubano El Siboney, ricordatevi che le mancie sono già inserite nel conto che vi portano al tavolo!

12 novembre 2013 – si va a Miami Florida, dormiamo all’Hotel Mimosa (questa è la pagina web in inglese dell’hotel Mimosa) pagando solo 82 dollari per la stanza con breakfast inclusa, il posto auto si paga a parte invece, pure caretto a 18 dollari, meglio forse parcheggiare in uno slargo poco distante, pubblico e decisamente meno oneroso. Di sera tardi ci facciamo un giro in centro a Miami, stupendo!

13 novembre 2013 – si riconsegna il nostro SUV e prendiamo l’aereo da Fort Lauderdale a Freeport Bahamas. Ci spostiamo con la navetta all’Hotel Viva Fortuna. La tempertatura che troviamo a destinazione non ha molto di caraibico 8o perlomeno come ce lo aspettiamo noi), pioggia ed un vento intenso!!! La nostra iniziale scelta era stata per una camera con visuale sul verde del giardino ma optiamo per una con vista su mare e spiaggia, stupenda. I pasti sono serviti con il sistema del buffet, buono in generale ma forse l’aspettativa per la frutta esotica in maggiore abbondanza, del pesce, forse qualcosa di tipico… ma ve beh… Un 10+ per l’animazione, bravi!

I costi in questo caso sono stati di 1.350 Euro cad. all inclusive, soggiorno e voli. Il tempo meteo non è stato dei migliori. Un po’ freddino, vento, poi alcuni giorni di tempo variabile. Con in taxi siamo andati a Port Lucaya, c’è un mercatino locale dove vedere un po di negozietti, diversi ristoranti e locali di vario tipo.

20 novembre 2013 Alle ore 12.15 abbiamo il volo da Freeport a Fort Lauderdale. Prendiamo un altro SUV sempre alla Hertz ad andiamo verso Cocoa Beach dove ci sitemiamo all’hotel Wakulla Suites (questo è il sito web dell’hotel Wakulla in inglese). Abbiamo tutto per noi un appartamento con affaccio sul giardino, un enorme BBQ anche questo tutto per noi, il costo? 63$ a suite.

21 novembre 2013, di mattina presto andiamo a Cape Canaveral dove visitiamo il Kennedy Space Center della Florida, il ticket è un po’ caro, 50$ ma con un coupon sconto risparmiamo 5$ a testa. Un bel posto per famiglie con bambini al seguito, ci sono razzi, films e simulatori, la piccola si è divertita un sacco. Procediamo, destinazione Orlando dove dormiamo allo Sheraton Vistana Village, jacuzzi in camera e sguardo proprio sul parco sottostante con tanto di piscine e cascate.

22 novembre 2013 è la volta del Sea World Florida (questa è la pagina web in inglese del parco a tema Sea World) , attrazione immancabile in Florida, la bambina ha gradito moltissimo gli shows con gli animali. I biglietti li abbiamo presi direttamente in hotel con uno sconto di misura, 53$ invece che 90$.

23 novembre 2013: l’ultimo giorno si riempiono le valigie di regali in uno dei grandi outlet ad Orlando, lasciamo l’auto e non ci resta, non senza qualche rimpianto, attendere il nostro volo di rientro a Venezia.

Condividi questo post sulle tue pagine socialTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

1 Comment

  1. Pingback: Una crociera family friendly più che mai - bambiniconlavaligia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *