Family Hotels
comment 1

5 regole per essere un Family Hotel

regole

Le regole base per diventare una struttura family con i fiocchi

Quando pensiamo a dei family hotel la nostra mente vola al Trentino, al’Alto Adige, piuttosto che in Austria. Certo in queste zone hai dei servizi per le famiglie top, ma c’e’ anche da dire che, con un minimo investimento e tanta buona volonta’, un hotel puo’ diventare family. Non sto vaneggiando, e ve lo racconto qui.

Regola n.1 la Mascotte, ogni hotel per famiglie che si rispetti ha un mascotte, che non vuol dire pagare degli animatori fa far girare mascherati in giro per l’hotel, o meglio almeno non inizialmente (stavo parlando di investimenti minimi), ma semplicemente identificare un amico/a dei bambini che gli ricordi la vostra struttura, e che gliela faccia ricordare. I bambini non si ricordano il nome dell’hotel e pochi anche la destinazione, ma state sicuri che il nome della mascotte lo ricorderanno a vita 🙂 Qui armatevi di foglio di fantasia e create dei disegni sui muri, sulle tovagliette da mettere sui tavoli, qualche disegno da colorare, con soggetto la mascotte, da far trovare in camera all’arrivo ai bambini, piuttosto che qualche gadget. Anche le postazioni selfie a forma di mascotte piacciono molto ai genitori e ai bimbi.

Regola n.2 Tavole attrezzate ad accogliere i bambini, intendo che ogni bambino ha diritto ad avere una posata colorata, un bicchiere di plastica adatto a lui ed un piatto che se cade non fa male. Consigliamo anche delle tovagliette e dei tovaglioli che diano un tocco di originalita’ al tavolo. Anche qui in commercio ne esistono sia di stampati che a tinta unita, dipende un po’ da voi, da quello che volete comunicare. Ovviamente seggioloni e rialzi per sedie sono dovuti, ma a quello sono sicura, ci avete gia’ pensato

Regola n.3 Lettini in camera, i bambini hanno diritto a dormire in letti adeguati alla loro eta’, lettini o sponde protettive sono un obbligo del proprietario dell’hotel, cuscini e materassi antisoffocamento e telo protettivo monouso per il materasso. Non sto chiedendo troppo, solo le cose base che tutti noi genitori abbiamo a casa.

Regola n.4 Giocattoli e disegni qui potete sbizzarrire la vostra fantasia  su cosa comprare. Considerate che un bambino occupato non si annoia e non da fastidio. A tavola, come in camera, se ha dei piccoli giochi, libriccini da leggere o fogli da disegnare, lui, il bimbo, sara’ felice ed i genitori pure. Ricordo una struttura in Germania dove ad ogni piano dell’albergo avevano messo uno scatolone con alcuni libri, delle matite, dei fogli ed alcuni giochi.  Beh quello scatolone al piano e’ stato il servizio migliore che l’hotel ci ha fornito!

Regola n.5 Sorriso, i bambini non hanno la concezione della vostra stanchezza, dei vostri problemi piuttosto che della giornata no. I bambini vanno accolti con il cuore e con il sorriso, nulla di piu’.

p.s. se decidete di intraprendere la strada per diventare una struttura che accoglie le famiglie ricordatevi che i bambini fanno rumore, corrono e ridono :), ma anche che le famiglie pagano per tre o per 4 invece che per due 🙂

Questo e’ il primo di una serie di articoli che dedicheremo alle strutture ricettive, ci sono altri consigli che vi vogliamo dare 🙂 Se desiderate confrontarvi con noi, chiederci un parere o una spiegazione non esitate a contattarci ad info@bambiniconlavaligia.it, saremo felici di leggervi e rispondervi!

Condividi questo post sulle tue pagine socialTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

1 Comment

  1. Pingback: 3 consigli agli hotel per rendere la vacanza unica - bambiniconlavaligia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *